Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scarcerazione Zagaria, Bonafede: "Governo ha riportato i boss in cella" | VIDEO

 

"Mi occupo delle leggi ed i magistrati di applicarle". Lo ha dichiarato il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede intervenendo, nel corso di una visita al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, intervenendo sulla scarcerazione di Pasquale Zagaria.

Il Guardasigilli, nel rispondere alle domande sulla scarcerazione del fratello del capoclan Michele Zagaria, ha ribadito come dopo le scarcerazioni 'eccellenti', tra cui proprio quella di 'Bin Laden' (questo il soprannome di Pasquale Zagaria), "il governo ha varato due decreti per fare in modo che le persone condannate per mafia e che si trovavano in detenzione domiciliare tornassero davanti ad un magistrato affinchè prendesse una nuova decisione vagliata sulla nuova situazione sanitaria".

In molti casi, ha detto ancora Bonafede, "i domiciliari sono stati revocati" grazie alla "risposta dello Stato che è stata determinata. Le decisioni dei magistrati di sorveglianza sono state prese in un periodo difficile. Abbiamo fatto di tutto per garantire la sicurezza di chi lavora e vive nelle carceri".

Sulla questione di Pasquale Zagaria - che dovrebbe rientrare in carcere il prossimo 21 settembre ma per il quale i legali hanno chiesto un'ulteriore proroga dei domiciliari - è ancora pendente un ricorso dinanzi alla Corte Costituzionale dopo che i magistrati di sorveglianza di Sassari avavano dichiarato l'illegittimità costituzionale di uno dei decreti Bonafede (con particolare riferimento proprio all'autonomia della magistratura). 

Al riguardo, Bonafede nel respingere un possibile contrasto con la magistratura ha sottolineato: "Rispetto l'autonomia e l'indipendenza della magistratura. Mi prendo la responsabilità di quella che è la mia competenza, cioè le leggi di cui mi occupo", ha concluso. 
 

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento