menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Turchetta e Del Grosso col presidente D'Agostino

Turchetta e Del Grosso col presidente D'Agostino

Casertana, Turchetta e Del Grosso già pronti per il Catania

L'attaccante: "Oltre ai tifosi, mi ha convinto il progetto". Il difensore svela i motivi dell'addio al Giulianova

Giornata intensa per la Casertana. In programma nel pomeriggio la presentazione dei due acquisti del mercato di gennaio, ma arrivano anche altre notizie da San Nicola la Strada, dove è ubicata la nuova sede del sodalizio rossoblù. Rinnovato quasi del tutto l’organigramma del settore giovanile con Andrea Zungri che assume il ruolo di coordinatore del vivaio ed ufficializzati anche i nuovi allenatori delle formazioni.

Poco prima del piatto forte di giornata arriva anche la nota attraverso la quale la Casertana annuncia la rescissione del contratto con Gioele Origlia. Più tardi il presidente spiegherà che l’attaccante ha chiesto di trasferirsi altrove per trovare lo spazio adeguato per scendere con maggiore frequenza in campo. Pare che sia il Latina, militante in Serie D, la destinazione del 21enne romano che quest’anno ha messo insieme cinque presenze in rossoblù (due volte da titolare) mentre l’anno scorso fu impiegato da Ginestra in 18 occasioni (cinque volte dal 1’).

Come da convocazione della società, alle 18, nella sala stampa ‘Mario Iannotta’ è andata in scena la conferenza per la presentazione di Gianluca Turchetta e Cristiano Del Grosso, gli acquisti – a mercato ancora chiuso – della dirigenza rossoblù. Presentati dal presidente D’Agostino i due nuovi falchetti hanno risposto alle domande dei cronisti malcelando una certa smania di indossare la maglia rossoblù e di mettersi a disposizione dell’allenatore Guidi.

“Ringrazio il presidente per questa opportunità – ha detto Turchetta – ho ricevuto una accoglienza straordinaria e di questo non avevo dubbi, perché ero andato via da Caserta con tanto rammarico. Ritrovo un caloroso entusiasmo che sicuramente in questo particolare periodo non può che far bene. Lo stesso entusiasmo che, vuoi o non vuoi, può essere alimentato solo con i risultati che spero arrivino in fretta. Ma oltre all’affetto dei tifosi mi ha convinto a tornare anche il progetto che sta prendendo piede e una piazza come Caserta ha tutte le carte in regola per aspirare a categorie superiori”.

“Una opportunità importante per me – ha detto Del Grosso – che voglio sfruttare al massimo perché sono ancora pronto, fisicamente e soprattutto mentalmente, a dare il mio contributo. Qualcuno ha frainteso la mia volontà di andar via da Giulianova, interpretandola come un addio al calcio. In verità volevo staccarmi da quell’ambiente perché non volevo avere più a che fare con determinati personaggi, anche se ho lasciato una squadra con alla guida tecnica mio fratello. Arrivo in una squadra molto giovane e non vedo l’ora di mettere a disposizione la mia esperienza per aiutare a maturare i nuovi compagni di squadra”.

Da giorni a Caserta e a lavoro con mister Guidi, i due sono già pronti per scendere in campo già domenica prossima contro il Catania e sarà il tecnico fiorentino a decidere se scenderanno nella mischia alla prima occasione utile.

Il presidente D’Agostino, sollecitato dai cronisti ha spaziato anche su altri argomenti. A cominciare dai lavori allo stadio che attualmente afferiscono agli adempimenti burocratici da assumere nella Giunta Comunale, ma che – pandemia permettendo – dovrebbe vedere la luce dei lavori tra i mesi di aprile o maggio; dal crowfounding che nonostante altre due adesioni registrate nella giornata di ieri, non presenta i numeri che la società auspicava e soprattutto l’ammissione della collaborazione in società “a livello amministrativo” dell’ex dirigente Nello Martone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento