menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Berardi e Plescia gelano la Casertana, la Vibonese espugna il Pinto

Quarta sconfitta consecutiva in casa per gli uomini di Guidi

Vincere, senza se e senza ma; a qualsiasi costo e con qualsiasi mezzo: ecco il must che attende la Casertana impegnata ad affrontare il match di recupero contro la Vibonese, non disputato lo scorso 11 novembre, causa Covid-19 nel contesto della 10^ giornata. I falchetti vi giungono col morale decisamente innalzato dalla vittoria di Cava de’ Tirreni mentre i calabresi hanno il dente avvelenato dalla immeritata sconfitta dell’ultimo turno, subito ad opera della capolista Ternana quando i rossoblù del presidente Caffo già assaporavano i tre punti, sogno infranto negli ultimi 10 minuti da uno scatenato Vantaggiato. La Casertana sempre sconfitta nelle tre precedenti uscite al Pinto deve necessariamente sfatare questo tabù, come pure quello che la vede ancora senza vittorie negli scontri diretti contro la Vibonese all’impianto di via Medaglie d’Oro. C’è da allargare ancora la forbice rispetto all’ultima posizione, detenuta dalla Cavese e possibilmente allungare ancor di più sulla Viterbese, impegnata in contemporanea a Palermo.

LE SCELTE. Federico Guidi ritrova Konate dopo il turno di squalifica e lo preferisce a Buschiazzo che torna in panchina; confermato sulla fascia sinistra Vincenzo Polito e torna in panchina anche Mattia Matese, nonostante le buone prove contro Bari e Cavese; trio d’attacco composto da Pacilli, Cuppone e Icardi con quest’ultimo chiamato a ricucire la manovra partendo da posizione più arretrata; partono ancora dalla panchina ma sicuramente saranno della partita Castaldo e Santoro. Occhio ai cartellini tra i locali per Izzillo e Bordin attualmente in diffida e in caso di nuovo giallo sarebbero costretti al turno di stop. Nonostante l’impegno ravvicinato la Vibonese conferma in toto la formazione che ha tenuto testa alla capolista, con l’ex Laaribi a far da centrale a centrocampo insieme ad Ambro; il trio offensivo Berardi-Plescia-Statella offre le più ampie garanzie e pertanto Parigi finisce ancora in panchina, rimandando casomai il ritorno tra i titolari nell’impegno di domenica prossima a Teramo

PRIMO TEMPO. Primo squillo dopo un minuto e mezzo di gioco per la Casertana con Bordin che raccoglie un pallone a limite e fa partire un tiro che lambisce il palo alla destra di Marson. La Vibonese cerca di impossessarsi della fascia destra del fronte d’attacco da dove fa partire il proprio gioco, ma Polito, spesso assistito da Izzillo, riesce a contenere la spinta degli ospiti. La Casertana comunque esercita un maggior possesso e spesso si porta ai sedici metri dove però l’attenta retroguardia calabrese ribatte qualsiasi velleità locale. Al 15’ il primo intervento di Avella che deve respingere un preciso cross di Sciacca che stava per pescare in piena area Statella. Al 17’ Pacilli viene smarcato in area da un colpo di tacco di Cuppone ma il suo tiro di prima intenzione si perde alto. Al 23’ Icardi lancia in profondità Cuppone che riesce a concludere nonostante il ritorno su di lui di Sciacca ma il tiro si rivela troppo debole per impensierire Marson. Al 26’ Marhous prende il tempo ad Hadziosmanovic in uscita e lancia da oltre trenta metri Berardi che conclude abbondantemente a lato. Sull’altro fronte Varesanovic non riesce ad impattare un cross di Icardi che lo aveva messo a tu per tu con Marson. La contesa scivola via senza particolari sussulti con le squadre che si affrontano prevalentemente a centrocampo e quando si avvicinano ai sedici metri le difese hanno sempre la meglio sui contrapposti attaccanti. Al 38’ Polito in un disimpegno verso Avella rischia di mettere in movimento Ambro ma l’arbitro interrompe l’azione per la posizione irregolare del calciatore vibonese. Al 41’ è Icardi a liberare il destro dal limite, sul quale è ben piazzato Marson. In seguito ad un errore di Laaribi a centrocampo si sviluppa un poderoso contropiede per la Casertana che si spegne col tiro di Pacilli che Marson sventa. Su capovolgimento di fronte la Vibonese sblocca la gara: dalla siistra parte un cross che la difesa della Casertana respinge sui piedi di Berardi che dalla destra fa partire un diagonale secco che si infila alla destra di Avella. Resiste invece lo 0-0 sugli altri due campi dove si giocano Palermo-Viterbese e Potenza-Avellino

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con un cambio subito (Prezzabile x Berardi per la Vibonese e dopo qualche minuto quello per la Casertana che manda in campo Setola al posto di Polito, non impeccabile in occasione del gol subito. All’8’ la Casertana crea un’altra ghiotta occasione: Icardi conquista palla e si porta in area e potrebbe anche battere a rete, ma preferisce l’assist per Cuppone che in scivolata manda a lato. Passa qualche minuto e la botta tocca a Pacilli che tira centralmente.  Le occasioni create dai falchetti inducono Galfano ad irrobustire ancor più la linea difensiva inserendo Bachini al posto di Ambro. Guidi viceversa dà spessore all’attacco inserendo Castaldo e Origlia per avere più smalto dalle parti di Marson. Vista la difficoltà ad entrare nel pacchetto difensivo avversario, la Casertana comincia a provarci anche da lontano ed una fucilata di Bordin al 16’ chiama all’intervento Marson che toglie la sfera dall’incrocio dei pali. La Casertana trova enormi difficoltà nella manovra e i sui timidi tentativi di portare pericoli a Marson si spengono sul nascere. Guidi capisce le difficoltà dei suoi, completa i cambi a sua disposizione e manda in campo forze fresche con Santoro e Matese, soprattutto per cercare geometrie nuove per cercare di scardinare la munita retroguardia avversaria. Infatti i falcetti nono più quelli del primo tempo, imbrigliati in una ragnatela dalla quale non riescono ad uscire. La Vibonese attende con la segreta speranza di approfittare della inconsistenza rossoblù di casa. Ed infatti allll’86’ Plescia vince un rimballo a centrocampo e si invola sulla sinistra dove non c’è nessuno a presidiare la fascia, entra in area e trafigge con un diagonale Avella mettendo la partita in ghiaccio. Ci prova Castaldo a dare un senso al pomeriggio dei falchetti, raccogliendo di testa un traversone di Hadziosmanovic, ma Marson è vigile e non si fa sorprendere. All’ultimo minuto di recupera arriva anche la beffa, con un fallo da ultimo uomo di Carillo su Plescia. C’è il rosso per il capitano e la punizione per Laaribi che cerca la gloria dell’ex.  Si chiude qui la partita e dopo l’ossigeno di Cava la Casertana torna a respirare l’aria malsana dei bassifondi della classifica e si fa rosicchiare un punto dalla Viterbese, uscita imbattuta dal Barbera di Palermo.   

CASERTANA-VIBONESE 0-2

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Konate, Carillo, Polito (48’ Setola); Izzillo (59’ Origlia), Bordin (76’ Matese), Varesanovic; Pacilli (76’ Pacilli), Cuppone (59 Castaldo), Icardi. A disp. Dekic, Zivkovic, Petito, Buschiazzo, De Sarlo, Ciriello, De Lucia. All. Federico Guidi

VIBONESE (3-4-3): Marson; Sciacca, Redolfi, Marhous (83’ Vitiello); Ciotti, Laaribi, Ambro (56’ Bachini), Rasi; Berardi (46’ Prezzabile), Plescia, Statella (72’ Parigi). A disp. Mengoni, Spina, La Ragione, Falla, Di Santo, Bachini, Montagno Grillo, Mancino. All. Angelo Galfano

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno (Antonio D’Angelo e Andrea Bianchini di Perugia; IV ufficiale Mario Perri di Roma1)

RETI: 45’ Berardi; 86’ Plescia

NOTE: pomeriggio uggioso, terreno di gioco reso viscido dalla pioggia che ha caratterizzato la mattinata casertana; partita disputata in assenza di pubblico; angoli 4-3 per la Vibonese; ammoniti Polito, Marhous; espulso al 95’ Carillo per fallo da ultimo uomo; recupero 0’ e 4’

I RECUPERI

(domani 2 dicembre, ore 15)

Casertana-Vibonese 0-2

Catania-Bisceglie ore 18

Palermo-Viterbese 3-3

Potenza-Avellino 0-1

LA CLASSIFICA

Ternana  33

Bari  26

Teramo  24

Turris 20

Catanzaro  19

Foggia 18

Avellino 18

Juve Stabia  18

Catania (-2) 16

Vibonese 16

Monopoli 13

Palermo 13

Paganese  12

V. Francavilla 11

Potenza 10

Bisceglie 10

Casertana 9

Viterbese 8

Cavese 5

Trapani escluso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento