rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Volley

Ismea Aversa, suo il match da piani alti contro Tuscania. Bonini: “Eravamo tutti carichi e vogliosi”

Terzo posto in classifica

Una vittoria importantissima. La Ismea Aversa batte 3-1 la Maury’s Com Cavi Tuscania e rimane così ai piani altissimi della classifica con 15 punti, davanti Auripa e Aci Castello a 16, in primissima fila Palmi a 19.

“Una bella partita di gruppo, - ha detto il centrale Giuseppe Bonina al termine – a tratti abbiamo avuto qualche difficoltà, forse anche per il turno di riposo che abbiamo osservato, ma poi siamo andati alla grande. Quando giochi con le big è difficile dare il meglio tutte e due puntano allo stesso risultato, oggi tutti carichi e vogliosi”.

Nel primo set g equilibrio fino a quando sul finale di parziale la Maury’s Com Cavi Tuscania allunga riuscendo ad avere la meglio della Ismea cambiando campo 21-25.

Subito reazione e time out ospite sul 6-2. Poi da lì in poi è una ‘guerra’ anche di nervi con Aversa che macina gioco e punti fino al 23-16 siglato da Corrieri (entrato poco prima) direttamente da servizio. Morelli in parallela regala 7 set point: ne basta uno, ci pensa sempre l’opposto a regalare l’1-1 con un diagonale da applausi dopo uno scambio lunghissimo (25-17).

Al rientro in campo partenza da urlo di Putini e compagni (3-0) e primo ‘stop’ richiesto dal tecnico laziale. Ace di Putini (6-1) con la Maury’s che praticamente non è entrata in campo, il muro di Starace stampa subito il +8 (10-2). Starace veste i panni di ‘fenomeno’ e con un lungolinea tra asta e muro trova il +10 (15-5). Morelli non vuole essere da meno: ace e 16-5. Il set va via veloce, Aversa passa avanti 2-1 (chiude Bonina al centro per il 25-15).

Nel quarto parziale il primo allungo è dei laziali (8-10 con Rossatti) e coach Tomasello chiede subito time-out. Aversa gira a vuoto per qualche minuto e la Maury’s ne approfitta: 7-12. La Ismea si rifà sotto (11-13) e questa volta a fermare il gioco è Passaro. Bonina a muro non si supera (13-14), il pareggio è nell’aria e arriva a 19 con Trillini che stampa un monster block che infiamma il PalaJacazzi. Dieci secondi dopo il centrale si ripete e regala addirittura il vantaggio ai normanni, rimonta pazzesca. A questo punto Morelli si carica la squadra sulle spalle e mette a segno un paio dei suoi attacchi micidiali con il 24-20 con un muro e fuori che fa alzare in piedi tutto il palazzetto. Quattro match point. Solo il primo è annullato non il secondo: attacco in diagonale che la difesa non riesce a bloccare, è 3-1 con il 25-21 che manda in estasi tutti i tifosi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ismea Aversa, suo il match da piani alti contro Tuscania. Bonini: “Eravamo tutti carichi e vogliosi”

CasertaNews è in caricamento