Il Teramo piega la Casertana e vola in vetta. Risalgono Catanzaro e Catania

Vibonese a valanga. Anche Falletti raggiunge Antenucci e Celiento tra i principi del gol

La Casertana sconfitta a Teramo

Il sesto turno di campionato dà ulteriori indicazioni alla classifica del girone C, in attesa che questa sera alle ore 21, una delle protagoniste di questo inizio stagione, l’Avellino di Piero Braglia, completi il quadro affrontando al Partenio la Juve Stabia. Gli irpini, con una graduatoria dimezzata quasi rispetto alla capolista affidano ai due derby da disputare (mercoledì 28 si recupero quello con la Turris) per dare la scalata al primo posto, in solitaria. Sono stati 23 i gol realizzati e la giornata fa registrare il nuovo record; 4 i rigori (di cui 3 nel match Vibonese-Paganese); le squadre di casa si riscattano decisamente riportando 5 vittorie a fronte dei due blitz esterni; ancora una volta nessuna doppietta mentre sono 2 i calciatori espulsi.

Fermo per riposo il Bari, è proprio la Turris (unitamente al Teramo) ad approfittare della circostanza e portarsi in vetta. I corallini hanno sognato per mezz’ora il primato assoluto (dal gol di Pandolfi al pareggio monopolitano di Arlotti) ma comunque restano una delle più piacevoli sorprese si questo inizio campionato. Tornano a fare la voce grossa il Catanzaro ed il Catania: i calabresi si affidano ai sempre verde Felice Evacuo e Max Carlini per disintegrare la resistenza del Foggia che ha dovuto ricorrere alle prodezze di Fumagalli per mitigare il passivo. Il Catania invece ha sbancato Francavilla con un rigore di Sarao e il meno in classifica diventa sempre più un vago ricordo. Ora gli etnei viaggiano alle spalle delle battistrada e di questo passo elimineranno a breve il gap causato dal -4 iniziale. Torna alla vittoria, in maniera netta, contro un sempre più irriconoscibile Potenza, la Ternana. Partipilo, Boben e Falletti (terzo gol che gli consente di raggiungere in vetta Antenucci e Celiento) confermano le potenzialità in attacco e questa volta la retroguardia rossoverde non concede nulla ai lucani, rilanciandosi dopo il pari con la Casertana. L’altra vittoria esterna è appannaggio della Viterbese che inguaia la Cavese col primo gol di Tounkara che si sblocca dopo un inizio di campionato alquanto in chiaroscuro. Goleada della Vibonese contro la Paganese ed anche la truppa di Angelo Galfano si insedia nei quartieri alti della classifica.

Salire a Teramo con le attuali condizioni psico-fisiche è stata impresa ardua per la Casertana. Un avversario di già notevole spessore e con uno stato di grazia ottimale grazie alle due lusinghiere vittorie interne ed al più lusinghiero punto ottenuto a Bari. Il tutto porta i biancorossi abruzzesi in vetta alla graduatoria con buona pace di chi aveva considerato Paci un allenatore ancora non maturo per certi palcoscenici. Contro un simile avversario la Casertana avrebbe voluto giocare ad armi pari, ma la lunga lista di defezioni cui è stato costretto Guidi è stata più decisiva che mai. Ai quattro indisponibili della vigila si sono aggiunti anche i due calciatori fermati dal tampone anti Covid ed in piena partita ha dato forfait anche Luca Matarese, uno dei punti di forza di quello che era rimasto dello scacchiere rossoblù. La vera Casertana era quella che è uscita indenne da Potenza e con la Ternana o quella di Teramo? Il giudizio va rimandato, in attesa che l’organico rossoblù torni ad essere completo. E mercoledì 21 ottobre si ritorna in campo. Il secondo turno infrasettimanale propone il derby tra Monopoli e Bari ed un incandescente Catania-Ternana. Per i falchetti un altro spauracchio all’orizzonte: ancora ad Avellino la Casertana ospita il Catanzaro. A Foggia e Palermo sono attese rispettivamente Avellino e Turris, intenzionate a tenere il passo delle big.

RISULTATI QUINTA GIORNATA. Avellino - Juve Stabia stasera, Bisceglie - Palermo 2-1, Catanzaro - Foggia 2-1, Cavese - Viterbese 0-2, Teramo - Casertana 2-0, Ternana - Potenza 3-0, Turris - Monopoli 1-1, V. Francavilla - Catania 0-1, Vibonese – Paganese 5-2, riposa Bari.

LA CLASSIFICA. Bari 10 Turris 10 Teramo 10 Ternana 9 Vibonese 8 Catanzaro 7 Avellino 6 Catania (-4) 6 Juve Stabia 6 Bisceglie 6 Potenza 4 Viterbese 4 Monopoli 4 Foggia 3 Casertana 2 Paganese 2 Cavese 1 Palermo 1 V. Francavilla 1 Trapani escluso

I MARCATORI. 3 reti Antenucci (Bari), Celiento (Bari), Falletti (Ternana); 2 reti D’Angelo (Avellino), D’Ursi (Bari), Cuppone (Casertana), Romero (Juve Stabia), Salvemini (Potenza), Franco (Turris), Giannone (Turris), Cittadino (Bisceglie), Curcio (Foggia), Ilari (Teramo), Carlini (Catanzaro).

PROSSIMO TURNO. (mercoledì 21 ottobre) Casertana - Catanzaro; Catania - Ternana; Foggia - Avellino; Juve Stabia - Cavese; Monopoli - Bari; Paganese - V. Francavilla; Palermo - Turris; Potenza - Teramo; Viterbese – Bisceglie; riposa Vibonese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento