rotate-mobile
Sport

Castaldo si riprende lo scettro dei bomber a suon di gol

Il punto della quarta giornata. La Ternana soffre la sindrome da capolista, blitz dell'Avellino

La quarta giornata di campionato, seppure ancora incompleta per il big match tra Bari e Reggina (stasera alle 20,45), ha già battuto il record di reti con ben 31 marcature messe a segno nelle nove gare disputate tra sabato e domenica. Questa volta il bottino principe spetta alla Casertana coi 6 gol rifilati a Rieti nei primi 45’ della sfida di sabato al Pinto. Tre le vittorie in trasferta con un solo pareggio a completare il quadro. Quattro i rigori trasformati dagli specialisti, altrettante le doppiette ma spicca la tripletta di Castaldo che consente al bomber della Casertana di affiancare in vetta alla graduatoria il viterbese Tounkara e lanciarsi verso la conquista del primato che già è stato suo appannaggio nella scorsa stagione. Una sola, infine, l’espulsione, rifilata a Bovo del Francavilla che gli vale il bis dopo il rosso rimediato nella gara di esordio.

La sindrome da capolista colpisce anche la Ternana, leader solitaria fino a ieri e riportata coi piedi per terra dal Monopoli che con Fella e l’ex falchetto Jefferson sbanca il Liberati. Approfitta della battuta d’arresto dei rossoverdi il Catanzaro che regola la Sicula Leonzio con un 3-1 maturato tutto nell’ultima mezz’ora di gioco. La leadership solitaria della banda di Auteri potrebbe essere messa in discussione solo da una vittoria della Reggina al San Nicola, impresa non impossibile considerato lo stato di forma delle due contendenti di stasera. Più convincente il 3-0 col quale il Potenza è passato a Bisceglie, risultato messo in ghiaccio già nei primissimi minuti della seconda frazione di gioco. Solo un rigore trasformato da Lodi consente al Catania di aver ragione di una Viterbese che dimostra anche al Massimino la solidità del suo impianto che fa della squadra della Tuscia una delle protagoniste di questo inizio campionato. Altro 3-0 è stato ottenuto dalla Vibonese ai danni del Rende con Bubas che apre e chiude il tris completato da Petermann; primi punti della stagione per il Teramo che stende la Cavese con un gol per tempo e doppia botta e risposta tra Scarpa e Vasquez che fissano il 2-2 tra Paganese e Francavilla con le quattro marcature scaturite negli ultimi 15’ (di cui 5 di recupero). Altro risultato che ha fatto relativo scalpore è stato il secondo blitz esterno dell’Avellino che dopo quello di Vibo Valentia vìola anche il Viviani di Potenza, battendo il Picerno e prendendone il posto nel ruolo di autentica piacevole sorpresa di inizio stagione. I biancoverdi di Ignoffo si portano in scia del Catanzaro, al pari di Catania, Ternana e Potenza e viaggiano col vento in poppa dell’entusiasmo caratteristico di una neopromossa. Speriamo che le vicende societarie di questi giorni possano dare ulteriore linfa positiva ai biancoverdi e non scombussolare un mosaico che senza soldi e senza sinergie sta compiendo un autentico miracolo.

Alla Casertana quindi va la copertina di questa settimana mercé il 6-1 rifilato al Rieti. Al tris di Castaldo ha fatto eco la doppietta di Starita ed il secondo gol consecutivo di Angelo D’Angelo, a conferma che l’impianto di Ginestra allarga le potenzialità offensive al di là del suo cannoniere principe. Qualcuno storce il naso, sottolineando la carenza tecnica degli avversari presentatosi al Pinto con un organico già precario ed ulteriormente indebolito dalle defezioni di Marchi per infortunio e Tirelli per squalifica, due degli uomini migliori della squadra di Mariani. Ma a prescindere dalle carenze sabine sono molti i meriti dei falchetti che hanno chiuso la pratica grazie ad un primo tempo giocato quasi in manieraa perfetta. Altre squadre (vero Bari?) hanno denotato non poche difficoltà nell’affrontare Pegorin e compagni ma Ginestra, in ossequio alla sua filosofia, ha ordinato di pressare gli avversari già dalla loro tre quarti, asfissiandone la manovra e confondendone le idee: ecco che Starita e compagni hanno sfruttato al meglio le approssimative ripartenze amaranto-celesti, trasformano in gol quasi ogni possesso. In pratica con un gol ogni 7 minuti e mezzo era quasi impossibile per il cronista tenere il passo delle evoluzioni dei calciatori in campo. A fine gara Ginestra si è lamentato che la Casertana non abbia ulteriormente incrementato il punteggio nel secondo tempo, ma da uomo di campo sa bene che con un simile risultato, coi giocatori che non hanno più forzato per evitare inutili ammonizioni, col considerevole numero di atleti giovanissimi sul terreno (ivi compresi gli esordienti Lezzi e Matese), la serata è andata più che bene. E probabilmente qualche gol i falchetti li hanno conservato per altre e più probanti occasioni.

I BOMBER Buon risveglio dei cannonieri del raggruppamento. Detto del tris di Castaldo e della doppietta di Starita, da evidenziare altre tre doppie marcature messe a segno da Vasquez del Francavilla, l’ultraquarantenne Scarpa della Paganese e del vibonese Bubas. Vanno a bersaglio e salgono a quota 2 il casertano D’Angelo, Fella del Monopoli, Santaniello del Picerno, Murano e Giosa del Potenza.

QUARTA GIORNATA - I RISULTATI Bari - Reggina stasera ore 20,45 Bisceglie - Potenza 0-3 Casertana – Rieti 6-1 Catania - Viterbese 1-0 Catanzaro - Sicula Leonzio 3-1 Paganese - V. Francavilla 2-2 Picerno - Avellino 2-3 Teramo - Cavese 2-0 Ternana - Monopoli 0-2 Vibonese – Rende 3-0

LA CLASSIFICA Catanzaro 10 Catania 9 Potenza 9 Avellino 9 Ternana 9 Reggina (*) 7 Picerno 7 Casertana 7 Viterbese 6 Monopoli 6 Bari (*) 6 Paganese 5 Bisceglie 4 Vibonese 4 V. Francavilla 4 Teramo (*) 3 Cavese 2 Sicula Leonzio (*) 1 Rieti 0 Rende 0 (*) una gara in meno

I MARCATORI 4 reti Tounkara (Viterbese) Castaldo (Casertana, 1 rig.) 3 reti Vasquez (V. Francavilla, 1 rig.) Kanoute (Catanzaro (1 rig.) Di Paolantonio (Avellino, 1 rig.) Lodi (Catania, 2 rig.) Antenuccci (Bari, 3 rig.)

IL PROSSIMO TURNO Avellino-Bisceglie Cavese-Paganese Monopoli-Catania Picerno-Casertana Reggina-Vibonese Rende-Teramo Rieti-Potenza Sicula Leonzio-Ternana Viterbese-Catanzaro V. Francavilla-Bari

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castaldo si riprende lo scettro dei bomber a suon di gol

CasertaNews è in caricamento