menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della partita

Un momento della partita

La Casertana non sfonda: è pari col Bisceglie | LE FOTO

Gara meno noiosa rispetto alle precedenti ma la vittoria non arriva

Si torna in campo per la 25esima giornata di campionato e la Casertana affronta il Bisceglie, un’altra squadra che è alle sue spalle in classifica ed i falchetti sono chiamati alla vittoria casalinga che manca ormai da circa tre mesi. Una vittoria che a prescindere dai calcoli più o meno confortanti dal punto di vista della classifica, deve ridare il sorriso ad un ambiente ed alla tifoseria, deve far ritrovare autostima per la squadra e soprattutto deve chiarire, una volta per tutte, se questa squadra è in grado di riappropriarsi di un gioco e delle prestazioni che avevano caratterizzato la parte ascendente del torneo. Una partita difficile e complicata perché gli avversari sono affamati dei punti necessari che potrebbero fare avvicinare la soglia della sicurezza, attualmente difficile da agguantare. Per Ginestra, Longo, Starita, Crispino e Cerofolini, poi, si tratta della sfida al loro recente passato, con la società pugliese che li ha proiettati verso il calcio professionistico. I nerazzurri di Mancini sono accompagnati al Pinto da una dozzina di tifosi che ancora credono all’impresa.

LE SCELTE. Ginestra conferma il modulo prediletto a dispetto delle dichiarazioni della vigilia con la difesa a tre e la folta linea di centrocampo; Santoro recupera il suo ruolo di play maker e Laaribi finisce in panchina insieme a Zito in non perfette condizioni. Mancini è privo degli squalificati Trovade e il bomber Montero sostituito da capitan Ebagua. Rietra dalle tre giornate di squalifica Diallo ma per lui c’è solo panchina come pure per Turi che perde il ballottaggio con Mastropietro mentre Longo è preferito ancora una volta a Zibert.  

PRIMO TEMPO. E’ il Bisceglie a prendere subito in mano il pallino del gioco con un prolungato possesso palla e insistente permanenza nella metà campo rossoblù. Bisogna attendere il 10’ per vedere la Casertana portarsi dalle parti di Casadei con Adamo che viene atterrato poco prima dell’ingresso dell’area di rigore: la punizione di Silva che si infrange sulla barriera; sugli sviluppi una doppia conclusione dei falchetti non sortisce buoni effetti. Al 13’ un lento retro passaggio si Joao Silva proietta Starita a tu per tu con Casadei ed il portiere ospite respinge di piedi la comoda conclusione dell’attaccante rossoblù. La Casertana sembra aver smaltito le titubanze di inizio match e si riversa nella metà campo avversaria; al 17’ ci prova Longo ma la sua conclusione è fuori. Un minuto dopo altri due tentativi – il secondo dei quali con Tascone – sono facile preda della difesa ospite.  Al 28’ il Bisceglie confeziona la più clamorosa palla gol: in seguito a corner c’è una prima conclusione verso Cerofolini ma un impatto fa rimanere la sfera nei pressi e Salvatore Longo la sparacchia altissima. I falchetti rispondono con un tiro da fuori di Tascone che si perde di poco a lato. Dopo qualche istante tocca a Castaldo cercare – senza fortuna – la porta di Casadei. La partita si fa viva con continui capovolgimenti di fronte spesso finalizzati con interessanti spunti che però non servono a schiodare lo 0-0. Al 38’ è ancora Tascone a provare la via della rete dopo uno scambio con Adamo, ma anche stavolta il tiro finisce a lato. Al 41’ una insistita azione di Adamo sulla sinistra porta al cross per Starita che impegna Casadei ad una difficile deviazione in angolo. Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi e sugli spalti si alternano fischi e applausi per 45’ in cui la Casertana ha cercato di costruire qualcosa ma senza alcun costrutto. Anzi spesso dando il fianco ai pugliesi correndo pure qualche brivido.

SECONDO TEMPO. Ancora una volta la ripresa inizia col solito incitamento degli spalti verso i falchetti al fine di tirare fuori gli attributi per venire a capo di una situazione che col passar dei minuti si complica sempre più. Al 4’ Tascone si incarica di una punizione (ennesimo fallo ai danni di Castaldo) che però sorvola ampiamente la traversa. Al 6’ ci prova Longo (quello della Casertana) ma la sua conclusione non molto differente da quella precedente. All’11’ Castaldo fa filtrare un interessante pallone per D’Angelo che da buona posizione calcia a lato. Ginestra intuisce che la gara sta prendendo una brutta piega e corre ai ripari, dentro Zito e Corado in luogo di Santoro e Starita. Ma la musica non cambia, i falchetti lamentano solo un paio di interventi ai limiti della regolarità ai danni di Castaldo in area, sui quali l’arbitro fa ampi cenni di proseguire e poco altro. Una iniziativa di Zito al 30’ non trova nessun compagno pronto alla deviazione. Al 32’ un diverbio tra Zito e Rafretraniaina sfocia in un dato di fatto che porta l’arbitro ad ammonire entrambi, per l’esterno casertano si concretizza l’automatica squalifica che gli impedirà di prendere parte alla trasferta di Catanzaro. Al 41’ un bel guizzo di Castaldo sottomisura fa gridare al gol ma la sfera va a toccare solo l’esterno della rete. Parte il count down verso il finale e con esso gli ultimi assalti della Casertana. Ma la retroguardia del Bisceglie ribatte colpo su colpo. Anche quando Castaldo, al 49’, si ritrova da solo davanti a Casadei ma lo grazia con una svirgolata che spedisce la palla sul fondo. Finisce con l’ennesimo pareggio interno dei falchetti ed una posizione di classifica sempre meno sicura.

CASERTANA-BISCEGLIE           0-0

CASERTANA (3-5-2): Cerofolini; Petta, Silva, Rainone; Longo L. (69’ Origlia), D’Angelo, Santoro (56’ Zito), Tascone, Adamo (81’ Laaribi); Starita (56’ Corado), Castaldo. A disp. Crispino, Caldore, Cavallini, Ciriello, Matese, Lezzi, Varesanovic, Origlia, Paparusso. All. Ciro Ginestra

BISCEGLIE (3-5-2): Casadei; Hristov, Joao Silva, Karkalis (67’ Zibert); Mastrippolito, Nacci (67’ Turi), Longo S., Rafretraniaina, Armeno; Ebagua, Gatto (75’ Ungaro). A disp. Messina, Borghetto, Diallo, Camporeale, Sierra, Murolo, Ferrante, Tessadri, Petris. All. Gianfranco Mancini

ARBITRO: Luca Angelucci di Forlì (Francesco Rizzotto e Francesco Valente di Roma2)

RETI:

NOTE: pomeriggio quasi primaverile, temperatura tiepida; terreno in non perfette condizioni, spettatori 1200 circa con una dozzina di tifosi provenienti da Bisceglie; angoli 5-4 per la Casertana; ammoniti Castaldo, Petta, Rainone, Zito, Rafretraniaina; recupero 1’ e 4

25^ GIORNATA – LA GARE IN PROGRAMMA

Casertana - Bisceglie                    0-0

Cavese - Catania                          ore 17,30   

Monopoli - Bari                             ore 17,30                

Picerno - Vibonese                        0-0

Reggina - Ternana                       lunedì ore 20,45                   

Rende - Paganese                        0-0

Rieti - Catanzaro                           1-4        

Sicula Leonzio - Potenza              4-1        

Viterbese - Teramo                        ore 17,30

V. Francavilla – Avellino                ore 17,30

LA CLASSIFICA

Reggina             56

Bari                    50

Ternana             48

Monopoli            47

Potenza             45

Catanzaro          41

Teramo              37

Catania              33

Viterbese            32

Cavese              32

V. Francavilla      30

Paganese           31

Casertana          30

Avellino              29

Vibonese            29

Picerno              26

Bisceglie             19

Rende                16

Sicula Leonzio    16

Rieti (-5)             12

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento