Serie C, ecco i calendari tra ricorsi, mugugni e minacce

Per la Casertana debutto in casa contro la Cavese

Finalmente la Lega Pro ha partorito il suo cammino. Sono stati compilati poco fa i calendari della stagione 2018-19 non senza ulteriori dubbi e qualche minaccia da parte di società che intendono tutelare diritti sportivi ed economici. Come noto, il Catania tra qualche ora discuterà il suo ricorso al Tribunale Federale Nazionale teso ad ottenere l’ammissione alla serie B. Ma c’è anche dell’altro. Una nota ufficiale della Viterbese annuncia che potrebbe verificarsi anche l’ipotesi di una rinuncia alla Serie C se non si provvede a rimodulare i gironi. La società laziale ritiene inopportuno, anzi dannoso, l’inserimento nel girone meridionale e minaccia, in caso di mancato riscontro alla richiesta, di rinunciare al campionato. Ma il Palazzo va avanti e assume le decisioni che ritiene opportuno e procede con la compilazione dei calendari. Il sipario si alzerà tra martedì e mercoledì prossimi (18 e 19 settembre) ma è concessa una deroga per le società che di comune accordo intenderanno scendere in campo già domenica prossima. La Casertana esordirà in casa affrontando nel primo derby della stagione la Cavese.

Questa la prima giornata del girone C:

Bisceglie-Vibonese

Casertana-Cavese

Catanzaro-Potenza

Matera-Rieti

Monopoli-Catania

Paganese-Rende

Siracusa-Juve Stabia

Trapani-Reggina

Viterbese-Sicula Leonzio

riposa: Virtus Francavilla

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento