rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024

"Lo Stato vince sempre, ma la camorra non è sconfitta" | VIDEO

Il monito di Cafiero De Raho presente alla demolizione del bunker. Zinzi: "Giornata importante per i nostri figli". Il Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco: "Facciamo la nostra parte nella lotta alla mafia"

Per una giornata così importante sono arrivate a Casapesenna alcune delle istituzioni più importanti dello Stato e della Regione Campania. Tra i primi a giungere in via Mascagni l'ex Procuratore Antimafia Federico Cafiero de Raho, attualmente parlamentare del Movimento Cinque Stelle: "Rispetto a Zagaria lo Stato ha vinto, ma non ha sgominato la camorra. Per farlo bisogna bonificare il territorio, ma la strada per riportare la legalità in queste zone è ancora lunga. Occorrono forze per sostenere sviluppo sociale ed economico, ed occorrono più forze dell’ordine per dare una segnale forte di presenza dello Stato. Bisogna ricostituire anche gli organici nazionali delle forze dell’ordine, perché nel tempo Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza si  sono ridotti nel tempo del 10-15%". 

La ruspa abbatte la villa-bunker | VIDEO

“Non c’è niente da fare, la criminalità organizzata blocca in qualche misura gli investimenti”. Così il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca. “Un imprenditore non va in un territorio dove deve temere per la propria famiglia per i propri collaboratori o temere qualche bussata alle cinque di mattina, si va ad investire nei luoghi dove c’è sicurezza, dove c’è burocrazia zero e rispetto delle regole” conclude il governatore.

"Oggi abbattiamo una reliquia di quella che una volta era quasi una religione, un po' come gli altarini a Napoli. È una giornata che dà speranza soprattutto ai giovani e alla popolazione che può toccare con mano la presenza dello Stato", ha detto a Casapesenna il Procuratore Generale della Corte di Appello di Napoli Luigi Riello. "Un simbolo negativo che cade", è il commento del procuratore nazionale antimafia Giovanni Melillo.

Tra i presenti anche il deputato della Lega, Gianpiero Zinzi: "La partecipazione del ministro dell'Interno Matteo Piantedosi alle operazioni per la demolizione della villa-bunker a Casapesenna, che ha ospitato il covo del boss dei Casalesi Michele Zagaria negli ultimi anni della sua latitanza, è un'importante testimonianza della presenza dello Stato. Oggi simbolicamente distruggiamo il passato e ripartiamo dal vero valore aggiunto di questa terra: i tanti cittadini perbene. Dove la camorra ha lasciato le macerie, lo Stato e le istituzioni lavorano insieme per ricostruire e ribadire che la legalità è un diritto ed è la base per il futuro dei nostri figli".

“Un gesto fortemente simbolico la demolizione del  bunker del boss Michele Zagaria, covo emblematico del potere camorrista e immagine fortemente negativa”. Ha detto invece il deputato del Pd Stefano Graziano, capogruppo in commissione Difesa della Camera commenta la demolizione della casa in provincia di Caserta dove fu trovato il 7 dicembre 2011 il boss Michele Zagaria. “In quel covo fu catturato il capoclan dei casalesi – ricorda Graziano - e sapere che tra qualche settimana in quell’area sorgerà un parco pubblico è per tutti noi un fatto positivo, che ci dice che la camorra, come le altre mafie, può essere sconfitta”.

Il vicepresidente M5S alla Camera dei deputati Agostino Santillo ha detto invece che "lo Stato vince sempre - ha dichiarato Santillo -, ma ora il governo non deve abbandonare questo territorio, che ha bisogno di investimenti su cultura, istruzione e soprattutto ha bisogno di lavoro. Soltanto così la battaglia degli inquirenti e delle forze di polizia avrà avuto un senso compiuto. La legalità si costruisce giorno dopo giorno. Grazie a tutte le forze di polizia, ai vigili del fuoco che stanno curando l'abbattimento dell'edificio. Per noi è una grande soddisfazione, che abbiamo voluto con un forte impegno anche durante la scorsa legislatura". 

"L'impegno dei Vigili del Fuoco in questa operazione è straordinario e conferma la grande professionalità del corpo nazionale e suggella la presenza dello Stato in tutte le sue declinazioni". È quanto affermato invece dal prefetto Laura Lega, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, a margine dell’avvio delle operazioni di abbattimento della villa-bunker in cui il 7 dicembre 2011 fu catturato il boss dei Casalesi Michele Zagaria. "Un'operazione completa - ha aggiunto - a cui prendono parte il Ministero dell'Interno, le forze di polizia e i Vigili del Fuoco. Ognuno fa la propria parte per la lotta alla mafia".

"Un gesto simbolico dal forte impatto emotivo per chi, come me, ha vissuto il terribile periodo del clan dei casalesi. Con la demolizione di oggi si dimostra che lo Stato c'è e vincerà sempre e non esisterà violenza che rimarrà impunitàa. Da cittadino casertano dico grazie alle Istituzioni che hanno voluto essere presenti in questo territorio che per anni ha vissuto nella vergogna e nell'abbandono. Nessun silenzio più ma solo tanta voglia di rinascere e respirare in piena libertà con la consapevolezza che nessun cittadino rimarrà indietro. E come giustamente ha affermato il Ministro Piantedosi le mafie si combattono anche in questo modo, le demolizioni di luoghi che per anni hanno significato morte ed orrore da oggi assumono altro significato che è: legalità". Lo ha dichiarato il deputato Marco Cerreto dopo la demolizione del covo del boss Michele Zagaria.

"L'avvio della demolizione del bunker del boss dei Casalesi Zagaria, alla presenza del ministro Piantedosi e del sottosegretario Ferro, rappresenta un passo fondamentale per riaffermare la presenza dello Stato in tutto il territorio campano. Come senatrice di Caserta non posso che sottolineare come l'operato del governo Meloni si sia incamminato nella direzione più giusta per contrastare il crimine organizzato e per ridare alla nostra provincia e alla nostra regione la dignità che merita". Lo dichiara la senatrice di Fratelli d'Italia Giovanna Petrenga.

Copyright 2023 Citynews

Video popolari

"Lo Stato vince sempre, ma la camorra non è sconfitta" | VIDEO

CasertaNews è in caricamento