rotate-mobile
Sport

El Tanque manda in fuga la Reggina. La Casertana gioca ma si arrende a Teramo

Il punto della 12esima giornata. Cade il Potenza, Ferrante salva la Ternana

La 12^ giornata del campionato di Serie C vede nel raggruppamento meridionale il primo strappo in vetta alla classifica. Se non è proprio fuga ci manca molto poco. Dopo il continuo alternarsi in testa, la giornata di ieri ha fatto registrare la vittoria della capolista di turno in trasferta e la pesante débacle del Potenza, unitamente al pareggio della Ternana. Gongola la Reggina che oltre a godersi l’ultimo arrivato German Denis, allontana le più immediate inseguitrici. La doppietta del Tanque assume maggior rilievo perché trovata al Partenio-Lombardi contro un Avellino che aveva fatto gridare al miracolo nelle ultime due uscite, le prime con Eziolino Capuano in panchina. A dire il vero il tecnico avrebbe qualcosa da dire sulla direzione arbitrale (e lo ha detto) e su alcuni giudizi tranciati dal suo dirimpettaio Toscano, ma alla fine gli amaranto si portano a casa i tre punti ed ora si proiettano al Viviani, domenica prossima, in uno scontro che potrebbe – in caso di vittoria – consacrare definitivamente la squadra del presidente Gallo. Sarà proprio il Potenza la compagine che dovrà riportare la capolista (unica ancora imbattuta) coi piedi per terra per mantenere alcuni discorsi ancora vivi. Lo 0-3 rimediato a Monopoli non solo mortifica la classifica lucana ma scalfisce e non poco una solidità difensiva che aveva portato i rossoblù a far parlare di sé in Europa. Una rete di Ferrante ad una dozzina di minuti dal termine salva la Ternana dal capitombolo a Vibo Valentia e gli umbri ora sentono il fiato sul collo sia del Bari (fermato al San Nicola dal Catania) sia dello stesso Monopoli. Fermato sul pareggio - dal sorprendente Rende - anche il Catanzaro, cui non basta più neanche il Ceravolo per avere ragione di avversari ben più modesti. Chi non intende fermarsi più sembra il Rieti che conquista la terza vittoria consecutiva e si lascia alle spalle il periodo nero ed ora mette nel mirino altre dirette concorrenti per scalare la classifica. La vittima di turno è la Cavese di Campilongo, che perde l’imbattibilità al Menti e viene risucchiata nuovamente nella zona calda. Santaniello ed il capitano Emanuele Esposito forniscono ossigeno puro alla classifica del Picerno mettendo in evidenza le difficoltà esterne fin qui denunciate dalla Paganese. Il Francavilla è protagonista dell’unico blitz esterno della giornata ai danni del Bisceglie. I soliti Volpe e Tounkara regolano la Sicula Leonzio, precipitata in fondo alla classifica ed i prossimi avversari della Casertana si rilanciano in classifica posizionandosi subito alle spalle delle prime cinque.

La Casertana era attesa alla conferma, al Bonolis, dopo la convincente prova contro il Monopoli. La partita è stata vibrante, ricca di emozioni e di colpi di scena, ma il risultato ha premiato il Teramo di Tedino. Qualche errore in fase di impostazione ha penalizzato i falchetti che, comunque, hanno ribattuto colpo su colpo, dopo aver subito il doppio svantaggio iniziale nella prima mezz’ora. La Casertana ha reagito con vigore e con cuore anche se la rimonta, più volte sfiorata non è stata completata. Ancora una volta Antonio Zito si è caricato la squadra sulle spalle e con perizia e dedizione non solo ha realizzato il gol che ha riaperto la partita a fine primo tempo, ma ha anche fornito gli assist per le speranze rossoblù in occasione delle reti di Paparusso e Starita. Ginestra esce da un trittico probante con 4 punti in carniere e la certezza di poter contare su altri elementi da inserire in organico se dovesse ritrovarsi ancora alle prese con squalifiche ed infortuni. Fatti salvi gli errori individuali, fisiologici in una squadra giovane ed inesperta. Chi sta scalando le gerarchie è Lezzi, molto più propositivo e dotato di personalità rispetto a Santoro e l’ex potrebbe rivelarsi molto prezioso, specialmente quando al suo fianco potrà riavere D’Angelo che anche con Santoro è stato prodigo di consigli e di supporto. Ora i falchetti sono attesi da Viterbese in casa e Reggina al Granillo, due prove che dovranno dire al di la dei risultati, le effettive potenzialità, magari sperando di recuperare qualche giocatore che sta segnando il passo.

IL PROSSIMO TURNO. Potenza-Reggina su tutte le altre, poi tanti impegni abbordabili per le inseguitrici, a cominciare dalla Ternana che ospita il Picerno ed il Bari alle prese con la Vibonese tra le mura amiche. Il Monopoli si reca a Rende mentre il Teramo attende il Bisceglie. Ovvio che tutti guardano al Viviani per capire se c’è la possibilità di rosicchiare punti preziosi alla vetta della graduatoria.

I BOMBER. La notizia è che si ferma Corazza, ma anche Marcheggiani segna il passo. Vanno a segno invece tre degli inseguitori che ora si portano a quota 7: Perez, Buba e Tounkara marcano il tabellino e lasciando al palo Antenucci e Castaldo, i quali però vengono raggiunti da Starita e Fella. Avanzano anche Charpentier e Bombagi mentre l’altra doppietta – dopo quella di Denis – è firmata da Mungo del Teramo che ha letteralmente fatto impazzire la difesa della Casertana

12^ GIORNATA – I RISULTATI Avellino - Reggina 1-2 Bisceglie - V. Francavilla 0-1 Catania - Bari 0-0 Catanzaro - Rende 1-1 Cavese - Rieti 0-2 Monopoli - Potenza 3-0 Picerno - Paganese 2-0 Teramo - Casertana 4-3 Vibonese - Ternana 1-1 Viterbese - Sicula Leonzio 2-0

LA CLASSIFICA Reggina 28 Potenza 24 Ternana 23 Bari 22 Monopoli 22 Viterbese 20 Teramo 18 Casertana 17 Catanzaro 17 Paganese 16 V. Francavilla 16 Catania 16 Vibonese 16 Avellino 14 Cavese 13 Picerno 13 Rieti 11 Bisceglie 10 Sicula Leonzio 6 Rende 6

PROSSIMO TURNO (domenica 3 novembre) Bari - Vibonese Casertana - Viterbese Catanzaro - Avellino sabato ore 20,45 Paganese - Catania Potenza - Reggina Rende - Monopoli Rieti - V. Francavilla Sicula Leonzio - Cavese Teramo - Bisceglie Ternana - Picerno

I MARCATORI 9 reti Corazza (Reggina) Marcheggiani (Rieti, 1 rig.) 7 reti Perez (V. Francavilla) Tounkara (Viterbese) Bubas (Vibonese (3 rig.) 6 reti Starita (Casertana) Fella (Monopoli) Castaldo (Casertana, 1 rig.) Antenucci (Bari, 4 rig.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

El Tanque manda in fuga la Reggina. La Casertana gioca ma si arrende a Teramo

CasertaNews è in caricamento