menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Far west allo stadio, calciatore colpito con un pugno al volto

Pesanti multe per le due società, gara sospesa dopo 25 minuti di gioco

Più che una partita di calcio è stato un vero e proprio far west. Quella tra Real Sanfeliciana (San Felice a Cancello) e Valle (Valle di Maddaloni), gara valida per il campionato di Seconda categoria, sarà ricordata come una brutta pagina di violenza sui campi di calcio. Il Giudice sportivo ci è andato giù duro sanzionando le due società e rifilando squalifiche pesantissime. 

Nel comunicato ufficiale della Figc si fa riferimento al referto arbitrale e al relativo supplemento col quale si specifica che "minuto 25 del primo tempo di gara il calciatore Domenico De Rosa, in forza alla società Valle si avvicinava alla recinzione per polemizzare con i sostenitori locali, che ripetutamente avevano offeso la squadra dell'Usc Valle, profferendo parole offensive". Diciamo che da qui parte tutto perché poi successivamente "veniva aggredito e colpito dal calciatore Giuseppe De Lucia della società asd Real San Feliciana". A seguito dell'aggressione il calciatore Domenico De Rosa si accasciava a terra lamentando forte dolore e quindi "conseguentemente tutti i calciatori della squadra dell'Usc Valle decidevano di abbandonare il recinto di gioco e di rientrare negli spogliatoi". 

Ne veniva fuori quindi un confronto con il capitano, ma la squadra di Valle di Maddaloni "confermava la decisione di non rientrare in campo e pertanto il direttore di gara si vedeva costretto a sospendere definitivamente la gara". 

Ma non finisce qui perché "al momento di lasciare l'impianto, il direttore di gara veniva informato dal custode della struttura che gli ospiti avevano danneggiato gli spogliatoio a loro assegnato, facendogli constatare alcuni danni".

Per questi motivi la società del Real Sanfeliciana ha avuto una multa di 200 euro "per omessa richiesta della forza pubblica ed inoltre per intemperanze dei propri sostenitori che hanno provocato la reazione scomposta del calciatore De Rosa Domenico" mentre alla società di Valle di Maddaloni "l'ammenda complessiva di 250 euro per la prima rinuncia, nonché per il danneggiamento degli spogliatoi". Ma non finisce qui: "Punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 al Valle di Maddaloni, nonché un punto di penalizzazione".

Giuseppe De Lucia è stato invece squalificato per 4 mesi (fino all'8 giugno 2020) perché "al minuto 25 del primo tempo, colpiva con un pugno un giocatore della squadra avversaria che si era portato vicino alla recinzione per polemizzare con il pubblico locale che ripetutamente aveva offeso la sua squadra; a seguito dell'aggressione, il calciatore colpito si accasciava a terra, lamentando forti dolori ad un occhio. Conseguentemente tutti i calciatori della società Valle decidevano di abbandonare il terreno di gioco".

Cinque gara di stop anche per Domenico De Rosa perché "a seguito di provocazione da parte della tifoseria locale, si avvicinava alla recinzione e rispondeva alla provocazione, offendendo il pubblico. questo comportamento provocava la reazione di un calciatore della
squadra locale, che sarà parimenti sanzionato dal Gst e provocava inoltre gravi disordini che portavano infine alla sospensione della gara".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento