Casertana con la Sicula per ritrovare il riscatto. LE PROBABILI FORMAZIONI

Out Caldore e D’Angelo, Ginestra deve rivoluzionare l’assetto rossoblù

Casertana-Sicula Leonzio, gara valida per la nona giornata di campionato in Serie C, è una di quella che potrebbe portare il rischio di cadere nel banale: distante il divario in classifica, con la squadra ospite – proveniente da due sconfitte consecutive – che dovrà fare appello a tutto l’orgoglio di cui è capace per tirarsi fuori dalle sabbie mobili. La stessa panchina di Vito Grieco è fortemente traballante e nonostante la bocca d’ossigeno incamerata col 2-1 nei confronti del Bisceglie alla settima giornata, la classifica bianconera rimane tuttora asfittica e bisognevole di punti preziosi. Tutto ciò in evidente contrasto con le ambizioni societarie e con i tanti (e di rilievo) arrivi a Lentini. Addetti ai lavori e tecnici fanno fatica a capire come mai un organico con pregevoli calciatori faccia fatica a tenere il passo se non delle grandi, quanto meno delle squadre che lottano per una salvezza tranquilla.

Tuttavia sono proprio queste partite che rappresentano il pericolo maggiore per squadre come la Casertana che, pur potendo giocare in assoluta serenità, deve giocoforza conquistare i tre punti in palio, per svariate ragioni. In primis, finora il Pinto si è rivelato una vera fortezza per i falchetti che vi hanno trovato il percorso netto; poi perché è innegabile che la squadra rossoblù ha già lasciato per strada qualche punto di troppo contro rivali di caratura inferiore; infine c’è da riscattare la sconfitta di Vibo Valentia, provocata, a detta dell’allenatore Ginestra, da quegli errori che, evitati nelle occasioni precedenti, avevano mostrato una squadra in salute e capace di giocarsela con tutti. Bisogna – sostiene Ginestra – tornare allo spirito col quale è stato affrontato il Catanzaro, senza però consentire che la schiacciante vittoria contro l’allora capolista faccia montare la testa a nessuno.

Domani la Casertana dovrà fare i conti con qualche assenza che non consentirà al tecnico di insistere sul canovaccio che ha caratterizzato questa prima parte di stagione. Due le assenze di rilievo rispetto alle ultime formazioni utilizzate in gran parte delle partite disputate: Caldore dovrà scontare il turno di squalifica rimediato a Vibo mentre D’Angelo è rimasto fermo per tutta la settimana per una botta rimediata nella stessa occasione. Le alternative alla prima carenza possono essere lo spostamento sulla linea difensiva di Longo – come in altre circostanze emergenziali, con conseguente dirottamento di Rainone sulla fascia sinistra ma è anche probabile che si mantenga inalterata la catena di destra e al posto dello squalificato Caldore possa essere inserito Petar Zivkov, ormai recuperato in pieno dopo l’infortunio cche lo ha tenuto fuori per le prime cinque giornate del torneo. Per la sostituzione di D’Angelo si può ovviare con l’inserimento di Laaribi, a sua volta utilizzato in misura ridotta rispetto alle aspettative generali. L’assenza forzata del centrocampista ex Avellino ridurrà il numero di giocatori che finora non ha saltato neanche un minuto nelle partite di campionato: restano i soli Castaldo e il portiere Crispino a detenere questo record mentre tutti gli altri, chi più chi meno si sono alternati nello scacchiere di Ginestra. Fatto sta che comunque la lista di convocati si assottiglia sempre più e domani il segretario avrà la possibilità di inserire in distinta solo venti nominativi a fronte dei 23/24 di qualche settimana fa.

Sull’altro lato Grieco ha il suo da fare per presentare a Caserta una formazione che possa evitare un nuovo flop e di conseguenza la sua già risicata posizione. Rispetto alla sconfitta di Teramo – mercoledì scorso nel recupero della seconda giornata – l’allenatore siciliano deve rinunciare a qualche elemento che non ha recuperato dall’impegno del Bonolis. In difesa De Rossi potrebbe sostituire Ferrni ed in mediana Sabatino dovrebbe prendere il posto di Cozza. Occhio in avanti alla coppia Sicurella-Lescano ma attenzione anche al redivivo Bariti tornato in rete con il gol del momentaneo pareggio nella recente partita col Monopoli. La società ha chiesto una maggiore concentrazione e decisione nell’affrontare gli impegni di turno e a tal proposito ai tesserati bianconeri è stato imposto il silenzio stampa per ritrovare l’armonia e lo spirito giusto per strappare un risultato utile al Pinto. Cosa che ai bianconeri di Lentini è capitato (con un doppio 1-1) nei due precedenti incontri disputati nell’impianto di Viale Medaglie d’Oro.

A dirigere l’incontro è stato designato il signor Longo di Paola che darà il fischio di inizio alle ore 17,30. 

LE PROBABILI FORMAZIONI

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Rainone, Silva, Zivkov; Longo, Laaribi, Santoro, Zito, Paparusso; Starita, Castaldo. All. Ciro Ginestra

SICULA LEONZIO (3-5-2): Nordi; Sosa, Petta, De Rossi; Parisi, Sabatino, Maimone, Palermo, Bariti; Sicurella, Lescano. Allenatore Vito Grieco 

ARBITRO: Federico Longo di Paola (Claudio Barone e Domenico Fortemurato di Roma)

9^ GIORNATA - LE GARE IN PROGRAMMA

(domenica 13 ottobre)

Bari - Ternana           ore 17,30            

Casertana - Sicula Leonzio    ore 17,30            

Catania - Picerno                   ore 15

Paganese - Avellino         ore 17,30                  

Potenza - Teramo                ore 15  

Reggina – Catanzaro stasera 12 ottobre, ore 20,45              

Rende - Cavese                   ore 15 

Rieti - Monopoli                     ore 17,30             

Viterbese - Bisceglie              ore 17,30            

V. Francavilla – Vibonese ore 17,30            

LA CLASSIFICA

Ternana 19, Potenza 17, Reggina 16, Monopoli 16, Catanzaro 16, Bari 14, Casertana 12, Catania 12, Paganese 12, Vibonese 11, Viterbese 11, Avellino 10, V. Francavilla 9, Picerno 9, Bisceglie 9, Teramo 9, Cavese 8, Sicula Leonzio 5, Rieti 2.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento