Casertana, inferno e ritorno: Cuppone regala il pari con la Ternana al 90'

La prima 'casalinga' dei falchetti ad Avellino: sembrava tutto in discesa con le reti di Fedato e Matarese, ma Falletti, Peralta e Furlan hanno ribaltato la gara. Nel finale il pareggio rossoblu

Al Partenio di Avellino la Casertana inaugura i suoi impegni casalinghi della stagione con il match contro la Ternana. Una partita attesa a lungo per rinsaldare sempre più un gemellaggio tra i rispettivi tifosi e che quest’anno si svolge con la loro assenza per le note vicende da Corona virus. Comunque anche a distanza le due schiere non hanno risparmiato di scambiarsi reciprochi messaggi di stima e amicizia, a consolidare un gemellaggio che dura da oltre trent’anni. La quarta giornata di campionato finalmente si disputa a ranghi pressocché completi dal momento che fanno il debutto anche Bisceglie e Foggia, essendo scaduto il tempo di tolleranza seguito al ripescaggio in Serie C delle due compagini pugliesi. Entrambe esordiranno in serata mentre nel primo pomeriggio il Bari prosegue con la sua tabellino del 3 rifilando il tris anche alla Viterbese e questa volta senza subire gol; la Juve Stabia supera in rimonta e al fotofinish la Virtus Francavilla; il Teramo conferma il suo stato di grazia andando ad espugnare Monopoli mentre l’Avellino dimostra la sua solidità sbancando Palermo. L’unico pareggio è dato dal derby tra Catanzaro e Vibonese 

LE SCELTE. Guidi recupera Hadziosmanovic, dopo la botta riportata a Potenza ma deve fare a meno di Castaldo e Cavallini, usciti malconci dal Viviani. In difesa conferma per Carillo e debutto dal 1’ per Setola sulla corsia mancina. La cabina di regia è affidata ancora a Santoro, con Bordin che parte dalla panchina; osservato il turno di squalifica Fedato fa in suo esordio in rossoblù, unitamente all’ultimo arrivato Matarese. Di contro Lucarelli che non dispone di Defendi e Celli in difesa concede un turno di riposo, dati anche gli incontri ravvicinati, ad alcuni che nelle prime gare erano stati titolari. Nello specifico i sacrificati sono Partipilo e Torromino che partono dalla panchina, come pure Suagher che comunque era in forse alla vigilia. Debutto asssoluto per Palumbo e Boben, il terminale offensivo è ancora rappresentato da Vantaggiato, con Raicevic pronto a subentrare in corso d’opera.  

PRIMO TEMPO. Parte a testa bassa la Casertana che non concede agli avversari neanche il tempo di ragionare e li aggredisce con un pressing asfissiante arrivando facilmente dalle parti di Iannarilli. Al 3’ Izzillo spara dalla distanza chiamando al primo intervento il portiere con una presa a terra. L’estremo difensore cambia repertorio al 6’ bloccando un colpo di testa di Matarese. Passano 2’ e Santoro spedisce di poco alto sulla traversa rossoverde. Al 16’ Fedato parte dalla sinistra si accentra a fa partire un cross non intercettato né dai compagni, né dagli avversari. La Ternana non riesce ad uscire dal guscio e solo al 19’ prova un tentativo verso Dekic ma la sua conclusione si perde a lato. Stessa sorte tocca qualche istante topo ad un diagonale scoccato da Izzillo. Al 24’ buon intervento difensivo di Carillo che riesce a chiudere con un doppio intervento su  Falletti che sfrutta la sua progressione e tenta la conclusione smorzata dal difensore rossoblù. Al 27’ l’azione più pericolosa per la Casertana: una punizione sulla quale si trova pronto all’appuntamento la testa di Izzillo sul quale Iannarilli si produce in un intervento miracoloso che salva il risultato. Ma è il preludio al gol che arriva al 29’ con un rigore trasformato con freddezza da Fedato. Gli umbri sono choccati letteralmente e la Casertana potrebbe chiudere i conti ma il pallonetto di Cuppone che riprende una difettosa respinta della difesa ospite finisce fuori. Al 37’ arriva il raddoppio grazie ad una magistrale punizione di Matarese. Al 40’ è ancora Cuppone di testa a sfiorare il terzo gol. Il primo tempo si chiude coi falchetti sul meritato doppio vantaggio.

SECONDO TEMPO. Si riparte con una nuova occasione della Casertana con Cuppone che si lancia a rete, ma Iannarilli leggendo i tempi in maniera perfetta, esce fino alla tre quarti per anticiparne la conclusione. Ma la Ternana è tornata in campo rigenerata e si propone in maniera totalmente contrapposta alla prima frazione. Nel giro di 2’ la situazione torna in parità. Prima Falletti trova un gol con la complicità di Dekic (la fotocopia della rete di Cuppone a Potenza) e poi Peralta raccoglie una corta e goffa respinta della difesa per trafiggere ancora il portiere serbo. Al 9’ Cuppone ci prova di testa ma prima la palla è smorzata da un difensore e poi bloccata da Iannarilli. Altrettanto sfortunata la conclusione di Izzillo poco dopo su affondo di Hadziosmanovic.  Al 23’ ci prova Izzillo con un colpo di testa ma la sfera finisce alta. Al 28’ Dekic dà il suo contributo su un tiro pericolosissimo di Furlan che il portiere respinge. Al 36’ si libera Partipilo e Dekic replica sul tentativo dell’ex Francavilla. Al 39’ il risultato si ribalta: questa volta la punizione vincente è di Furlan e la Ternana completa la rimonta ai danni dei falchetti. Allo scadere ci pensa Cuppone a togliere le castagne dal fuoco a Guidi mettendo a segno il gol del 3-3, un pareggio che forse non accontenta nessuno: la Casertana può recriminare per aver sprecato il doppio vantaggio maturato nei primi 45’, la Ternana che vede sfumare la vittoria sul filo di lana

CASERTANA-TERNANA 3-3

CASERTANA (4-3-3): Dekic; Hadziosmanovic, Carillo, Konate, Setola; Icardi (55’ Bordin), Santoro (89’ Petito), Izzillo; Cuppone, Matarese (83’ Varesanovic), Fedato. A disp. Zivkovic, Avella, Buschiazzo, Petruccelli, De Sarlo, Ciriello, Matese, Valeau, De Lucia. All. Federico Guidi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Diakité (67’ Russo), Boben, Mammarella (65’ Frascatore); Palumbo, Kontek (59’ Furlan); Peralta (59’ Peralta), Falletti, Torromino (59’ Proietti); Vantaggiato. A disp. Vitali, Damian, Ferrante, Russo, Suagher, Paghera, Raicevic, Salzano. All. Cristiano Lucarelli

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona (Giacomo Pompeo Poentini di Pesaro e Simone Teodori di Fermo; IV ufficiale Davide Di Marco di Ciampino)

RETI: 30’ Fedato; 37’ Matarese; 48’ Falletti; 50’ Peralta; 84’ Furlan; 90’ Cuppone

NOTE: pomeriggio piovoso, terreno in erba sintetica; ammoniti Boben, Kontek, Diakité, Proietti, Falletti, Izzillo 

QUARTA GIORNATA

LE GARE IN PROGRAMMA

Bisceglie - Turris               ore 20,00    

Casertana - Ternana  3-3                 

Foggia - Potenza     20,45                 

Juve Stabia - V. Francavilla 2-1      

Monopoli - Teramo 0-2                   

Paganese - Cavese 0-0                  

Palermo – Avellino 0-2                   

Vibonese - Catanzaro       0-0      

Viterbese - Bari 0-3

riposa Catania

LA CLASSIFICA

Bari 10

Teramo 7

Avellino 6

Turris 6

Juve Stabia 6

Ternana 6

Vibonese 5

Catanzaro 4

Potenza 4

Catania (-4) 3

Monopoli 3

Casertana 2

Paganese 2

Cavese 1

Palermo 1

V. Francavilla 1

Viterbese 1

Bisceglie 0

Foggia 0

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento