SERIE C, IL PUNTO. La Casertana ‘regala’ i primi tre punti, vincono le big

Catania e Bari centrano il blitz, doppietta per tre bomber

L'allenatore della Casertana Ciro Ginestra

Primo atto di campionato, quello disputato nel week end e le big (o presunte tali) fanno sin da subito la voce grossa e vanno a conquistare la corda per far capire immediatamente che anche il calcio d’agosto- seppure alla fine- può decifrare quali siano i valori che si andranno a delineare. Vittorie in trasferte per Catania e Bari mentre non falliscono l’appuntamento con la prima in casa Catanzaro e Potenza. Quattro le vittorie in trasferta, la metà dei successi totali; 28 i gol totali di cui 16 a favore delle squadre viaggianti e quattro rigori realizzati. Copertina d’obbligo per il Catania che rifila un tennistico 6-3 all’Avellino a domicilio. Gara subito in discesa per i siciliani che con Di Piazza e Lodi mettono in cassaforte il risultato in mezz’ora e poi dopo il sussulto irpino con Albadoro dilagano con Welbeck, Mazzarani e Bucolo. Nel finale la doppietta di Di Paolantonio rende più soffice il risultato per il team di Giovanni Ignoffo. Meno facile del previsto il blitz del bari a Lentini contro la Sicula Leonzio. Dopo il rigore di Antenucci bisogna arrivare alla zona Cesarini affinché D’Ursi possa annientare le ambizioni di pareggio per i siciliani. Convincente la vittoria della Ternana a Rieti ed anche in questo caso un mostro sacro (Marilungo) si mette in evidenza con la doppietta. Il quarto colpo in trasferta è messo a segno dal Bisceglie che regola di misura il Rende. Nella ‘norma’ i 2-1 interni del Catanzaro sul Teramo e della Viterbese sulla Paganese. Due i pareggi ed entrambi col punteggio di 1-1 tra Cavese e Picerno, coi lucani in vantaggio per oltre 45’ e tra Francavilla e Reggina coi calabresi salvati da Ciccio De Rose, dopo il rigore iniziale di Vasquez. 

Resta da dire di Potenza-Casertana. Che il match del Viviani si presentasse ostico per i falchetti era risaputo, vuoi per la differenza dei valori in campo, vuoi perché le ambizioni tra le due squadre rossoblù sono chiaramente diversificate, tutte a favore dei lucani. La Casertana avrebbe dovuto sopperire con altre peculiarità all’handicap, ma purtroppo alcune scelte risultate poco chiare hanno deviato a favore degli ospiti l’ago della bilancia. A parte la sostituzione di Lame col giovanissimo Ciriello – che ci potrebbe anche stare a modestissimo parere di chi scrive – ciò che ha lascato perplesso sono state alcune posizioni di qualche calciatore. Come per esempio Zito che l’anno scorso ha svariato sempre sulla fascia sinistra e a Potenza è stato impiegato come intermedio a destra. Qualcuno dice per dirottare Longo sulla sinistra per una posizione all’ex Bisceglie più congeniale, ma nella passata stagione l’elemento in discussione ha giocato sempre a destra… Come pure nessuno ha saputo spiegarsi le motivazioni dell’esclusione dall’undici iniziale di Laaribi. Chi aveva sospettato una scarsa condizione fisica è stato smentito dalla prestazione dell’ex Rende, sin dal suo ingresso in campo. Lo stesso Laaribi era il candidato numero uno a calciare le punizioni, specialmente da certe posizioni, ma in una delle poche occasioni simili il marocchino ha dovuto cedere il testimone – come capitato qualche volta a Pinna nella scorsa stagione – ad Antonio Floro Flores, col risultato che gli astanti al Viviani e chi ha visto i filmati in tv o sul pc hanno potuto constatare con quanta approssimazione è andato all’appuntamento l’attaccante napoletano. Insomma delle scelte apparse ai più poco opportune e che hanno fatto il gioco dei padroni di casa, dopo le precauzioni assunte dal tecnico Raffaele che oltre tutto ha dimostrato di avere un gruppo già in palla e in grado di correre per tutti i 90 e passa minuti. Ovvio che bisogna correre ai ripari e possibilmente nel corso della settimana, altrimenti col gruppo di calciatori a disposizione di Ginestra e con un 3-5-2 che stenta a trovare gli interpreti adatti il campionato che tutti si augurano almeno tranquillo si trasformerà in qualcosa di molto pericoloso.

PRIMA GIORNATA - RISULTATI

Rieti-Ternana: 1-3

Avellino - Catania: 3-6

Catanzaro - Teramo: 2-1

Virtus Francavilla - Reggina: 1-1

Potenza - Casertana: 1-0

Rende - Bisceglia : 0-1

Sicula Leonzio - Bari: 0-2

Monopoli - Vibonese: 1-0

Viterbese-Paganese: 2-1

Cavese-Picerno: 1-1

LA CLASSIFICA

Catania 3

Ternana 3

Bari 3

Bisceglie 3

Catanzaro 3

Monopoli 3

Potenza 3

Viterbese 3

Reggina 1

Picerno 1

V. Francavilla 1

Cavese 1

Paganese 0

Casertana 0

Teramo 0

Vibonese 0

Sicula Leonzio 0

Rende 0

Rieti 0

Avellino 0

I MARCATORI

2 gol Di Piazza (Catania)

Marilungo (Ternana)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Paolantonio (rig)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

  • Coronavirus, altri 47 tamponi positivi in Campania

Torna su
CasertaNews è in caricamento