rotate-mobile
Sport

Casertana, Martone fissa l'obiettivo: “Ottobre sarà la nostra cartina al tornasole"

Trovato l’accordo con la Cavese, il debutto domenica sera al Pinto. Intanto il Catania ricorre al tribunale federale ed il presidente della Lega Pro chiede 7 promozioni

Al termine di una giornata frenetica, Aniello Martone esprime la sua opinione sul calendario della Casertana. Di ritorno da Firenze il direttore rossoblù non nasconde che l’urna sia stata alquanto benevola con i falchetti. “Debuttare di fronte al pubblico amico ci fa piacere. Di certo possiamo dire che abbiamo avuto un avvio agevole, anche se prima o poi bisogna affrontarle tutte. Dopo l’avvio non proibitivo ci attende un mese di ottobre che – anche in vista del riposo programmato a metà mese ci dovrà dire di che pasta siamo fatti. Vincere quasi subito in casa con Catanzaro e Catania ci mette in pole position nel delineare una confortante graduatoria”.

Prima però ci sono tre partite che sebbene abbordabili vanno affrontate col massimo della concentrazione. A cominciare dal derby con la Cavese che vedrà i falchetti orfani di Rainone e Vacca coi vari Zito, Mancino e Floro Flores non al top della condizione. Ed a proposito dell’esordio in campionato il direttore annuncia che la gara possa disputarsi in anticipo, domenica sera alle ore 20,30. “Abbiamo raggiunto l’accordo coi cugini di Cava – svela Martone – ed abbiamo già inviato alla Lega le nostre intenzioni. Domani da Firenze ci spediranno l’autorizzazione”.

Sollecitato sull’argomento Martone dichiara chiuso definitivamente il mercato della Casertana. “Il mercato è chiuso – afferma il direttore – siamo convinti di aver fatto un lavoro egregio, come riconosciuto da tantissimi attestati da addetti ai lavori: stiamo bene così”.

Per quanto attiene agli altri incontri, la Lega ha stabilito che il girone C disputerà – come l’anno scorso – le gare in programma nella giornata di sabato e, nel caso di turni infrasettimanali, nelle serate di martedì. Questo a tutto il mese di novembre, da dicembre si passerà alla giornata di domenica e fino a fine campionato. Infine, per quanto riguarda altre notizie di generale interesse, c’è da registrare ancora una volta che pure in occasione della compilazione dei calendari il presidente della Lega Pro Gravina ha reiterato la proposta di portare a sette le promozioni dalla C alla B al termine della stagione. La proposta verrà formulata al nuovo presidente federale che scaturirà dalle prossime elezioni. Ciò per riportare il format della serie B alle 22 presenze, come nelle ultime stagioni, dopo che per quella che va ad iniziare l’organico è stato ridotto a 19.

Intanto la seduta odierna del TFN che doveva esaminare il ricorso del Catania – teso ad ottenere l’ammissione in cadetteria’ non ha prodotto alcun frutto. Il Tribunale Federale Nazionale esaminerà la richiesta il prossimo 28 settembre, unitamente ad altre pendenze – ivi compresa la richiesta di riammissione in Serie B dell’Avellino - che saranno discusse in quella data

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana, Martone fissa l'obiettivo: “Ottobre sarà la nostra cartina al tornasole"

CasertaNews è in caricamento