“Non giochiamo tra i fumi tossici”. Clamorosa decisione della squadra di calcio

Il Montesarchio non scende in campo a Marcianise per la partita

Lo stadio Progreditur è rimasto vuoto

“E’ incomprensibile dispurare una gara su un terreno di gioco situato in prossimità dello stabilimento Lea”. Con queste parole il presidente del Montesarchio calcio Tommaso D’Ambrosio ha giustificato la decisione della sua squadra di non scendere in campo oggi per la gara di campionato a Marcianise dp il rogo che ha colpito l'azienda di rifiuti.

“La società Montesarchio non intende in alcun modo mettere a rischio la salute dei propri tesserati derivante da inalazioni di polveri e fumi tossici scaturite dalla combustione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento