Volalto, svolta dopo l'incontro Turco-Marino. Il patron non lascia la squadra: "Andiamo avanti"

Una nota della società ufficializza il cambio di rotta: "Lottiamo per la salvezza, ma anche la retrocessione non cambierebbe i nostri piani"

Il patron della Volalto Nicola Turco

Nicola Turco cambia idea dopo l’incontro col sindaco di Caserta Carlo Marino e decide di continuare il percorso nella Volalto 2.0 Caserta. “Un incontro - come si legge in una nota della società - che è servito, innanzitutto, a fare il punto sugli investimenti che la famiglia Turco ha fatto finora, senza il sostegno di chicchessia, tranne della Golden Tulip che ha fin qui sostenuto la Volalto 2.0 e che continua a sostenerla”, precisa il presidente Turco. “Investimenti importanti e sostanziosi che vanno dall’acquisto del titolo di A2, alla meritata promozione in A1 guadagnata sul taraflex, passando per la riqualificazione del Palavignola, divenuto un vero e proprio “tempio” del volley. Investimenti, è stato sottolineato nel corso dell’incontro, che non hanno trovato alcun riscontro né da parte di imprenditori-sponsor né da parte del pubblico che poco ha fatto sentire il proprio calore alla squadra impegnata a combattere strenuamente per mantenere alto il nome di Caserta e della sua provincia, lasciando il palazzetto sempre quasi vuoto ad ogni gara casalinga”.

E continua: “In questo scorcio di campionato i momenti bui non sono mancati, dalle minacce di morte indirizzate al presidente, ai ripetuti attacchi politico-mediatici sferrati in nome di chissà quale fine personale, e, nonostante tutto, il presidente Turco e la sua famiglia sono andati avanti. Ma i risultati non sono arrivati nemmeno dal campo, nonostante un roster di tutto rispetto con atlete ed allenatore pagati con cachet e stipendi stellari. Ed ecco allora il momento della riflessione e dell’azzeramento, con la decisione di rimettere in discussione tutto e di rivedere la composizione della squadra. Infatti, a fronte di investimenti significativi c’è la realtà del penultimo posto nella classifica. E il presidente Turco non ci sta. Quindi rivoluzione, per un cambiamento di rotta, e riunione con il sindaco Marino, nel corso della quale il presidente Turco ha ribadito le motivazioni di tutto quello che è accaduto, dei sacrifici fatti e non ricambiati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine si è deciso di andare avanti. “Turco non molla - continua la nota - come ha sempre fatto, comunque vada, mettendo sul tavolo anche la possibilità della retrocessione in A2 e ripartendo il prossimo anno. La Volalto 2.0, dunque, da oggi è sul mercato per i nuovi innesti, prosegue la sua corsa in questa magnifica e unica esperienza dell’A1, fino alla fine del campionato. Gli obiettivi restano comunque la salvezza e rimanere in A1, ma si può anche retrocedere e quindi si riparte l’anno prossimo dall’A2. L’incontro si è concluso con l’auspicio, sia da parte del presidente del Club, Nicola Turco, che da parte del primo cittadino, Carlo Marino, che ci possa essere una sensibilità maggiore da parte del pubblico e della tifoseria sana, che vengano a sostenere la squadra, riempire il palazzetto, far sentire il calore e l’affetto alla squadra e soprattutto sostenere la società Volalto 2.0 e il presidente Turco per andare avanti, comunque vada, sempre a testa alta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento