menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce all'arbitro, partita sospesa: arrivano le forze dell'ordine

Tra i facinorosi anche il presidente, multa di 200 euro alla società

Una semplice gara del campionato Juniores regionale che addirittura non si conclude per l'impossibilità del direttore di gara di proseguire il match. Minacce e insulti che costringono l'arbitro a dire basta: "Non si può più giocare". Si è chiusa così la sfida Juniores Under 19 regionale tra Falciano del Massico e Marcianise. Col Giudice Sportivo che ha comminato anche una sanzione di 200 euro alla società del Falciano. 

Il Giudice Sportivo riporta nel comunicato ufficiale che "i sostenitori della società Falciano del Massico (circa 10 persone) stazionato a più riprese nello spazio antistante gli spogliatoi e, a seguito di espulsione di un calciatore della ospitante, 2 sostenitori irrompevano sul terreno di gioco con fare minaccioso nei confronti del direttore di gara, di talché questi si vedeva costretto a sospendere in maniera transeunte il regolare svolgimento della gara". Necessario anche l'intervento "delle forze dell'ordine" che permettono di "identificare uno dei sostenitori nella persona del presidente della società ospitante, Bonifacio Di Donato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento