menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Casertana ribalta la Cavese: Longo firma la vittoria

Gli ospiti restano in 9, i falchetti riescono a vincere e continuano a sognare i playoff

Tre punti fondamentali sia per la Casertana che per la Cavese, nella sfida del Pinto valida per la 32^ giornata.  I padroni di casa vogliono la vittoria per smentire la qualifica di forte con le grandi e deboli con le piccole: dopo il pareggio di Bari i falchetti devono trovare continuità e dimostrare che il capitombolo interno col Bisceglie deve essere considerato solo un incidente di percorso anche se grida vendetta anche la sconfitta con la Turris; la Cavese invece è in posizione di classifica disperata ed affida alle residue partite da giocare, compresi i tre recuperi che la vedono interessata per mettersi al passo delle altre, per evitare una cocente retrocessione diretta e senza play out. Il rinvio della partita del Monopoli col Palermo e il pareggio della Viterbese a Foggia offrono ai rossoblù di Guidi la possibilità di blindare – in maniera forse definitiva – la partecipazione ai play off ed è una chance di non poco conto che i falcetti devono sfruttare appieno.

LE SCELTE. Tutto semplice per Federico Guidi che nella giornata di ieri ha polungato il suo contratto con la Casertana per altri due anni: il tecnico rossoblù ripropone lo stesso undici che è sceso in campo a Bari dal 1’, nonostante i recuperi di Buschiazzo che rientra dalla squalifica e Del Grosso dall’infortunio; riproposti quindi sa Rillo che Ciriello, così come il terzetto di centrocampo; una sola la variazione per l’indisponibilità di turchetta che Rosso e Pacilli che vengono esentati dalla staffetta e si posizionano ai lati di Cuppone. Meno semplici le scelte di Campilongo che deve lamentare numerose asssenze e pertanto lo schieramento bleu foncé è decisamente inedito. Tornano dopo lunga assenza il difensore Ricchi ed il centrocampista Scoppa e l’attaccante Buba che va a far coppia con Gerardi; i due sono supportati dal trequartista Senesi mentre il suo quasi omonimo Senese fa l’esordio assoluto dal 1’ dopo una fugace apparizione alla 26^ giornata. Solo panchina per Favasuli, De Rosa e Calderini.

PRIMO TEMPO. Non c’è tempo di studiarsi, si parte a spron battuto e senza tatticismi di sorta. Dopo un timido tentativo di Matese (2’) finito a lato, la Cavese crea un primo pericolo per Avella al 5’ con Gerardi poco preciso nel deviare verso la porta un bel cross di Ricchi. All’8’ è Rillo ad andare alla conclusione con un tiro a giro che Kucich fa suo. All’11’ uno scambio Pacilli-Hadziosmanovic porta quest’ultimo al cross che né Cuppone Rosso riescono a deviare in porta. Al 16’ un pasticcio fra Hadziosmanovic ed Avella, con un retro passaggio raccolto con le mani dal portiere provoca una punizione indiretta in area con la conclusione di Bubas che finisce altissima. Al 18’ uno scontro fortuito tra Carillo e Santoro in fase avanzata, favorisce il capovolgimento di fronte che Natalucci non sfrutta al meglio e l’azione sfuma. Al 22’ Cuppone va in pressing su Kucich e riesce anche a conquistare la sfera che deposita in rete, ma è tutto fermo per un tocco di mano da parte dell’ex Monopoli. Lo stesso Cuppone prova a girare un cross di Hadziosmanovic ma la scarsa mira, complice anche il vento, imprimono alla palla una traiettoria altissima. Al 27’ la situazione si sblocca: un recupero di Ciriello su Bubas provoca il secondo corner a favore degli ospiti con lo schema che porta al colpo di testa di Matino che serve a centro area Gerardi che sempre di testa trafigge Avella dalla corta distanza. Al 39’ ci prova Ricchi dal vertice sinistro dell’area rossoblù ma la conclusione si perde in curva. Al 43’ c’è la possibilità del pareggio, ma la bella giocata di Pacilli va ad infrangersi contro il palo alla destra di Kucich. Si arriva dopo 2’ di recupero all’intervallo con la Cavese in vantaggio.

SECONDO TEMPO. Negli spogliatoi Guidi avrà senza dubbio dato gli stimoli giusti ai suoi e al ritorno in campo imprime maggiore spessore offensivo sostituendo Varesanovic con Longo. All’8’ Gega in maniera goffa respinge col braccio un cross di Hadziosmanovic e per il direttore di gara è rigore a favore della Casertana, sul discetta si presenta Pacilli e con l’ormai usuale saltello spiazza Kucich e pareggia i conti. Al 12’ un fallo di Santoro viene sanzionato dal signor Scarpa col cartellino giallo, è il quinto del torneo che gli costa la diserzione della prossima partita, quella col Monopoli, se si giocherà oppure la successiva a Palermo. Il pareggio raggiunto rende la partita e la Casertana stessa più vive, ora sono più frequenti le incursioni rossoblù. Che dal 64’ hanno la possibilità di giocare la restante parte della gara in superiorità numerica per il secondo cartellino giallo rifilato a Gerardi per un fallo su Matese. Al 21’ è ancora Pacilli, il più attivo e pericoloso dei falchetti, che va al tiro basso e centrale, facile preda per Kucich. Al 28’ la situazione cavese si complica ancor più perché viene spedito negli spogliatoi anche Scoppa, ancora per doppia ammonizione. Il naturale assedio dei falchetti non è immediato e Campilongo è costretto a coprirsi per difendere il pareggio ed abbassa il baricentro, togliendo dal campo Bubas ed inserendo Semeraro. A 10’ dal termine parte l’assalto finale rossoblù, ma in maniera poco incisiva e i pericoli per Kucich arrivano solo con tiri da lontano che non creano problemi all’estremo difensore metelliano. A 2’ dal termine arriva il sorpasso con un delizioso cross di Hadziosmanovic che trova la testa di Longo che trafigge Kucich. La Casertana torna ia tre punti che consentono il sorpasso al Palermo ed avvicinano anche l’ottavo posto del Teramo.    

CASERTANA-CAVESE 2-1

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Ciriello, Carillo, Rillo; Matese, Santoro, Varesanovic (46’ Longo); Rosso, Cuppone, Pacilli (72’ Matos). A disp. Dekic, Zivkovic, Buschiazzo, De Sarlo, De Vivo, De Lucia, Polito, Del Grosso. All. Federico Guidi

CAVESE (3-4-1-2): Kucich; Matino, Gega, Ricchi; Natalucci (69’ Nunziante), Cuccurullo, Scoppa, Senese; Senesi (63’ Calderini); Gerardi, Bubas (78’ Semeraro). A disp. D’Andrea, Paduano, Favasuli, De Rosa, Gatto, Montaperto. All. Salvatore Campilongo

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno (Antonio Marco Vitale e Fabrizio Aniello Ricciardi di Ancona; IV Ufficiale Samuele Andreano di Prato)

RETI: 27’ Gerardi; 54’ Pacilli (rig.); 88’ Longo

NOTE: giornata fredda e ventosa, terreno in perfette condizioni; gara giocata a porte chiuse in ossequio al DCPM sulle norme anti Covid; angoli 3-2 per la Casertana; ammoniti: Cuppone, Gerardi, Carillo, Gega, Scoppa, Calderini, Santoro; espulsi al 64’ Gerardi e al 74’ Scoppa entrambi per doppia ammonizione; recupero 2’ e 4’

32^ GIORNATA – IL PROGRAMMA

Casertana - Cavese          2-1         

Catania - Avellino    3-1               

Catanzaro - Bari      2-0             

Foggia - Viterbese   1-1              

Monopoli - Palermo  rinviata                 

Paganese - Juve Stabia  20,30           

Potenza - Bisceglie        2-1        

Teramo - V. Francavilla  0-1

Ternana - Vibonese  1-0    

riposa Turris

LA CLASSIFICA

Ternana  72

Avellino 60

Bari  53

Catanzaro  51

Foggia 47

Juve Stabia  46

Catania (-2) 46

Teramo  42

Casertana 41

Palermo 39

Viterbese 35

Monopoli 34

Turris 34

V. Francavilla 34

Potenza 31

Vibonese 28

Paganese  27

Bisceglie 24

Cavese 16

Trapani escluso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento