menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il neo attaccante della Casertana, Sebastiano Longo

Il neo attaccante della Casertana, Sebastiano Longo

Casertana all’esame del Foggia per continuare a volare. Le probabili formazioni

Lista dei convocati ancora scarna ma c’è spazio per l’ultimo arrivato, l’attaccante Longo

Dopo aver chiuso il girone di andata in maniera a dir poco strepitosa, la Casertana si appresta ad entrare nella fase discendente del torneo sulla scorta delle ultime prestazioni che hanno rilanciato in maniera considerevole le ambizioni di club, squadra e tifoseria. Un rinnovato entusiasmo pervade tutto l’ambiente rossoblù anche se i primi impegni del girone di ritorno sono di quelli da far tremare i polsi, con il gruppo che ha fatto capire di poter scendere in campo contro chiunque e giocarsela alla pari, anche perché l’assenza ormai di assilli particolari permettono ai calciatori di giocare in piena scioltezza e sciorinare il proprio gioco che in tante occasioni ha messo alle corde avversari anche più blasonati. Merito di Federico Guidi che oltre a far da psicologo nei momenti più difficili, ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza e pur senza tradire il proprio credo tattico l’ha trasformata di volta in volta per adattarla alle varie necessità; merito della società che ha sempre insistito col suo tecnico anche quando da più parti si levavano voci di dissenso sulle sue capacità e sulla sua esperienza; merito di un gruppo che è riuscito a risorgere dalle proprie ceneri e uscire da momenti bui per risalire posizioni su posizioni fino a rendere realtà quello che anche al più ostinato ottimista appariva come pura utopia. Certo c’è tutto un girone di ritorno da affrontare e come bene ha detto capitan Gigi Castaldo dopo il match del Menti non è stato fatto ancora niente e il risultato finale (come le soddisfazioni che ne conseguono) è ancora di là da venire. Per i falchetti dunque si prospetta all’orizzonte un ciclo terribile con quattro partite da brividi (Foggia e Ternana fuori, Potenza e Teramo in casa) ma la squadra rossoblù ha dimostrato di poter dire la sua e il prossimo poker di impegni dovrà unicamente consolidare una classifica che già allo stato attuale si presenta confortante.

Si comincia col Foggia, un avversario del massimo rispetto, ma proprio perché tale può esaltare ancor di più la prestazione di Avella e compagni che si esprimono al meglio contro rivali che hanno la possibilità ma anche la necessità di ‘dover fare’ la partita. Si gioca col cantiere ancora aperto dalla finestra del calciomercato ma le due contendenti in campo non dovrebbero apportare variazioni fondamentali agli organici che finora hanno rivestito il ruolo di protagonisti. Marchionni dovrà rinunciare ad Anelli difensore centrale, appiedato dal giudice sportivo e proporrà il collaudato 3-5-2 con alcuni punti di forza che hanno permesso alla ‘matricola’ di occupare stabilmente la parte medio alta della classifica, dopo un inizio titubante dovuto più a partite rinviate che sconfitte rimediate dagli avversari. Per sostituire Anelli sarà rispolverato Germinio, utilizzato part time nelle ultime uscite; mancherà anche Rocca a centrocampo, infortunatosi nel primo tempo contro il Catania ed al suo posto dovrebbe essere riconfermato Garofalo; in avanti ballottaggio tra Dell’Agnello e D’Andrea (quest’ultimo appare favorito) per far coppia col bomber principe rossonero Curcio. La Casertana è stata molto più attiva in questa fase di mercato con alcuni innesti (Del Grosso, Turchetta) che hanno già letteralmente trasformato la squadra ed in queste ultime ore ha cominciato anche a sfoltire una rosa che presentava calciatori in sovrannumero (Valeau, Fedato) che difficilmente avrebbero trovato spazio adeguato alle loro ambizioni. La lista dei convocati, dove non figura Izzillo rientrante dalla squalifica, è sempre scarna anche se vi trova posto l’ultimo arrivato, l’attaccante Sebastiano Longo. Si gioca alle 17,30 di un sabato improvvisamente ingolfato dalla disputa di altri quattro incontri del girone, arbitra il toscano Fontani.

LE PROBABILI FORMAZIONI

FOGGIA (3-5-2): Fumagalli; Gavazzi, Germinio Galeotafiore; Kalombo, Vitale, Salvi, Garofalo, Agostinone; Curcio, D’Andrea. All. Marco Marchionni

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Matese, Santoro, Icardi; Cuppone, Castaldo, Turchetta. All. Federico Guidi

ARBITRO: Federico Fontani di Siena (Khaled Bahri di Sassari e Simone Piazzini di Prato; IV ufficiale Matteo Centi di Viterbo)

21^ GIORNATA

LE GARE IN PROGRAMMA 

Avellino - Viterbese domenica 15

Catania - Monopoli domenica 15

Cavese - Bisceglie domenica 17,30

Foggia - Casertana sabato 17,30

Juve Stabia - Vibonese domenica 12,30

Potenza - Palermo sabato 12,30

Teramo - Bari sabato 15

Ternana - Paganese sabato 15

V. Francavilla - Turris sabato 15

LA CLASSIFICA

Ternana 49

Bari 41

Avellino 34

Catania (-2) 30

Teramo 29

Foggia 29

Catanzaro 29

Turris 27

Palermo 25

Casertana 24

Juve Stabia 23

V. Francavilla 22

Vibonese 22

Monopoli 20

Viterbese 19

Potenza 16

Bisceglie 15

Paganese 12

Cavese 9

Trapani escluso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento