Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Patenti comprate, il video che svela l'imbroglio con una telecamera nell'aula

 

Sono l'autoscuola 'Silvano' di Marcianise e la Motorizzazione civile di Caserta i due luoghi chiave dell'inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere sul giro di corruzione per la vendita di 'patenti facili'. L'indagine ha portato all'arresto, da parte della Squadra Mobile di Caserta e della Digos, di 13 persone. 

In manette per la patenti vendute fino a 2500 euro sono finiti il direttore della Motorizzazione Gaetano Aurilio e Silvestro Ferraro, proprietario di fatto dell'autoscuola 'Silvano'. Sono infatti loro due i promotori dell'associazione a delinquere che riusciva a truccare le prove di esame corrompendo i membri di commissioni compiacenti o sostituendo addirittura gli esaminandi con complici individuati appositamente per il ruolo.

Le indagini, condotte anche con l'ausilio di telecamere spia, hanno rivelato il metodo utilizzato per la 'sostituzione' del candidato. A svolgere il quiz al posto degli esaminandi è infatti Francesco Iadicicco, 26enne di Marcianise, capace di svolgere in una sola giornata più esami.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento