menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Gladiator sconfitto a Foggia nell'ultima gara dell'anno

Il Gladiator sconfitto a Foggia nell'ultima gara dell'anno

Gladiator, sotto l'albero un'altra sconfitta. Il Foggia cala il tris

Il 2019 si chiude con un altro ko. Si torna in campo il 5 gennaio

Il Gladiator chiude il 2019 con tanto amaro in bocca. Allo stadio “Pino Zaccheria” di Foggia, i neroazzurri di Pasquale Borrelli perdono con il punteggio di 3-1, dopo essere passati in vantaggio. Del Sorbo sblocca la gara al 22’, poi i satanelli ribaltano il risultato. I sammaritani terminano il girone d’andata a quota 19 punti, posizionati all’undicesimo posto insieme a Gelbison e Nocerina, con 17 gol fatti e 23 goal subiti. Adesso il campionato si ferma per una settimana e si riprende domenica 5 gennaio con la trasferta contro il Team Altamura.

PRIMO TEMPO. Il primo tentativo è ospite con una conclusione di Di Pietro bloccata senza difficoltà da Fumagalli. Il Foggia prova a fare la partita ma gli avversari tengono bene. Al 14’ velenosa punizione di Cittadino che sfiora il palo con un destro a giro. Col passare dei minuti i rossoneri provano ad aumentare i giri del motore ma al 22’ vanno sotto. Cross dall’out destro di Paola che disegna una precisa parabola per Del Sorbo, Calidi è in ritardo e per il bomber nono gol stagionale con un preciso colpo di testa. Rabbiosa reazione foggiana che prova subito a rimontare. L’incontro cambia totalmente in tre minuti. Al minuto 35’ punizione dalla destra di Gerbaudo con Di Pietro che salva sulla linea spedendo in corner. Dalla bandierina Cittadino mette al centro dalla destra, mischia in area risolta da Tortori con un tiro all’altezza dell’area piccola. Non contenti, i rossoneri continuano a spingere sull’acceleratore e trovano il 2-1 con una punizione di Gerbaudo che supera Zagari. Si va all’intervallo sul 2-1 con i nervi a fior di pelle da una parte e dall’altra.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre come si erano chiusi i primi 45’. Il Foggia tenta di chiuderla con un tiro di Salines deviato in angolo e sul conseguente corner Zagari sceglie il tempo giusto per smanacciare allontanando la sfera. I rossoneri triplicano al 66’ quando Maraucci colpisce da terra (in maniera del tutto fortuita) la palla con la mano ed è rigore. Sul dischetto Cittadino è implacabile chiudendo i giochi. Campani addirittura in dieci per la doppia ammonizione di Sall costretto a fermare Kourfalidis con le cattive. Il Gladiator prova a riaprire la gara ma non ci riesce, così la partita finisce 3-1.

FOGGIA-GLADIATOR = 3-1

FOGGIA: Fumagalli, Kourfalidis (94′ Buono), Gentile (52’ Cipolletta), Cittadino, Russo (72’ Tedesco), Tortori (89’ Ndiaye), Gerbaudo, Campagna (68’ Staiano), Salines, Di Jenno, Cadili. In panchina: Di Stasio, Anelli, Pertosa, Staiano, Gibilterra. Allenatore: Fabrizio Antonio Carafa (sostituisce lo squalificato Ninni Corda)

GLADIATOR: Zagari, Sall, Di Finizio, Prevete (66’ Marzano), Maraucci, Pantano, Landolfo, Ziello (81’ Odje), Del Sorbo, Di Paola (76’ Vitiello), Di Pietro. In panchina: De Lucia, Ioio, Di Monte, Andreozzi, Troianiello. Allenatore: Pasquale Borrelli

ARBITRO: Giorgio Di Cicco della sezione di Lanciano (assistenti: Andrea Perali di Chieri e Fabio Dell’Arciprete di Vasto)

RETI: 22’ Del Sorbo (G), 35’ Tortori (F), 38’ Gerbaudo (F), 65’ Cittadino su rig. (F)

NOTE: Espulso: Sall al 67’ per doppia ammonizione (G). Ammoniti: Tortori, Gentile, Di Jenno, Tedesco (F); Pantano, Maraucci, Del Sorbo (G). Ammonito: l’allenatore Borrelli (G). Angoli: 6-3. Recupero: 2 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatori: 6.500 con 50 tifosi provenienti da Santa Maria Capua Vetere

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento