rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Calcio

La Casertana sbanca Nocera e si lancia all’inseguimento del Bitonto

In svantaggio nel primo tempo, i falchetti ribaltano la gara nella ripresa

La giornata più brutta (dal punto di vista meteorologico) dall’inizio del campionato per la partita tra le più interessanti di questa prima parte di stagione. Freddo, pioggia e vento accolgono Nocerina e Casertana che disputano il loro nono turno di campionato, in ritardo rispetto alle altre per il rinvio disposto dal Questore di Salerno. Bastano poche cifre per chiarire l’importanza del match: i padroni di casa non hanno concesso neanche le briciole agli avversari tra le mura amiche; hanno subito solo tre gol nei precedenti otto match (record del girone); occupano la seconda piazza all’inseguimento del Bitonto capolista. Di contro la Casertana si presenta da imbattuta al San Francesco; una vittoria (a Nardò) e due pareggi (Bisceglie e Fasano) rappresenta il suo bottino esterno e fa della compattezza e della tecnica le sue armi migliori per sopperire ad una affrettata composizione della rosa e della pressocché nulla preparazione precampionato. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per un match che dovrà consacrare la rivale più agguerrita per ostacolare il passo al Bitonto, attuale leader della classifica e dominatore indiscusso di questo inizio di stagione.

LE SCELTE. Cavallaro conferma la squadra preventivata alla vigilia con una sola eccezione inserendo Cuomo in mediana e dando via libera a Palmieri nel tridente d’attacco. Dove trova spazio dall’inizio anche Mazzeo che aveva giocato gli ultimi venti minuti a Volla contro il San Giorgio. In avanti trova spazio anche Dammacco con Talamo che parte dalla panchina. Turn over invece nel reparto avanzato per Maiuri, ex della gara (con il ds Accardi), accolto da un caloroso saluto dai suoi ex tifosi. Fermo restante la linea difensiva e quella di centrocampo, in avanti trova spazio il solo Favetta tra quelli pronosticati alla vigilia, con Mansour che si occupa della fascia destra e Sansone che finalmente può fare il suo esordio dal 1’. Pambianchi forma con Rainone la coppia centrale difensiva e Maresca è confermato a centrocampo.

PRIMO TEMPO. La Casertana, come aveva annunciato Maiuri alla vigilia, parte senza alcun timore reverenziale e cerca di impostare la gara impadronendosi immediatamente della metà campo avversaria. Veloci scambi a centrocampo e fitti intrecci di passaggi portano al 7’ alla conclusione Mansour con palla che si perde alto. I molossi sembrano sorpresi da questo aggressivo degli ospiti e cercano di reagire prontamente per evitare un pressante assedio, con Cavallaro che ha il suo da fare per far capire ai suoi come uscire dalla situazione soccombente. Lo stesso Mansour ci prova dalla distanza al 15’ con palla che non trova lo specchio della porta di Pitarresi. Qualche istante dopo tocca a Monti cercare il tiro vincente ma anche in questo caso la mira non è delle più felici. La Nocerina cerca di capovolgere il fronte in varie occasioni, ma mai trovando la conclusione verso Trapani. Al 24’ una bella combinazione Sansone Maresca porta un altro pericolo alla porta rossonera che Pitarresi deve sbrogliare in uscita. Un minuto dopo una ripartenza della Nocerina viene fermata con un fallo tattico da Monti che rimedia il cartellino giallo. Al 27’ – in occasione del primo angolo dei locali – un cross velenoso di Dammacco trova pronto alla deviazione di testa Bruno che beffa Pambianchi, suo diretto marcatore e Trapani che non è sembrato impeccabile nell’occasione, insaccando alle sue spalle. La reazione della Casertana è immediata: Mansour pesca bene in piena area Favetta ma il suo colpo di testa finisce a lato. Al 38’ altra occasione per i padroni di casa con Dammacco che sfiora la traversa con un tiro improvviso e dalla distanza. Dall’altro lato è Favetta ad essere strattonato in area ma per il direttore di gara lascia proseguire il gioco che diventa pericoloso per i falchetti con uno sconsiderato disimpegno di Trapani che per poco non manda in crisi la sua squadra. In pieno recupero un errore di Pambianchi mette Palmieri in condizione di battere a rete ma Trapani si riabilita negando coi piedi il gol che sembrava già fatto. Dopo 3’ di extra time finisce la prima frazione con la Casertana che torna ai primi tempi senza gol come era successo nei primi sei turni di campionato.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio ad inizio ripresa e alla prima occasione la Casertana si rende pericolosa su azione di calcio d’angolo ma a nessun falchetto riesce la deviazione decisiva. Su capovolgimento di fronte la Nocerina si riporta in avanti e proprio all’ingresso dell’area di rigore Dammacco viene fermato fallosamente, La punizione conseguente non sortisce effetti. I padroni di casa cercano di bissare l’atteggiamento dei primi minuti della contesa ed appare più determinata negli affondi. In particolare evidenza in questo frangente l’under Palmieri, sul quale monta una guardia spietata ed efficace capitan Rainone. I falchetti all’8’ hanno l’occasione buona per il pareggio. Sulla linea di porta Cason ferma un tiro dei falchetti con un braccio allargato, viene espulso provocando il calcio di rigore. Sul dischetto si porta Favetta che insacca alle spalle di Pitarresi. Cavallaro corre ai ripari e manda in campo Saporito per rimediare all’assenza del difensore e Talamo che dà il cambio a Dammacco in avanti. La Casertana cerca di affondare il colpo e Sansone per poco non trova il suo primo gol in campionato con la maglia rossoblù. Al 63’ parte Esposito sulla sinistra e viene spinto in area di rigore ma l’arbitro interpreta l’intervento del difensore della Casertana sulla palla e non sull’uomo. Esposito resta fuori per qualche minuto e in duplice superiorità la Casertana conquista una punizione sulla sinistra che ribattuta dalla difesa rossonera fa ripartire la Nocerina e Mansour è costretto al fallo plateale che provoca il cartellino giallo. Al 70’ Sansone tocca il suo ultimo pallone servendo un assist per Vacca a cui però non riesce la deviazione vincente. Sempre Vacca qualche istante dopo ci prova dalla distanza con la palla che sfiora il palo di Pitarresi. A meno di un quarto d’ora Maiuri intensifica il potenziale offensivo inserendo Felleca al posto di Vacca, a dimostrazione della sua convinzione di portare a casa la posta piena. Con la superiorità numerica la Casertana è in costante pressione ed è la Nocerina, sebbene con tanto affanno, a dover cercare di gestire il risultato. Liccardi all’87’ ci prova con una rovesciata che non ha fortuna; un minuto dopo Vicente dalla lunga distanza cerca di sfruttare la folata di vento che spinge il pallone oltre la traversa. A 1’ dal termine la pressione ospite viene premiata: Maresca, ancora una volta preziosissimo, serve un assist al bacio Liccardi che con un tiro dal basso verso l’alto trafigge Pitarresi. Al 1’ dei 4’ di recupero Felleca con un’azione personale mette in ghiaccio il risultato. Era stato buon profeta Maiuri alla vigilia quando pronosticava un successo al San Francesco, successo che sancisce il sorpasso ai danni della Nocerina e la rincorsa al Bitonto.

NOCERINA – CASERTANA 1-3

NOCERINA (4-3-3): Pitarresi; Garofalo (91’ Mancino), Bruno, Cason, Donida; Esposito, Vecchione, Cuomo; Palmieri (56’ Saporito), Dammacco (61’ Talamo), Mazzeo. A disp. Al Tumi, Menichino, Bovo, Chietti, Barone, Donnarumma, All. Giovanni Cavallaro.

CASERTANA (4-3-3): Trapani; Tufano, Rainone, Pambianchi, Monti; Vacca (76’ Felleca), Vicente, Maresca (93’ Cusumano); Mansour (93’ Feola), Sansone (70’ Liccardi), Favetta. A disp. Sarracino, Chinappi, Di Somma, Feola, Cusumano, Capitano, Carannante. All. Vincenzo Maiuri

ARBITRO: Antonio Di Reda di Molfetta (Mattia Morotti di Bergamo e Giuseppe Cucinotta di Brescia

RETI: 27’ Bruno; 54’ Favetta (rig.); 89’ Liccardi; 91’ Felleca

NOTE: pomeriggio freddo e piovoso; terreno in buone condizioni nonostante la pioggia caduta in abbondanza nelle ore precedenti la gara; spettatori 1000 circa di cui 75 provenienti da Caserta; angoli 2-2; ammoniti Monti, Bruno, Mansour, Cuomo; espulso al 53’ Cason per fallo di mano da ultimo uomo; recupero 3’ e 4’

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Bitonto 23

Casertana 19

Nocerina 17

Lavello 17

Francavilla 16

Cerignola 15

Fasano 14

Molfetta 13

Casarano 12

Mariglianese 12

Bisceglie 12

Sorrento 12

Gravina 10

Nola 10

Rotonda (-8) 9

Altamura 8

Virtus Matino 8

Nardò 8

San Giorgio 4

Brindisi 1

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana sbanca Nocera e si lancia all’inseguimento del Bitonto

CasertaNews è in caricamento