rotate-mobile
Sport

Potenza, Ternana e Reggina volano. La Casertana incrocia le dita per Castaldo

Il punto sulla decima giornata. Corazza in testa alla classifica dei bomber

Sono state 27 le reti della decima giornata del girone C di Serie C. Dopo la pausa che si sono presi i marcatori nel turno precedente, si riprende a segnare con una certa continuità e non mancano le marcature multiple con ben quattro le doppiette. Tre le espulsioni, nessuna autore gli altri numeri delle gare in programma. Spiccano il 6-1 col quale la Viterbese ha regolato il fanalino di coda Rende ma ancor più il 5-0 col quale la Vibonese ha spento – forse – le velleità del Catania di tenere il passo con le grandi. Il poker di testa perde il Monopoli, battuto in casa dalla non più sorprendente Reggina che tiene il passo della Ternana che passa a Bisceglie ed entrambe si mantengono in scia della capolista Potenza. Anche i lucani erano attesi dallo scontro di vertice al Ceravolo ma col 2-0 firmato da Ferri Marini e Ricci i giallorossi sono respinti a -7 dalla vetta e per Auteri cominciano a soffiare i primi venti di crisi. L’altra gara di alta classifica (Monopoli-Reggina) è appannaggio dei calabresi che se l’aggiudicano grazie a due rigori che annullano il disperato tentativo biancoverde a cui non basta un eurogol di Peppe Carriero. Il Monopoli segna il passo dopo sei partite, di cui 5 vinte ed ora è tallonato dal Bari, uscito indenne dal Partenio di Avellino, dopo una gara che Simeri e compagni avevano saldamente in mano. Gli irpini si giovano della grinta e dell’entusiasmo di Eziolino Capuano chiamato ad Avellino per ridare linfa e vitalità ad una squadra che da cinque gare aveva smarrito la retta via. La Ternana invece compie il blitz a Bisceglie dove pare che Pochesci non sia in grado di svolgere lo stesso ruolo. Respira il Teramo di Tedino che contro la Paganese mantiene inviolato il Bonolis e interrompe una serie di due pareggi consecutivi tra le mura amiche. Prima vittoria in campionato per il Rieti che dopo una settimana delicatissima in cui si era arrivati a mettere in discussione anche la gara di Lentini, è andata in Sicilia, ha rimontato l’iniziale gol di Lescano con una doppietta di Marcheggiani e porta a casa tre punti preziosissimi in chiave salvezza.

Per la Casertana era in programma un difficile derby al Menti di Castellammare. Non tanto perché era chiamata ad affrontare la rivitalizzata Cavese di Campilongo, quanto per l’assenza di due uomini fondamentali per il gioco di Ginestra. La mancanza contemporanea di Zito e D’Angelo si è fatta notare sensibilmente e quando sul finire del primo tempo un generoso slancio di Castaldo alla ricerca della palla provocava il duro scontro con Bisogno ed il successivo abbandono della contesa, non erano pochi quelli che speravano nella spartizione della posta. I falchetti portavano a casa l’impresa innanzitutto non demeritando nel gioco, ma anche riducendo al lumicino le velleità degli avversari, nelle cui file militano bocche da fuoco di assoluto spessore. Il terzetto difensivo rossoblù li ha smorzati con le buone e con le cattive; i blufoncé riescono ad allungare la striscia di imbattibilità in casa, ma la Casertana porta a casa un prezioso punto che la tiene ancora a galla – nonostante il periodo non proprio fortunato – nel novero delle squadre che aspirano a disputare i play off. La media punti si sta abbassando notevolmente ma la squadra sta sopperendo col cuore alla carenza di un organico che perde pezzi progressivamente. Si spera ora che l’infortunio incorso al bomber di Giugliano non lo sottragga per molto tempo alla disponibilità di Ginestra.

IL PROSSIMO TURNO. Si torna in campo già mercoledì 23 ottobre, per il secondo turno infrasettimanale. Il Catanzaro è atteso al San Nicola, in un match che potrebbe chiarire non poco le potenzialità dei giallorossi: una sconfitta a Bari potrebbe significare anche per loro l’addio ai sogni di gloria, anche perché le battistrada possono contare su match decisamente abbordabili col Potenza che riceve la Cavese, la Reggina ospita il Picerno e la Ternana attende l’Avellino. Il terzetto potrebbe staccare ulteriormente il Monopoli che si presenta a Caserta privo del suo uomo d’ordine in mezzo al campo: Francesco Giorno, infatti, l’ex della partita è incorso nella quinta ammonizione stagionale e quindi sarà appiedato dal giudice sportivo.

I BOMBER. Si parlava in apertura di un parziale risveglio dei bomber. Prosegue la marcia solitaria in vetta di Corazza della Reggina. Il leader della classifica si è permesso il lusso anche di mancare la doppietta, lasciando generosamente il primo rigore a Bellomo, per poi trasformare quello della definitiva vittoria ad inizio secondo tempo. Anche il vibonese Bubas va a segno dal dischetto ed insieme a Marcheggiani raggiungono Castaldo e Perez al secondo posto. Ma insieme a loro si piazza anche Tounkara della Viterbese che, al rientro dopo 5 giornate di stop per infortunio, mette a segno una doppietta nel tennistico 6- 1 inflitto al Rende

10^ GIORNATA – LE GARE IN PROGRAMMA Avellino - Bari 2-2 Bisceglie - Ternana 0-1 Catanzaro - Potenza 0-2 Cavese - Casertana 0-0 Monopoli - Reggina 1-2 Picerno - V. Francavilla 0-0 Sicula Leonzio - Rieti 1-2 Teramo - Paganese 2-1 Vibonese - Catania 5-0 Viterbese – Rende 6-1

LA CLASSIFICA Potenza 23 Ternana 22 Reggina 22 Monopoli 19 Bari 18 Viterbese 17 Catanzaro 16 Catania 15 Paganese 15 Vibonese 14 Casertana 14 V. Francavilla 13 Teramo 12 Cavese 12 Avellino 11 Picerno 10 Bisceglie 9 Sicula Leonzio 6 Rieti 5 Rende 2

IL PROSSIMO TURNO (mercoledì 23 ottobre) Bari - Catanzaro Casertana - Monopoli Catania - Bisceglie Paganese - Vibonese Potenza - Cavese Reggina - Picerno Rende - Sicula Leonzio Rieti - Viterbese Ternana - Avellino V. Francavilla - Teramo

I MARCATORI 8 reti Corazza (Reggina) 6 reti Perez (V. Francavilla) Castaldo (Casertana, 1 rig.) Tounkara (Viterbese) Marcheggiani (Rieti, 1 rig.) Bubas (Vibonese, 2 rig.) 5 reti Starita (Casertana) Jefferson (Monopoli, 1 rig.) Vazquez (V. Francavilla, 1 rig.) Lodi (Catania, 2 rig.) Antenucci (Bari, 4 rig.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potenza, Ternana e Reggina volano. La Casertana incrocia le dita per Castaldo

CasertaNews è in caricamento