I calciatori del Mithraeum alla scoperta delle proprie origini

Lo staff della squadra calcistica ha visitato la mostra al Museo Archeologico dell’Antica Capua

Una delegazione dell'ASD Mithraeum 2018 alla mostra sul culto del dio Mitra

Domenica mattina una delegazione dell' A.S.D. Mithraeum 2018, squadra calcistica di Santa Maria Capua Vetere, ha visitato la mostra “Mitra a Capua Vetere tra Oriente e Occidente”, che si è svolta dal 15 giugno fino al 5 novembre presso il Museo Archeologico dell’Antica Capua. Tale visita rientra all'interno del progetto Mithraeum 2018, che intreccia lo sport con aspetti importanti quali la storia, la cultura ed il sociale. Basi fondamentali, previste all’interno dello statuto societario, su cui il sodalizio fonda il proprio operato con grande entusiasmo e vivo interesse. 

I membri dello staff presenti alla mostra hanno potuto conoscere da vicino le origini del culto del dio Mitra (che dà origine al nome, in onore del Mitreo presente nella città di Santa Maria Capua Vetere), attraverso un percorso espositivo composto da oggetti di culto, bassorilievi, statue, bronzetti, monete, rimandi alle fonti, video-installazioni, pannelli e suggestivi apparati scenografici.

Identificando con la scelta del nome “Mithraeum” il desiderio di dare spazio a tutte quelle risorse minori, in primis i ragazzi che hanno voglia di adoperarsi per la propria città e soprattutto le bellezze “dimenticate” dello sterminato patrimonio sammaritano, la società di giovani sammaritani ha intenzione di compiere diverse iniziative utili a far conoscere il Mitreo in tutta la sua bellezza, focalizzando l’attenzione su un monumento che non tutti i sammaritani conoscono, come invece dovrebbe essere d’obbligo.

In ragione delle origini e della scelta del nome, la visita alla mostra è stato un bellissimo momento per approfondire la conoscenza del Mitreo dell’antica Capua, di aggiungere al proprio sapere quanti altri mitrei ci sono in giro per il Mondo, da dove nasce il culto orientale che poi è penetrato fin in Campania e nel mondo dell’Impero romano, evocando il rituale e le cerimonie iniziatiche degli adepti alla religione, ed infine la tauromachia, in greco il sacrificio del toro che assume un valore centrale all’interno della religione mitraica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento