Altro forfait del Trapani, sottratti i tre punti alla Casertana. Il punto della seconda giornata

I siciliani esclusi dal campionato, la corazzata Bari fermata in casa dal Teramo

Si è giocata appena la seconda giornata (e sono saltate anche 5 partite) ed il campionato ha già espresso il suo primo verdetto: delle tre retrocessioni previste, la prima è già maturata. Il Trapani ha disertato, come annunciato, anche il match col Catanzaro ed è stato escluso dal torneo, con tutte le conseguenze che ciò comporta. Oltre a guadagnare l’ultima posizione, con retrocessione diretta, vede annullato anche il precedente 0-3 maturato contro la Casertana, che quindi torna al punto di partenza, anche se la fattispecie non implica alcuno svantaggio dal momento che tutte le squadre si fermeranno in concomitanza del loro match coi siciliani. L’altro effetto tangibile per i falchetti è che la partita non disputata è invalida a tutti gli effetti e pertanto il falchetto Petruzzelli dovrà ancora scontare il turno di squalifica, osservato al Provinciale di Erice ma vanificato dalla mancata disputa del match.

Anche la seconda giornata si è sviluppata in modo monco. Ai previsti rinvii di Bisceglie-Cavese e Casertana-Foggia si è aggiunta anche Palermo-Potenza che non si è disputata in quanto ai lucani è stato impedito di raggiungere la Sicilia in virtù dei due calciatori trovati positivi al Covid-19. A questo punto è da monitorare la posizione della squadra di Mario Somma prossimi avversari della Casertana. Una situazione che va creando sempre più sconforto misto ad impazienza per i sostenitori della sempre più de-alienizzata squadra rossoblù. Che a questo punto potrebbe anche rinviare il suo debutto addirittura all’11 ottobre, in casa (si fa per dire) contro la Ternana.

Sono andati in scena quindi solo sei match sui 10 programmati e non sono mancate le sorprese. A cominciare dalla corazzata Bari che è inciampata in casa, raggiungendo il pari solo con una prodezza di Celiento, su assist di Marras, dopo che il Teramo l’aveva sorpresa dopo neanche due minuti con Bombagi. Certo è che i biancorossi, specie nel secondo tempo, hanno letteralmente preso d’assedio la porta di Lewandowski ma è bastata una attenta difesa biancorossa a bagnare le polveri di Antenucci e compagni ed uscire indenni dal San Nicola. Il Monopoli dopo il blitz di Castellammare era atteso al bis al Veneziani ma stavolta i biancoverdi di Scienza sono stati meno brillanti del solito ed hanno dato il via libera al Catania che in due giornate ha praticamente annullato il gap di quattro punti coi quali era partito. La Juve Stabia a sua volta conquista i primi tre punti stagionali violando il Razza di Vibo Valentia, grazie ad un rigore che capitan Mastalli ha trasformato con la sua solita freddezza. Come pure conquista i primi tre punti anche la Turris che ha piegato la Virtus Francavilla grazie ad una bella azione sviluppata sull’asse degli ex falchetti Romano-Giannone che ha portato il fantasista napoletano a battere l’altro ex Casertana Crispino. Negli anticipi di sabato vittorie corsare di Ternana ed Avellino rispettivamente a Pagani e a Viterbo. Gli umbri hanno praticamente archiviato la pratica dopo neanche 40’, mentre gli irpini hanno coronato con la vittoria maturata all’ultimo secondo dei 5’ di recupero, una partita vigorosa e giocata magistralmente dagli uomini di Braglia.

Sicché dopo due giornate non ci sono squadre a punteggio pieno, anche se tale evenienza potrebbe ancora verificarsi per qualcuna di essa dopo i numerosi recuperi. Il dato che spicca è il fattore campo che è completamente saltato: sulle tredici partite disputate si registrano ben 7 vittorie esterne (escluso lo 0-3 di Trapani-Casertana), tre pareggi e la miseria di altrettante vittorie per le squadre di casa. Segno evidente che la presenza del pubblico negli stati ha un peso specifico inconfutabile. Nella giornata conclusa ieri sono state 9 le reti complessive, con un solo rigore trasformato ed ancora nessu calciatore che abbia messo a segno due gol; due le espulsioni di cui quella del Viterbese Menghi che dopo Tounkara alla 1^ lascia i gialloblù in dieci e permette all’Avellino di trovare l’affondo decisivo per portare a casa la vittoria. Mercoledì prossimo si torna in campo col primo turno infrasettimanale. Dovrebbe finalmente debuttare la Casertana, attesa a Potenza, sempre che gli ulteriori tamponi non vietino ai lucani di tornare in campo mentre Foggia e Bisceglie usufruiranno dell’ultimo turno di riposo concesso per il ritardo col quale sono stati ammessi al torneo. Riposerà anche il Monopoli il cui impegno era stato programmato col Trapani ed il Bari farà visita alla Cavese; fermo il Teramo, la Ternana attende il Palermo coi siciliani ancora al palo.

SECONDA GIORNATA Bari - Teramo 1-1 Casertana - Foggia rinviata Catanzaro - Trapani rinviata Monopoli - Catania 0-1 Paganese - Ternana 0-3 Palermo - Potenza rinviata Turris - V. Francavilla 1-0 Vibonese - Juve Stabia 0-1 Viterbese - Avellino 0-1 Bisceglie - Cavese rinviata

LA CLASSIFICA Teramo, Bari e Ternana 4 Vibonese, Monopoli, Potenza, Juve Stabia, Catanzaro, Avellino, Turris 3 Paganese, Viterbese 1 Casertana, Cavese, Palermo, V. Francavilla, Bisceglie, Foggia, Catania (-4) 0 Trapani esclusa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PROSSIMO TURNO (Mercoledì 7 novembre) Avellino - Bisceglie; Catania - Juve Stabia; Catanzaro - Paganese; Cavese - Bari; Potenza - Casertana; Teramo - Y; Ternana - Palermo; Trapani - Monopoli; Turris - Viterbese; V. Francavilla - Vibonese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento