Mercoledì, 16 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dieci casertani nella maxi inchiesta sulla piazza di spaccio più grande d'Europa | VIDEO

Sono dieci i casertani coinvolti nella maxi inchiesta dei carabinieri sullo spaccio al Parco Verde di Caivano, una delle aree di traffico di stupefacenti più grandi d’Europa. Un posto dove viene smerciata droga 24 ore su 24 a cielo aperto. Ogni tipo di droga. Un posto dove si può morire bruciati in una vasca piena d'acido per questioni d'affari. Questo è diventato il Parco Verde di Caivano, una delle più importanti piazze di spaccio d'Europa. Questo è lo scenario che si sono trovati ad affrontare i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna che hanno condotto l'operazione che questa mattina ha portato all'esecuzione di 51 ordinanze cautelari (49 arresti e 2 divieti di dimora). Il risultato di anni di indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, sotto la guida del procuratore aggiunto Rosa Volpe e dei sostituti Liana Esposito e Ivana Fulco. Indagini partite nel 2016 che hanno portato già ad altre operazioni di cui quest'ultima, effettuata dagli uomini del colonnello Nicola De Tullio, è stata la naturale prosecuzione. In totale sono state 47 le persone finite in carcere, una ai domiciliari e tre sono state colpite da un divieto di dimora. In alcuni casi gli arresti sono stati effettuati in varie province d'Italia, coinvolgendo 300 carabinieri, e le posizioni di molti indagati sono aggravate dal metodo mafioso per aver agevolato il clan Sautto-Ciccarelli.

I casertani finiti in carcere sono finiti Emilio Russo, 31 anni di Orta di Atella; Marco Amato, 27 anni di Orta di Atella; Andrea Chiacchio, 34 anni di Orta di Atella; Antonio Liguori, 23 anni di Orta di Atella; Francesca Donatiello, 37 anni di San Nicola la Strada; Michele Iulio, 36 anni di San Nicola la Strada; Domenico Fiorillo, 23 anni di Orta di Atella; Ida Fiorillo, 28 anni di Orta di Atella. Sono risultati destinatari del divieto di dimora nelle province di Caserta e Napoli Antonio Ausanio, 32 anni di Maddaloni, e Giuseppe Serino, 39 anni di Maddaloni.

Copyright 2021 Citynews

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Dieci casertani nella maxi inchiesta sulla piazza di spaccio più grande d'Europa | VIDEO

CasertaNews è in caricamento