menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I MYA Steel Bucks mettono in bacheca il primo trofeo

I casertani a Firenze conquistano il terzo posto del Torneo CSI 7 League

Domenica 27 al “Guelfi Stadium” di Firenze i MYA Steel Bucks Caserta hanno vinto la finale contro i Bears Alessandria per 25 a 19 e si sono classificati al 3° posto del Campionato Nazionale CSI 7 LEAGUE di football americano.

Sotto un cielo grigio e con una temperatura di poco sopra lo zero i MYA Steel Bucks Caserta hanno disputato la partita più bella ed importante della loro giovane storia. In palio c’era il podio per il terzo posto ma le premesse per il team casertano non erano certo delle migliori: su un roster di 26 atleti tra indisponibilità, influenza e infortuni gli uomini a disposizione di Coach Gionti erano solo 16. Si è reso necessario convocare anche Papale e Mormile che sono stati impiegati anche se non in perfette condizioni fisiche ma che con sacrificio hanno contribuito all’impresa.

Il primo quarto di gioco si è chiuso sullo 0-0 senza troppe emozioni, le squadre si sono studiate cercando di non commettere errori.

 Il secondo quarto vedeva i casertani andare in vantaggio 6-0 con una corsa del QB Rossetti. Nemmeno il tempo di esultare che i Bears mettevano a segno un TD con punto addizionale e fissavano il risultato sul 6-7. Pochi minuti dopo un nuovo touchdown per Alessandria gelava il team casertano. Il secondo quarto si chiudeva con il punteggio di 13 a 6 in favore dei piemontesi.

Gli atleti casertani approfittavano dell’intervallo per recuperare le forze mentre lo staff tecnico preparava schemi e strategie per riaprire la partita.

Purtroppo nel terzo quarto con l’ennesimo schema di corsa erano ancora i Bears ad andare di nuovo in touchdown: 19 a 6

A questo punto la difesa casertana dava la scossa alla tutta la squadra. Sotto la guida dei veterani Sorrentino e Mormile, Cioffi e i giovani Valsecchi e Trepiccione si compattavano vanificando i giochi di corsa dei Bears. Fermato senza ulteriori danni l’attacco piemontese toccava agli Steel Bucks il possesso di palla. Metro dopo metro Caserta guadagnava terreno fino alla endzone dove Rossetti metteva a segno un altro TD: sei punti Caserta.

Finiva il terzo quarto di gioco col punteggio di 19 a 12 per Alessandria.                                               Ultimi dieci minuti da giocare.

Ormai la rimonta aveva avuto inizio. Non riuscendo a correre i Bears si affidavano al gioco aereo con lanci che puntualmente Mastroianni e Casertano intercettavano. Il LB D’Angelo demoliva materialmente e moralmente l’attacco alessandrino atterrando per ben sei volte il quarterback dei Bears. Sulle ali del ritrovato entusiasmo l’attacco di Caserta metteva a segno un altro TD con il RB Merola. Il tabellone segnava ancora 19 a 18 per i Bears con pochi minuti da giocare. La difesa casertana bloccando i Bears consegnava la palla nelle mani del proprio attacco. Toccava ad un imprendibile Giovanni Marassi sfruttare un corridoio aperto dalla coppia Gambardella –Gammella correre per tutto il campo e portare il pallone in touchdown per il vantaggio Steel Bucks : 24 a 19.

Trasformazione da un punto di Morgillo che si tuffava nell’endzone dei piemontesi per il definitivo 25 a 19. Pochi secondi rimasti sul cronometro separavano i MYA Steel Bucks dalla vittoria.

Al triplice fischio dell’arbitro esplodeva la gioia per i ragazzi di Caserta. Il primo trofeo da mettere in bacheca era finalmente nelle mani del presidente De Rosa. Come da tradizione iniziava la festa tra gavettoni di spumante, abbracci, canti, foto ed anche qualche lacrima di gioia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento