rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Sport

Alla Scuola Specialisti la terza edizione della Special Olympics

All'importante manifestazione sportiva regionale hanno partecipato 144 atleti con disabilità intellettiva e relazionale

La torcia olimpica entra nel Centro Polifunzionale della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare e inizia la sfilata che condurrà gli atleti con i loro accompagnatori, passando davanti ai laboratori e alle aule dove vengono formati gli Specialisti dell’Aeronautica Militare, al tripode olimpico. L’accensione del tripode e l’inno nazionale, eseguito dal soprano Teresa Sparaco, segnano formalmente l’apertura della manifestazione sportiva che, per l’intero fine settimana, è ospitata dallo storico Istituto di formazione casertano dell’Aeronautica Militare che ha condiviso i profondi valori di rispetto ed inclusione che la manifestazione sottende. 

Si tratta di un evento di particolare rilievo, durante il quale gli atleti, presso i campi sportivi della Scuola Specialisti, si sono sfidati in due discipline sportive: calcio a 5 e equitazione. Quest’anno e per la prima volta, gli atleti si sono cimentati anche in sport con finalità solo dimostrative come il padel, il badminton e alcuni sport rotellistici. In tutto, hanno partecipato 144 atleti con disabilità intellettiva e relazionale provenienti dalla Calabria, dalla Campania e dall’Emilia Romagna.

“Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”, queste le parole del Giuramento dell’Atleta, recitate con emozione da uno dei partecipanti ai giochi. Parole riprese durante la cerimonia di apertura dal colonnello Francesco Sassara, comandante la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare che, rivolgendosi agli atleti, ha dichiarato: “L’espressione dello sport quale 'tentativo di superare il limite' è talmente pregnante nel nostro operato da essere scelta come motto della Scuola che è appunto 'per tentare gli Spazi'. Ecco quindi che risuona il verbo 'tentare', presente anche nel Giuramento dell’Atleta proprio per ricordarci, ogni giorno, di ispirare il nostro operato come Atleti e come Frequentatori (che sono i nostri Atleti) di impegnarsi al massimo nel tentativo di superare ognuno i propri limiti”.

A dare il benvenuto a tutti i partecipanti, anche il Direttore Regionale Campania di Special Olympics, Salvatore Taurino, organizzatore della manifestazione, che ha ringraziato l’Aeronautica Militare per essere sempre una risorsa al servizio della Paese. Presente anche il Vice Presidente di Special Olympics Italia, Alessandro Palazzotti.

Subito dopo il Giuramento dell’Atleta, il palco dell’Auditorium della Scuola Specialisti dell'Aeronautica Militare è diventato il tappetino per l’esecuzione di spettacoli di Ginnastica Ritmica; le esibizioni delle atlete, più di tante parole, hanno trasmesso l’essenza dello Special Olympics: un ambiente sano e stimolante può restituire, anche molto più, di quanto la genetica possa aver tolto. Il coinvolgimento emotivo si è poi sentito in tutte le Autorità che successivamente sono intervenute; in particolare, l’assessore allo Sport del Comune di Caserta, Gerarda Martino, il consigliere della Regione Campania, Maria Luigia Iodice, l’onorevole Gianpiero Zinzi e la Vice Prefetto, Savina Macchiarelli.

Sabato 8 ottobre, presso i campi sportivi della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, hanno avuto inizio le competizioni sportive: 60 atleti, in sella ai loro destrieri, hanno completato il circuito ivi allestito per le gare di equitazione, contemporaneamente si è dato inizio al torneo di calcio a 5 con una partita inaugurale a squadre miste di partecipanti con e senza disabilità intellettiva, con simili capacità e con pari età. Alla partita inaugurale ha preso parte anche una rappresentanza di militari dell’Istituto di formazione casertano.

A seguire, arbitrati da Pasquale Valentino e da Nello Bufalino, il campo di calcio ha visto l’alternarsi dei diversi team che si sono sfidati lealmente e con vero spirito sportivo per arrivare a giocare le semifinali e le finali di domenica 9 ottobre.

La manifestazione si è conclusa domenica con la premiazione di tutti gli atleti, in perfetta coerenza con lo spirito che anima gli Special Olympics Games; in occasione dell’evento di chiusura, ha portato il suo saluto agli atleti il generale Elia Rubino, Presidente della Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta che, insieme ad altre organizzazioni, ha patrocinato la manifestazione sportiva.

La Scuola Specialisti, oltre ad ospitare gli eventi sportivi, le cerimonie di apertura e chiusura e i momenti di intrattenimento per gli atleti, tra cui un concerto tenuto da una rappresentanza della Nuova Accademia Toscanini e un concerto tenuto da Erasmo Duo, entrambi presso il proprio Auditorium, ha fornito agli organizzatori il supporto tecnico-logistico necessario.

Hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione anche i volontari della Protezione Civile di San Nicola la Strada, coordinati dal Presidente Ciro De Maio, i docenti e gli studenti dell’istituto scolastico “Terra di Lavoro”, coordinati dalla professoressa Alessandra Ommeniello, i volontari della Cireneo Onlus, coordinati da Mimmo Dragone e Filomena Perna, i membri di Esse Rete Associativa, coordinati dal presidente Massimo Di Mauro e i membri dell’associazione Elpida di Sant’Agata dei Goti.

La missione di Special Olympics è quella di dare l’opportunità di allenarsi e gareggiare in una varietà di sport olimpici a bambini ed adulti con disabilità intellettive durante tutto il corso dell’anno. Ciò consente loro di sviluppare ed accrescere il proprio benessere fisico, di dimostrare coraggio, sperimentare la gioia di partecipare in un clima di scambio continuo. Si mettono in campo le abilità, si stringono amicizie con altri Atleti, si vivono esperienze uniche assieme ai tecnici, ai volontari, ai propri familiari e a tutta la comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Scuola Specialisti la terza edizione della Special Olympics

CasertaNews è in caricamento