La Casertana al primo derby, l’Avellino sulla strada dei falchetti | LE PROBABILI FORMAZIONI

I rossoblù ancora orfani di Castaldo ritrovano Fedato. Guidi ripropone il 3-5-2 che ha sorpreso con il Catanzaro

Federico Guidi

A marce forzate il campionato di Serie C. In programma tra stasera e domani il settimo turno ed al netto delle partite da recuperare la classifica va delineandosi con alcune posizioni che appaiono decisamente inaspettate rispetto alla vigilia. La Casertana prosegue quello che è diventato autentico tour de force, con un altro impegno che si presenta sulla carta molto ostico. Contro l’Avellino i falchetti affrontano la terza delle quattro squadre attualmente ai vertici della graduatoria, atteso che l’Avellino, avversario di turno, è candidato, in virtù dei recuperi, a sorpassare, forse a distaccare chi attualmente la precede in classifica.

Un altro ostacolo irto di difficoltà dopo i match sostenuti contro Ternana, Teramo e Catanzaro in cui i falchetti sono chiamati a dare il meglio per uscire imbattuti al Partenio-Lombardi. Ed al valore attuale conferito agli irpini da Piero Braglia si aggiunge anche la carenza di organico degli ospiti che si presentano all’appuntamento ancora col roster ridotto al lumicino. Una costante che comunque non ha condizionato più di tanto l’atteggiamento rossoblù che tutto sommato ha risposto egregiamente ed attende tempi migliori, tra lo spessore tecnico degli avversari e la possibilità di schierare tutti gli effettivi per racimolare i punti necessari per allontanarsi dalla zona calda.

I padroni di casa pur lamentano qualche assenza ma la rosa assemblata da Salvatore Di Somma è talmente omogenea che chi ha sostituito gli assenti non ne hanno fatto sentire la mancanza. Ma qualcosa può inventarsi Federico Guidi, nell’assalto alla potenziale capolista del girone: il grosso del bottino irpino è stato conquistato nelle tre trasferte disputate, mentre nell’unica partita giocata al Partenio Forte e compagni non solo andati oltre lo 0-0 contro la Juve Stabia e dove è riuscito Padalino, anche il tecnico rossoblù potrebbe ottenere buon gioco.

Tre gli ex tra le file irpine che si troveranno ad affrontare gli ex compagni, o almeno quelli che sono rimasti: si va dal portiere Francesco Forte, all’esterno sinistro Fabio Tito e dall’attaccante esterno Emanuele Pio Adamo. Quest’ultimo in particolare sembra esprimere il meglio di sé con Braglia, essendo già stato impiegato per tre volte in quattro partite e tra queste nell’ultima occasione, quella di mercoledì a Foggia quando è subentrato a Burgio ed ha giocato egregiamente per oltre un’ora. Sempre presente il portiere, a Tito invece allo Zaccheria è stato concesso un turno di riposo, magari preservandone la tenuta in vista proprio del derby. Ma i dubbi maggiori per Braglia sono legati a chi affidare il compito di scardinare la ritrovata (contro il Catanzaro) difesa rossoblù. Il reparto avanzato biancoverde può contare su bomber di rilievo assoluto, a cominciare da Santaniello e Bernardotto, ma alle loro spalle scalpitano Maniero e Fella in costante crescita verso la forma migliore, senza contare gli inserimenti di D’Angelo, finora capocannoniere irpino con tre gol.

Reparto avanzato che finora si è mostrato il tallone di Achille per la Casertana, non per il numero di gol realizzato, quanto per le defezioni di almeno quattro dei sei elementi a disposizione. I falchetti sono ancora orfani di Gigi Castaldo e solo lui sa quanto teneva a disputare questa partita: il bomber di Giugliano freme di dimostrare quanto erano fondate le intenzioni di chi voleva riportarlo in Irpinia e quante altrettanto valide sono state quelle di trattenerlo a Caserta. Guidi recupera Fedato ma il trio iniziale vede anche la defezione – che sarà piuttosto lunga – di Matarese. Senza contare che tutto il precampionato avevano messo in evidenza un promettente Cavallini, a sua volta fermato da un infortunio che lo tiene lontano dalla prima squadra da circa venti giorni. Probabilmente sarà riproposto il 3-5-2 che ha sorpreso il Catanzaro, con Cuppone ad agire da ariete nella nutrita retroguardia biancoverde. Guidi comunque benedice questo nuovo ostico impegno e cercherà di sfruttarlo al massimo infondendo nei suoi gli stimoli giusti che una partita contro l’ennesima big del girone deve trasmettere ai calciatori, che saranno valutati anche per il percorso di crescita che la società ha programmato.  

LE PROBABILI FORMAZIONI

AVELLINO (3-5-2): Forte; Dossena, Miceli, Rizzo; Ciancio, Aloi, De Francesco, D’Angelo, Tito; Santaniello, Fella. All. Piero Braglia

CASERTANA (3-5-2): Dekic, Buschiazzo, Konate, Carillo; Hadziosmanovic, Izzillo, Bordin, Icardi, Setola; Cuppone, Fedato. All. Federico Guidi

ARBITRO: Cristian Cudini di Fermo (Mattia Politi di Lecce e Riccardo Pintaudi di Pesaro; IV uomo Francesco Cosso di Reggio Calabria)

SETTIMA GIORNATA

LE GARE IN PROGRAMMA

Avellino - Casertana                     ore 17,30            

Bari - Catania                                ore 17,30     

Catanzaro - Palermo                    rinviata               

Cavese - Monopoli                       ore 15                  

Teramo - Juve Stabia                   ore 15              

Ternana - Foggia                          ore 17,30                            

Turris - Paganese                         ore 17,30                

V. Francavilla – Potenza               stasera ore 20,45          

Vibonese – Viterbese                   ore 15

LA CLASSIFICA

Ternana             12

Bari                    11

Teramo              11

Juve Stabia        10

Avellino              10

Turris                 10

Vibonese            8

Catanzaro          8

Bisceglie             7

Catania (-4)        6

Potenza             5

Viterbese            5

Monopoli            5

Foggia                3

Casertana          3

Paganese           3

V. Francavilla      2

Cavese              1

Palermo             1

Trapani                  escluso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento