Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Casertana-Viterbese, la Lega Pro: "Bastano 13 giocatori non positivi per giocare, anche se squalificati o infortunati..."

La federazione chiarisce il motivo del mancato rinvio della partita nonostante 15 atleti col virus

Il caso di Casertana-Viterbese, con 15 calciatori positivi tra i rossoblu che sono scesi in campo con appena 9 atleti, è intervenuta con una nota anche la Lega Pro che spiega il perché non sia stata rinviata la partita“in base al comunicato ufficiale numero 54/L del 6 ottobre 2020 che riprende la regolamentazione approvata dal Comitato Esecutivo dell'UEFA il 3 agosto 2020”. In questa nota ufficiale “viene previsto al punto 2 che qualora vi siano meno di 13 calciatori della rosa della prima squadra che siano risultati negativi al virus SARS-CoV-2, su istanza del club interessato, la Lega potrà autorizzare il rinvio della gara e la riprogrammazione della stessa alla prima data utile. In tale conteggio, per prassi consolidata, devono essere presi in considerazione anche i calciatori squalificati e infortunati facenti parte della rosa della prima squadra”.

Una casistica nella quale, sottolinea la Lega Pro, non rientra “la società Casertana” che “all'esito dei test effettuati, risulta avere un totale di 16 calciatori negativi al virus SARS-CoV-2 facenti parte della rosa della prima squadra. Tale situazione non ha pertanto consentito il rinvio della gara”.

La federazione ricorda inoltre che “la deroga che prevede per i club per "una sola volta nell'arco della stagione regolare del Campionato Serie C 2020-2021" la possibilità di chiedere il rinvio della gara qualora "quattro o più calciatori della rosa della prima squadra dovessero risultare positivi al virus SARS-CoV-2", è stata già utilizzata dalla società Casertana in occasione della gara Bisceglie - Casertana che doveva essere disputata lo scorso 16 dicembre e che è stata rinviata a data da destinarsi proprio su istanza del club”.

“Siamo purtroppo consapevoli delle gravi difficoltà che la pandemia sta generando alle nostre società, ma come Lega abbiamo il compito di applicare le regole in maniera uniforme per tutti i nostri club anche in situazioni come questa in cui tale compito è particolarmente gravoso. Ci sono stati confronti e collaborazione continua con i club e le Autorità.  La situazione che viviamo è complicata e puo' presentare più casistiche: la garanzia può essere solo il regolamento Uefa che viene applicato” conclude la nota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana-Viterbese, la Lega Pro: "Bastano 13 giocatori non positivi per giocare, anche se squalificati o infortunati..."

CasertaNews è in caricamento