Sport

Cala il sipario sulla Casertana. Castaldo si sfoga: "E' uno schifo". Ma la stagione resta positiva

E stamattina la conferenza dei servizi ha dato il via libera alla pratica per la ristrutturazione del Pinto

La Casertana esce dai playoff con un pareggio al Menti (foto di Ciro Santangelo)

Cala il sipario sul campionato e la Casertana lo chiude in maniera più che dignitosa, con un pareggio che la estromette dal cammino play off, dopo che aveva dimostrato sul campo di meritare di passare il turno. I 95’ del Menti hanno rispecchiato tutto il percorso da settembre a ieri, con tanto rammarico per qualche occasione buttata al vento ma allo stesso tempo con la consapevolezza di aversi giocato le proprie fiches in maniera dignitosa e per certi versi inaspettata. La Casertana esce di scena quindi e lo fa a testa alta, con orgoglio e con la consapevolezza di aver fatto un buon lavoro, oltre ad aver dato quanto era nelle proprie potenzialità. Probabilmente se avesse avanzato dopo la partita di ieri, si sarebbe fermata in seguito ma il risultato (condito dalla beffa o dal furto fate voi) ottenuto contro una big del girone lascia tanto amaro in bocca, avendo vanificato uno sforzo ed un lavoro preparato nei minimi particolari.

Federico Guidi ha preparato la gara proprio in funzione di un vantaggio arrivato al momento giusto, prevedendo tutto fuorché una incertezza difensiva (ingigantita da un evidente errore arbitrale) che ha determinato la fine del percorso. La squadra ha eseguito alla perfezione i suoi dettami: come meglio le riesce, ha atteso gli avversari, è ripartita, ha affondato il colpo al momento opportuno, ma come capitato in altre occasioni, non ha saputo resistere al preventivato assalto finale delle vespe. O meglio non ha dismesso il suo gioco, fatto di manovrare e gestire la palla, quando probabilmente era preferibile che la stessa fosse scaraventata sulle finestre degli appartamenti che circondano lo stadio. Purtroppo il calcio è fatto di questi episodi e quando decidi di assumere taluni atteggiamenti, poi ti risulta difficoltoso trasformarli in corso d’opera.

La stagione si chiude con la consapevolezza di aver accettato una filosofia di calcio e non è stata ieri, al Menti, la prima volta che Guidi abbia rinunciato a violentare le sue teorie. Magari qualche altro avrebbe, nel caso di defezioni improvvise, snaturato la sua squadra, egli no: ha voluto verificare fino in fondo la validità delle sue teorie e la tenuta della squadra nell’attuazione delle stesse. E con la sua già annunciata da tempo conferma sulla panchina rossoblù tutto ciò è indispensabile per mettere in piedi un progetto che trova nella stagione appena conclusa la pietra d’angolo per il futuro assetto tecnico. Rimane pur sempre un grosso rammarico per l’epilogo, evidenziato da tutti i tesserati, a cominciare dal capitano (in campo) Carillo a quello virtuale Castaldo. Quest’ultimo lo ha esplicitato a chiare lettere e con toni duri sul suo profilo Instagram. “Usciamo a testa altissima – ha postato il bomber di Giugliano – abbiamo dimostrato di essere all’altezza e non dobbiamo recriminare nulla perché abbiamo fatto un miracolo calcistico, tirandoci fuori da una situazione critica fino ad arrivare ai play off con una partita in meno rispetto alle altre, perché quella con la Viterbese non fa testo. Sono uno che le cose non se le tiene dentro ed una cosa devo dirla: oggi si è assistito ad un vero e proprio schifo”.

Non è dato sapere se quelle scritte siano le ultime parole del Castaldo in veste di falchetto; il suo contratto è in scadenza a fine stagione e per la relativa conferma se ne parlerà a tempo debito, ma il futuro della Casertana è già iniziato. All’indomani della tremenda delusione stabiese questa mattina era prevista la famigerata conferenza dei servizi decisoria circa la programmata ristrutturazione dello stadio Pinto. Al termine della stessa il sindaco Carlo Marino ha diffuso una nota nella quale esprime la sua soddisfazione per i risultati raggiunti. Ora l’iter burocratico prevede la sottoscrizione del verbale stilato questa mattina da parte di tutti i soggetti interessati, la procedura dell’autorizzazione della Commissione provinciale dei Pubblici Spettacoli ed infine l’indizione della gara di evidenza pubblica per l’individuazione del concessionario. "Tutte ottime notizie – conclude la nota - utili a porre le basi per rilanciare il progetto sportivo della Casertana Calcio, partendo dall’ottimo risultato di questa stagione con la qualificazione ai playoff. Grazie sempre alla società ed al presidente D’Agostino per quanto fatto finora e per gli ambiziosi obiettivi dei prossimi anni. Forza Casertana".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala il sipario sulla Casertana. Castaldo si sfoga: "E' uno schifo". Ma la stagione resta positiva

CasertaNews è in caricamento