Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Associazioni sportive rischiano il default perché la Provincia non può cancellare i canoni

I gestori: "Ci darebbe respiro, la ripresa sarà lenta". Il presidente Magliocca: "Ho chiesto al ministero di darci la possibilità di venire incontro alle loro necessità"

Guida e Magliocca allo Stadio del Nuoto

Società ed associazioni sportive che rischiano di pagare, per intero, la crisi da coronavirus per colpa del dissesto della Provincia di Caserta. In larga parte d’Italia, infatti, sono stati presi provvedimenti per cancellare i canoni d’affitto delle strutture scolastiche utilizzate e sportive, ma in Terra di Lavoro, purtroppo, tale provvedimento non è stato ancora adottato.

“Un esonero del genere - raccontano i referenti delle associazioni sportive - ci permetterebbe di ripartire con più ossigeno visto che sicuramente la ripresa sarò blanda e difficile fino a settembre”. Il nodo, come detto, è legato alla condizione di dissesto finanziario in cui versa la Provincia e che obbliga l’Ente a non poter cancellare tariffe e tasse.

“Abbiamo chiesto al Ministero di poter utilizzare il fondo per mancate entrate per poter annullare l’obbligo - ha spiegato il presidente della Provincia Giorgio Magliocca - altrimenti la situazione diventa paradossale dato che gli enti in dissesto non possono annullare tasse”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazioni sportive rischiano il default perché la Provincia non può cancellare i canoni

CasertaNews è in caricamento