Casertana-Ginestra, ufficiale il divorzio. Ora parte la rivoluzione

Nei giorni scorsi hanno comunicato l’addio ai rossoblù anche il team manager Eugenio Galasso e il centrocampista Simone Tascone

Il mister Ciro Ginestra

Dopo il vocìo dei giorni scorsi, arriva, tramite un comunicato ufficiale della Casertana, il divorzio dall’allenatore Ciro Ginestra. Non una sorpresa dunque ad onta di un altro anno di contratto in essere e la dichiarazione del presidente D’Agostino di una forte penale in caso di abbandono preventivo da parte del tecnico. Evidentemente Ginestra non è affatto preoccupato del suo immediato futuro: le richieste non mancano e le mutate condizioni del progetto tecnico rossoblù hanno indotto l’allenatore a siglare la rescissione consensuale.

Ma quello di Ginestra non è l’unico addio registrato finora. Già nei giorni passati, attraverso i canali social hanno comunicato di aver lasciato i falchetti il team manager Eugenio Galasso e il centrocampista Simone Tascone, arrivato al Pinto nel mercato di gennaio. La lista si potrebbe ingrossare nei prossimi giorni dal momento che i bene informati parlano di un precoce divorzio anche col direttore tecnico Todaro dopo pochi giorni dalla sua nomina. Insomma sembra prevalere in società la politica del direttore sportivo Salvatore Violante che, stando ai rumors, è entrato in contrasto recentemente con lo staff tecnico e a quanto pare non abbia trovato sin da subito la piena sintonia con Todaro.

L’addio di Ginestra potrebbe provocare anche un effetto domino sui calciatori che non riscuotono più il patrocinio del presidente per la nota presa di posizione derivata dal mancato rispetto di scadenze economiche in occasione dell’esplosione della pandemia da coronavirus. Ora spetta proprio a Violante ricostruire la squadra rossoblù che dovrà essere plasmata ad immagine e somiglianza delle esigenze del caso ma verosimilmente dobbiamo attenderci un mosaico di non prima grandezza, che possa conservare la categoria e che possa fungere da base alle compagini di domani quando ci saranno le sinergie giuste a partire dal nuovo Pinto (per dar corso alla scalata che il presidente D’Agostino ha prospettato).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento