rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Ennesimo terremoto in vetta, la Casertana recupera i play off. La Sicula silura Grieco

Il punto sulla 11esima giornata. Marcheggiani si porta a casa il pallone di Rieti-Viterbese e balza in vetta alla classifica dei marcatori

Ancora un terremoto in vetta alla classifica del girone C di Serie C dopo i risultati dell’11 turno di campionato, disputato in versione infrasettimanale nella giornata di mercoledì. Delle quattro squadre di testa ben tre sono uscite ridimensionate anche al cospetto, in alcuni casi, di match assolutamente abbordabili. Hanno segnato il passo innanzitutto la Ternana sorpresa in casa dall’Avellino, il Monopoli battuto a Caserta ed il Potenza ha registrato un passo falso interno non andando oltre lo 0-0 contro la Cavese.

Insomma è stata la serata degli ex casertani Capuano e Campilongo, oltre che gli attuali giovani falchetti, presi per mano da Antonio Zito che hanno disputato una gran partita fermano una delle sorprese più in auge in questa prima fase del torneo. L’unica a rispettare i favori del pronostico è stata la Reggina, attuale nuova capolista, ma anche il Granillo ha tremato per quasi tutto il primo tempo prima di raggiungere (al 42’) il sorprendente Picerno, surclassato poi nella ripresa da Denis e l’immancabile Corazza. Sono state 29 le reti messe a segno di cui 10 delle squadre viaggianti con 2 rigori trasformati entrambi realizzati in trasferta. La Reggina scavalca quindi il Potenza che comunque si consola con il non trascurabile primato delle due sole reti subite, record che non teme confronti in tutta Europa. Più grave la battuta d’arresto della Ternana, condannata alla terza sconfitta – la seconda al Liberati - dal rivitalizzato Avellino di Capuano.

Non apporta giovamenti di sorta l’avvicendamento in panchina per il Catanzaro ed il Catania: Grassadonia ha subito un severo 0-2 a Bari (e ci può anche stare) ma Lucarelli si fa sorprendere dal Bisceglie a tempo scaduto e deve ingozzare il primo rospo di un cammino che si presenta sempre più irto di difficoltà. A proposito di Bari, i galletti con Vivarini in panchina (ancora imbattuto) hanno ingranato la marcia giusta e con la quarta vittoria in sei partite si rimettono autorevolmente in carreggiata per scalare la classifica. Continua la falcidia di allenatori nel girone. Da tempo sulla graticola, la sconfitta di Rende (alla prima vittoria) ha fatto saltare la panchina di Vito Grieco alla Sicula Leonzio: il gol di Petta al Pinto aveva solo rimandato il provvedimento che è arrivato, puntuale, dopo le due sconfitte consecutive che porta a sette il totale complessivo dei siciliani dall’inizio del torneo. La giornata ha fatto segnare la seconda vittoria consecutiva del Rieti, che sorpassa proprio la Sicula in classifica e mette il Bisceglie nel mirino.

La Casertana era chiamata nel turno infrasettimanale al più arduo ostacolo di questa prima fase del campionato. Non solo per la solidità del Monopoli che comunque si mantiene in posizione di classifica di tutto rispetto, quanto perché doveva affrontare l’incontro privo di tre uomini fondamentali, che hanno caratterizzato positivamente il cammino fin qui percorso. Non era facile andare in campo per i rincalzi non far rimpiangere capitan Rainone, D’Angelo e il bomber Castaldo; i falchetti sono riusciti nell’impresa grazie ad una prova corale che ha assecondato l’estro dell’unico superstite dei bi, quell’Antonio Zito che ha preso per mano sin dai giorni precedenti l’incontro ed ha dettato loro la strada da imboccare. Non solo l’atleta si è proposto come tutore della nidiata mandata in campo, ma a livello personale è stato il match winner della gara: col gol che ha sbloccato il match ad inizio ripresa ma anche con la fantastica galoppata che ad un quarto d’ora dalla fine ha propiziato il gol della vittoria realizzato da Longo. In gran parte dei precedenti match Zito intono allo stesso periodo andava pian piano scomparendo dal campo, col Monopoli è stato presente e determinante fino alla fine. Ed anche questo fa parte del processo di crescita dell’intero gruppo.

I BOMBER. Ancora in rialzo il numero dei gol messi a segno nel turno. Con particolare menzione per Marcheggiani del Rieti che si rende protagonista della seconda tripletta di stagione, dopo quella di Castaldo, rifilata al Rieti alla quarta giornata. Il bomber – cha ha raggiunto la vetta della graduatoria – si porta quindi a casa il pallone del derby con la Viterbese. Due le doppiette, con Scimia che permette al Rende di abbattere la Sicula Leonzio e la prima di German Denis che permette alla Reggina di scacciare la paura procurata da Santaniello. L’attaccante del Picerno sale a quota cinque insieme al monopolitano Fella, ma un gradino più su sale Antenucci del Bari che dà il la alla vittoria dei galletti sul Catanzaro. In testa – ora con Marcheggiani – c’è sempre il Reggino Corazza che partecipa al poker ai danni dei lucani e che prosegue nella sua regolare corsa con un gol a partita eccezion fatta per la prima e la sesta giornata.

IL PROSSIMO TURNO. Pochi i fuochi d’artificio nella dodicesima giornata: potrebbe essere un incontro di cartello Catania-Bari, se gli etnei non avessero fallite clamorosi occasioni che hanno portato una delle favorite alla vittoria finale al limite della zona play off. Al Veneziani di Monopoli va in scena il match tra due delle più deluse dell’ultimo turno, mentre la Ternana scende fino a Vibo Valentia per riscattare lo scivolone interno di mercoledì. La capolista Reggina va a testare le reali potenzialità del nuovo Avellino mentre il Catanzaro ospita il Rende. Turni apparentemente agevoli per la Cavese (in casa col Rieti) e la Viterbese (ospita la Sicula Leonzio). Altro match da prendere con le molle per la Casertana che si reca al Bonolis di Teramo, nella speranza di recuperaare qualcuno dei recenti infortunati. La perentorietà della vittoria a Francavilla Fontana induce i falchetti ad esprimere ancora una prestazione al di sopra delle righe per confermare la bella prova di mercoledì. I presupposti ci sono.

11^ GIORNATA - I RISULTATI Bari - Catanzaro 2-0 Casertana - Monopoli 2-1 Catania - Bisceglie 1-1 Paganese - Vibonese 2-2 Potenza - Cavese 0-0 Reggina - Picerno 4-1 Rende - Sicula Leonzio 2-0 Rieti - Viterbese 4-2 Ternana - Avellino 0-1 V. Francavilla - Teramo 0-2

LA CLASSIFICA Reggina 25 Potenza 24 Ternana 22 Bari 21 Monopoli 19 Viterbese 17 Casertana 17 Catanzaro 16 Catania 16 Paganese 16 Teramo 15 Vibonese 15 Avellino 14 V. Francavilla 13 Cavese 13 Picerno 10 Bisceglie 10 Rieti 8 Sicula Leonzio 6 Rende 5

PROSSIMO TURNO Avellino - Reggina Bisceglie - V. Francavilla Catania - Bari Catanzaro - Rende Cavese - Rieti Monopoli - Potenza Picerno - Paganese Teramo - Casertana Vibonese - Ternana Viterbese - Sicula Leonzio

I MARCATORI 9 reti Corazza (Reggina, 1 rig) Marcheggiani (Rieti, 1 rig) 6 reti Perez (Francavilla) Tounkara (Viterbese) Castaldo (Casertana, 1 rig) Bubas (Vibonese (2 rig) Antenucci (Bari, 4 rig) 5 reti Starita (Casertana) Fella (Monopoli) Santaniello (Picerno) Jefferson (Monopoli, 1 rig) Vazquez (Francavilla, 1 rig) Lodi (Catania, 2 rig)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesimo terremoto in vetta, la Casertana recupera i play off. La Sicula silura Grieco

CasertaNews è in caricamento