Sport

La Casertana torna alla vittoria, Zito e Longo abbattono il Monopoli

I menomati falchetti con una gara tutto cuore escono tra gli applausi del pubblico

La Casertana contro il Monopoli nel turno infrasettimanale (foto Angela Della Rotonda)

Secondo turno infrasettimanale del campionato e la Casertana affronta al Pinto il Monopoli. I falchetti puntano ad invertire la recente rotta negativa di tre partite senza vittoria mentre gli ospiti vogliono riscattare la sconfitta di domenica scorsa tra le mura amiche ad opera della Reggina. Pur con tante assenze Ginestra non rinuncia a presentare una squadra che possa disputare il suo dignitoso match innanzitutto senza rinunciare alla sua identità e nel chiaro processo di crescita dell’intero gruppo che comunque è in perfetta tabella di marcia stabilita ad inizio stagione. Il tour de force mette a dura prova i falchetti che arrivano all’appuntamento col chiaro intento di interrompere anche l’altra striscia negativa composta dalle tre vittorie biancoverde negli ultimi tre incontri disputati al Pinto. Gli ospiti, invece, fatta salva la recente sconfitta nell’ultimo turno, possono vantare un cammino di tutto rispetto, anche in virtù della sterzata che Peppe Scienza ha saputo dare alla squadra, raccogliendo ben 16 punti nel corso della sua gestione. E, particolare ancor più rilevante, spiccano le tre vittorie in trasferta di cui si son resi capaci i biancoverdi pugliesi. Non mancano le sorprese nelle partite disputate precedentemente con l’Avellino di EziolinoCapuano che compie il blitz a Terni e la Cavese di SasàCampilongo che esce indenne dal Viviani con la capolista Potenza. La vittoria del Teramo a Francavilla Fontana ed il pareggio della Vibonese a Pagani estromettono per ora la Casertana dalla griglia dei play off per cui i falchetti devono fare risultati pieno anche per non perdere contatto con la zona che dà diritto alla post season.

LE SCELTE. Ginestra è con gli uomini contati, almeno per quanto riguarda quelli sui quali ha puntato nelle prime dieci giornate per mettere insieme il non invidiabile bottino che mantiene la squadra nel perimetro dei play off. Castaldo e Zito sono usciti menomati nella sfida con la Cavese, per D’Angelo si sono allungati i tempi di recupero, mentre restano ancora ai box Floro Flores e Lame. Rientra Zito dopo la squalifica e attorno a lui il tecnico deve assemblare una squadra che seppur dal punto di vista atletico ed emotivo, paga dazio in termini tecnici e tattici. Esordio dal 1’ per il giovane Lezzi dopo i 9’ che Ginestra gli concesse in occasione della trionfale vittoria col Rieti, con conseguente scivolamento in panchina per Santoro. Altro esordio dall’inizio per Cavallini che è chiamato a sostituire Castaldo. Paparusso vince il ballottaggio con Zivkov per le scorribande sulla fascia sinistra. Scienza deve rinunciare all’ex falchetto Giorno – vero faro del gioco monopolitano – a Triarico, Mendicino, Tazzer e Maestrelli ma queste ultime defezioni non inficiano più di tanto il potenziale biancoverde, essendo assenti o ai margini delle ultime formazioni schierate già da diverso tempo. Regolarmente in campo Peppe Carriero – occhio al giallo per la diffida – mentre l’atro ex Jefferson usufruisce di un turno di riposo in considerazione del triplice ravvicinato impegno, unitamente al compagno di reparto Fella. Sarà Salvemini in coppia con Moreo a caricarsi del peso offensivo biancoverde. 

PRIMO TEMPO. Il Monopoli parte a testa bassa e cerca di sorprendere i falchetti costringendoli nella propria tre quarti. Al 2’ Carriero cerca di incunearsi in area dal vertice sinistro con successivo ‘tuffo’ prontamente represso dall’arbitro col cartellino giallo che gli comporterà il forfait nel big match di domenica col Potenza. All’8’ la Casertana si fa pericolosa su azione d’angolo con la respinta di Antonino raccolta da Longo la cui schiacciata fa sorvolare la sfera oltre la traversa. La partita è maschia e dai ritmi sostenuti anche se occasioni da rete non se ne contano. Affollata la parte centrale del campo e le due contendenti fanno fatica a superare le cerniere disegnate dai due tecnici. Il modulo speculare d’altronde non concede a nessuna delle due di creare la superiorità nei vari reparti. E’ sempre il Monopoli ad esercitare una maggiore pressione ma la Casertana ribatte colpo su colpo senza andare mai in affanno. E quando i falchetti hanno la possibilità delle ripartenze gli incontristi ospiti non fanno complimenti nell’abbattere chi ‘osa’ superare la linea Maginot. E così attorno alla mezz’ora finiscono sul taccuino dei cattivi prima Piccinni e poi Arena. Al 36’ la palla buona capita sui piedi di Cavallini ma la conclusione dell’ex Lecce viene smorzata dall’intervento di De Franco. Al 40’ è Zito ad assumersi la responsabilità del tiro dopo aver caparbiamente conquistato una palla a centrocampo ma la sfera finisce altissima. Al 43’ un passaggio filtrante  di Salvemini mette in condizione Hadziosmanovic di presentarsi davanti a Ginestra ma la ciabattata del montenegrino finisce ai lati della porta di Crispino. Nei 2’ di recupero ordinati dal signor Kumara non succede nulla e si va al riposo sul risultato in bianco.

SECONDO TEMPO.  Si riprende con gli stessi protagonisti della prima frazione e con lo stesso spirito. Ma subito dopo un tentativo del Monopoli la Casertana si riversa in avanti e la difesa ospite è costretta ad una affannosa respinta con la palla che termina fuori area, sul piede sinistro di Zito che senza pensarci su due volte fa partire un bolide che si infila sotto la pancia di Antonino e termina in rete. La reazione ospite si esaurisce – al 4’ – in una punizione di Salvemini che termina alta. Al 9’ altra punizione dalla stessa posizione ma questa volta parte un invito sulla sinistra sul quale Clemente si rifugia in angolo. Scienza a questo punto ricorre all’artiglieria pesante inserendo Fella e Jefferson al posto degli attaccanti utilizzati finora. Ginestra risponde con l’inserimento di Adamo per Cavallini. Neanche il tempo di registrare i cambi e Fella riporta la partita in parità con un preciso destra che, dal limite, va ad insaccarsi alla sinistra di Crispino. Al 19’ Monopoli ancora pericoloso con un gran bolide di Carriero sul quale Crispino deve fare sfoggio di tutte le sue qualità per sventare la conclusione. La Casertana soffre la pressione avversaria ed il Monopoli ha saldamente in mano le operazioni. Alla mezz’ora la Casertana si riporta in avanti. Zito conquista una palla quasi ai limiti della propria area di rigore, si produce in una galoppata coast to coast allargando sulla sinistra a Starita il cui cross sul secondo palo dove Longo era puntuale a raccogliere la sfera e a scaraventarla alle spalle di Antonino. Al 36’ c’è il gran lavoro sulla sinistra di Rota con passaggio al centro per Jefferson che però non centra lo specchio della porta. Il Monopoli a testa bassa cerca il nuovo pareggio ma la granitica difesa della Casertana si conferma insuperabile e sventa tutte le velleità avversarie. L’arbitro assegna 5’ di recupero nel primo dei quali Jefferson commette un fallo a palla lontana ai danni di Caldore e l’arbitro lo espelle. Non succede più nulla fino al termine e la Casertana torna alla vittoria, contro una formazione di tutto rispetto e riprende a respirare aria salubre, con una partita disputata diligentemente e con i dovuti attributi. 

CASERTANA – MONOPOLI?2-1

CASERTANA (3-5-2): Crispino, Clemente, Silva, Caldore; Longo (88’ Zivkov), Laaribi, Lezzi (67’ Santoro), Zito, Paparusso; Starita, Cavallini (58’ Adamo). A disp. Zivkovic, Galluzzo, Gonzales, Ciriello, Matese, Varesanovic, Origlia. All. Ciro Ginestra

MONOPOLI (3-5-2): Antonino; Pecorini, De Franco, Mercadante (78’ Tuttisanti); Rota, Hadziosmanovic (83’ Antonacci), Piccinni (78’Cuppone), Carriero, Arena; Moreo(57’ Fella), Salvemini (57’ Jefferson). A disp. Menegatti, Milli, Mariano, Nina, Ferrara. All. Giuseppe Scienza

ARBITRO: Saimir Kumara di Verona (Francesca Di Monte di Chieti e Francesco Ciancaglini di Vasto

RETI: 47’ Zito; 59’ Fella; 75’ Longo 

NOTE: serata mite, temeratura gradevole, terreno in pessime condizioni; spettatori 2000 circa di cui 1010 abbonati e 79 tifosi ospiti; angoli 5-3; ammoniti Carriero, Piccinni Arena, Longo, Lezzi, Santoro, Zito, Silva; espulso al 91’ Jefferson; recupero 2’ e 5’

11^ GIORNATA - I RISULTATI

Bari - Catanzaro        ?2-0             

Casertana - Monopoli   ?2-1                         

Catania - Bisceglie    ?1-1                          

Paganese - Vibonese  ?2-2             

Potenza - Cavese        ?0-0                        

Reggina - Picerno        ?4-1                        

Rende - Sicula Leonzio ?2-0                        

Rieti - Viterbese            ?4-2                   

Ternana - Avellino          ?0-1                  

V. Francavilla - Teramo ?0-2             

LA CLASSIFICA

Reggina??25

Potenza??24

Ternana??22

Bari??21

Monopoli?19

Viterbese?17

Casertana?17

Catanzaro?16

Catania??16

Paganese?16

Teramo??15

Vibonese?15

Avellino??14

V. Francavilla?13

Cavese??13

Picerno??10

Bisceglie?10

Rieti??8

Sicula Leonzio ?6

Rende??5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana torna alla vittoria, Zito e Longo abbattono il Monopoli

CasertaNews è in caricamento