menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Casertana impegnata a Pagani

La Casertana impegnata a Pagani

La Casertana vince in rimonta, la Paganese va ko

L’ingresso di Castaldo cambia la partita, la classifica comincia a sorridere

Ancora una volta la Casertana si trova ad affrontare una sfida altamente delicata con una vigilia turbolenta che mina non poco la serenità dei falchetti. Quella di domenica scorsa – contro il Catania – fu preceduta dal furto dei completini di gioco ed effetti personali dei calciatori che giunsero al fischio d’inizio non senza fibrillazioni; oggi invece la partita di Pagani è stata caratterizzata dalla dura presa di posizione da parte del tifo organizzato che hanno chiesto, con toni abbastanza duri, che il presidente D’Agostino si facesse da parte, non condividendo alcune scelte (in particolare il rientro in società di Aniello Martone) da parte della dirigenza rossoblù. Per ora non c’è reazione da parte della proprietà, proprio per non turbare ulteriormente il match del Torre, ma è inevitabile che qualche corda è stata pizzicata in maniera determinante e al termine della gara o nei prossimi giorni ci sarà la reazione. I falchetti scendono a Pagani col chiaro proposito di portare a casa i tre punti, in modo da distanziare sensibilmente i rivali in classifica, aggiungere ulteriore vantaggio rispetto all’ultima posizione in graduatoria, con la Cavese uscita ancora battuta, nella giornata di ieri e scalare ulteriori posizioni in classifica con la Viterbese e il Bisceglie attese da ardui impegni, oltre al Potenza che sta fermo per il canonico riposo. Sorpasso certo – in caso di vittoria – ai danni del Monopoli fermato al 90’ da un’autorete che ha consenti il pari al Catanzaro.

LE SCELTE. L’esordiente Di Napoli sceglie la Paganese dell’ultimo periodo: una sola variazione rispetto alle ultime uscite, nella zona nevralgica del campo dove Benedetti rientra dopo un lungo infortunio e fa tirare il fiato a Bonavolontà. Confermata la coppia d’attacco Diop-Mendicino con Scarpa che parte dalla panchina. Anche Guidi ripresenta la Casertana dell’ultima uscita contro il Catania con l’unico inserimento di Matese in luogo dell’infortunato Pacilli. Il rientrante Buschiazzo trova posto solo in panchina con Konate confermato a fianco di Carillo. Sempre dalla panchina partono Castaldo e Fedato, pronti a dare il loro contributo in caso di necessità.

PRIMO TEMPO. Si parte al piccolo trotto con le due squadre più impegnate a controllare che ad offendere. Complice di tale atteggiamento le condizioni climatiche davvero impervie con il terreno di gioco ai limiti della praticabilità. Al 4’ un pallone a centro area raggiunge Diop sul quale rinviene Matese che nell’anticipare il senegalese lo scalcia da dietro e per l’arbitro ci sono gli estremi del rigore. Sul dischetto lo stesso Diop il cui tiro viene intercettato da Avella ma non in maniera sufficiente per trattenerlo prima che varchi la soglia fatale e gli azzurrostellati si ritrovano in vantaggio. La reazione rossoblù non arriva anche per la pressione costante esercitata dal folto centrocampo locale che spegne sul nascere qualsiasi tentativo di ripartenza. Al 17’ Schiavino perde palla in uscita e la Casertana può architettare una manovra che porta Turchetta al tiro ma c’è una deviazione che provoca il primo angolo della gara che produce una nuova deviazione in corner sulla cui battuta Hadziosmanovic non riesce a centrare lo specchio della porta. La Casertana esercita un costante possesso palla ma non riesce mai a penetrare con efficacia nella retroguardia avversaria. Quando al 27’ capita una occasione buona per farlo la difesa azzurra sale prontamente e lascia Icardi in fuorigioco vanificando il tentativo ospite. Occasioni da gol se ne contano poche e la più ghiotta capita al 33’ a Mendicino ben servito da Schiavino ma la sua deviazione di testa si perde sul fondo. Al 38’ altra palla buona per Onescu che da solo davanti ad Avella non riesce nella deviazione vincente. Al 40’ doppia occasione una per parte: prima Hadziosmanovic riesce a superare Campani ma il terreno fangoso blocca la sfera prima di superarlo completamente, quindi su capovolgimento di fronte Mendicino viene rimontato da Carillo che gli impedisce la battuta a rete e quando all’ex Salernitana viene fornita una seconda opportunità calcia sull’esterno della rete. La prima frazione si chiude con un tentativo di Diop che termina alto sulla traversa.      

SECONDO TEMPO. Si riprende con gli stessi protagonisti della prima frazione ma sin da subito cominciano a riscaldarsi sia Castaldo che Fedato per eventuali inserimenti al fine di intensificare l’entità offensiva. Il primo entra in campo dopo 8’ al posto di Matese e Icardi torna nel suo ruolo più congeniale di centrocampista. Lo stesso Icardi va alla conclusione da fuori al 10’ ma la sua mira è fuori misura. La Casertana comunque è ora padrona del campo e comincia a far sentire la sua pressione agli avversari. Resta comunque invariata la difficoltà a penetrare nell’area avversaria e dopo Icardi ci prova anche Santoro dalla distanza con lo stesso effetto del precedente. La pressione ospite è premiata al 12’ quando Del Grosso lancia in avanti uno spiovente che il tocco di testa di Konate si trasforma in un prezioso assist per la testa di Castaldo che supera Campani. Ci prova al 18’ Gaeta dal limite con palla sul fondo e sulla pronta ripartenza la Casertana arriva alla conclusione che frutta solo il terzo tiro dalla bandierina. Di Napoli sostituisce un evanescente Mendicino buttando nella mischia Cesaretti. Al 25’ un lungo dialogo tra Del Grosso e Turchetta produce un cross che provoca un nuovo cross che Campani devia in angolo; sugli sviluppi del corner la palla arriva a Cuppone che sottomisura trafigge Campani. La Paganese accusa il colpo e la Casertana passa ancora dopo 2’ con Icardi che conquista palla a centrocampo, fa qualche passo e lascia partire un fendente alla sinistra del portiere locale trovando il suo terzo gol in campionato. Al 76’ Santoro trova su calcio piazzato Hadziosmanovic il cui bolide lambisce il palo alla sinistra di Campani. Negli ultimi minuti la Casertana gestisce comodamene il doppio vantaggio, anche con forze fresche (Fedato, Polito) lasciando il possesso alla Paganese ma non permettendole mai di farsi minacciosa. Al 90’ il signor Nicolini comanda 5’ di recupero durante i quali i falchetti riescono a comprimere gli azzurrostellati nella propria metà campo. In una delle rare occasioni in cui si porta in avanti ci pensa Avella a spegnere gli ardori bloccando a terra un colpo di testa di Cesaretti. E’ la terza vittoria in trasferta per la Casertana che ora guarda a Bisceglie e Castellammare per migliorare ancora il suo rendimento esterno. Intanto comincia a sorridere per davvero dal momento che mette alle spalle Potenza e Monopoli e staccando sensibilmente gli avversari odierni. 

PAGANESE-CASERTANA         1-3

PAGANESE (3-5-2): Campani; Cicagna, Schiavino, Mattia (75’ Scarpa); Carotenuto, Onescu, Benedetti (75’ Bonavolontà), Gaeta, Squillace; Diop (83’ Isufaj), Mendicino (66’ Cesaretti). A disp. Bovenzi, Fasan, Esposito, Sbambato, Perazzolo, Sirignano, Curci, Isufaj, Costagliola. All. Ferdinando Di Napoli

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (83’ Polito), Konate, Carillo, Del Grosso; Matese (52’ Castaldo), Santoro, Izzillo; Icardi, Cuppone (83’ Fedato), Turchetta (79’ Buschiazzo). A disp. Dekic, Zivkovic, Petruccelli, Setola, Valeau. All. Federico Guidi

ARBITRO: Stefano Nicolini di Brescia (Andrea Cravotta di Città di Castello e Stefano Camilli di Foligno; IV ufficiale Enrico Gigliotti di Cosenza

RETI: 5’ Diop (rig.); 57’ Castaldo; 70’ Cuppone; 72’ Icardi

NOTE: giornata fredda e piovosa, terreno in condizioni viscide per l’abbondante pioggia; partita disputata in assenza dei tifosi; angoli 4-2 per la Casertana; ammoniti Matese, Icardi, Del Grosso Schiavino; recupero 1’ e 5’  

19^ GIORNATA

I RISULTATI

Avellino - Cavese             1-0            

Bisceglie - Bari                 0-1            

Catania - Foggia              2-1           

Juve Stabia - Ternana     0-3       

Monopoli - Catanzaro       1-1       

Paganese - Casertana     1-3       

Palermo - V. Francavilla   1-2      

Turris - Vibonese             1-1            

Viterbese – Teramo         1-0

             riposa Potenza

LA CLASSIFICA

Ternana                 46

Bari                        38

Avellino                  31

Catania (-2)            30

Teramo                  28

Foggia                   28

Catanzaro              28

Turris           27

Palermo                 24

Juve Stabia            23

V. Francavilla         22

Vibonese                21

Viterbese                18

Casertana              18

Monopoli                17

Potenza                 16

Bisceglie                14

Paganese               12

Cavese                  8

Trapani                  escluso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento