rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Sport Cervino

Botte da orbi allo stadio, arbitro mandato in ospedale

Il direttore di gara ha sospeso la partita dopo 30 minuti in seguito all'espulsione di un calciatore

Assurdo in Terza categoria. Ancora violenza su un campo di calcio. E ovviamente come succede nelle categorie minori il tutto accade senza le forze dell'ordine a 'presidiare' che tutto vada nel migliore dei modi. L'ultimo episodio di cronaca arriva da Cervino, dove ieri (sabato 8 febbraio) si giocava la partita Dea Diana Cervino - Nuova Sanfeliciana. 

Gara nervosa sin dal primo minuto di gioco, poi la Nuova Sanfeliciana (già protagonista con un proprio tesserato contro il Valle di Maddaloni) passa in vantaggio e la gara continua fino al 30' quando il direttore di gara espelle un calciatore ospite lasciando la squadra di San Felice a Cancello in dieci uomini e lì nasce il parapiglia. Sì perché l'arbitro viene prima circondato e poi successivamente colpito anche al ginocchio. 

Gli animi sono agitati, la gara viene sospesa e si torna negli spogliatoi. Ma il direttore di gara viene 'circondato' e minacciato per tanti (troppi) minuti dopo la sospensione del match. La gara non riprende e l'arbitro si reca in ospedale accompagnato da un dirigente locale. Fortunatamente per lui nulla di grave, ma solo tanta paura. Adesso toccherà al Giudice sportivo decidere la sanzione da comminare ai responsabili di questo ennesimo brutto episodio di cronaca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte da orbi allo stadio, arbitro mandato in ospedale

CasertaNews è in caricamento