rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Calcio

La Casertana ci prova, è bagarre in vetta. Ora testa alla Coppa Italia

Il Sorrento cade a Cassino, avanzano Frascati e Paganese

La 14esima giornata vede la terza sconfitta stagionale del Sorrento in virtù della quale dopo lungo tempo i rossoneri di Maiuri vedono ridurre sensibilmente il vantaggio accumulato nei mesi precedenti ed ora sentono il fiato sul collo di Paganese e soprattutto Lupa Frascati. Il turno è stato avaro di gol: solo 16, appena uno in più rispetto al minimo stagionale stabilito alla sesta giornata; sono state sette le vittorie nelle 9 gare disputate, di cui 4 interne e 2 in trasferta. Anche in fatto di gol le squadre di casa sopravanzano di appena due lunghezze il bottino ddelle viaggianti. Nessuna doppietta e torna una autorete, quella che ha spianato la vittoria della vicecapolista Lupa ai danni del Sarrabus.

SI RITRAE L’ELASTICO. Il ko di Cassino dunque riduce le distanze in vetta e da qualche giornata la classifica assomiglia molto ad un elastico che si allunga e si ritrae a secondo del risultato dei rossoneri di Maiuri. Certo l’impegno del Sorrento era il più duro tra tutti quelli che attendevano le squadre di alta classifica. Sono distanti i tempi in cui la squadra di Imperio Carcione prestava il fianco alla Palmese e solo il trend positivo dell’ultima Paganese ha inflitto ai biancazzurri la seconda sconfitta tra le mura amiche. A proposito di Paganese c’è da registrare la serie ancora aperta di 8 partite utili di fila tra cui tre vittorie nelle ultime tre uscite; ed ancora gli azzurrostellati sono ora l’unica squadra che ha subito una sola sconfitta in 14 giornate, mentre le dirette concorrenti, ivi compreso il Sorrento (come Casertana e Lupa Frascati) sono già a quota tre. Crolla l’Arzachena dopo che nelle ultime partite aveva denotato un certo ritorno di fiamma, successivo al tonfo interno con l’Atletico Uri. La squadra di Marco Nappi però, al di là degli encomi che riceve a ripetizione, manca della continuità necessaria per confortare qualche pronostico favorevole, anche in ottica di vittoria finale. Torna in auge l’Angri che assorbite le due sconfitte consecutive passa con disinvoltura a Uri e si rilancia in graduatoria. Si dividono la posta in palio Pomezia (quarto risultato utile di fila e secondo gol consecutivo di Teti) e Ilvamaddalena e Vis Artena e Palmese con l’unico esito a reti bianche. Infine il Tivoli si impone sul Nola – al nono turno senza vittorie - a cui l’Aprilia consegna il fanalino di coda

RILANCIO ROSSOBLU’. Doveva essere vittoria e vittoria è stata. Anche se risicata, anche se i falchetti hanno sprecato tante palle gol contro il Portici che è apparso poca cosa nel derby del Pinto. Il Portici si imbatte nella terza sconfitta nelle ultime quattro gare (serie interrotta nel pareggio con il Pomezia) ed ora divide la penultima piazza con l’Aprilia che ultimamente ha decisamente cambiato passo. La squadra di Sarnataro ha subito per larga parte della gara la supremazia dei falchetti che hanno un po’ sofferto nella parte centrale del primo tempo per poi assumere nettamente le redini del gioco. La Casertana si è calata forse definitivamente nella categoria ed hanno concesso veramente poco agli avversari. Lo stesso Panarelli ha capito che lo sbilanciato 4-2-3-1 non è il top per questa squadra e al cospetto di avversari agguerriti, optando per un più compatto 4-3-3 per poi virare sul 4-4-2. La Casertana ha vinto e a tratti convinto: la difesa non si è lasciata andare a fronzoli, anche se gli avanti biancazzurri sono sembrati evanescenti; quello che è mancato è il cinismo sotto la porta avversaria dove il subentrato Perio è stato letteralmente graziato prima da Favetta (traversa) e poi dalla conclusione di Casoli che lo ha centrato in pieno. Il divario dalla vetta è ridotto di nuovo a sei lunghezza, ma oltre al distacco dal Sorrento crea fibrillazione il cammino spedito di Lupa Frascati, Paganese e Cassino che non accennano a mollare la rincorsa al primato. Quindi sono da quadruplicare gli sforzi perché oltre ai rossoneri devono necessariamente rallentare le altre compagini, mentre la Casertana deve commettere quanti meno passi falsi possibili. La logica e la matematica dicono che tutto è possibile, chissà che ora inizia il vero cammino dei falchetti.

COSI’ DOMENICA. In attesa del prossimo turno la Casertana questa settimana è attesa dagli straordinari: mercoledì 7 dicembre i falchetti si recano a Francavilla in Sinni dove sono programmati i sedicesimi di finale di Coppa Italia di Serie D. E’ l’unica gara che vede impegnate squadre del Girone G (Portici-Lamezia è stata rinviata) e la squadra di Panarelli punta alla vittoria in campo esterno perché vuole proseguire il percorso anche nella manifestazione tricolore. Il Francavilla veleggia nelle zone basse del Girone H ed il pareggio odierno col Gravina ha interrotto un tris di sconfitte, per cui lo stato di grazia non è dei migliori. Domenica poi parte l’assalto finale del girone di andata, con tre partite che portano alla sosta natalizia. Rainone e compagni vanno ad Angri, ricevono l’Aprilia e chiudono a Palma Campania: tre scontri con squadre in crescita, ma la Casertana non può prescindere dal bottino pieno, magari assottigliando al minimo il gap con le squadre che precedono in classifica. Il Sorrento attende l’Atletico Uri ed è facilmente immaginabile il ritorno ai tre punti per LA Monica e compagni: alle spalle della capolista c’è lo scontro diretto tra Paganese e Lupa Frascati ed inevitabilmente una delle due (o entrambi) possono lasciare punti preziosi al Marcello Torre; il Cassino poi si reca in Sardegna, atteso dal Sarrabus che recentemente ha regolato sul proprio campo il Sorrento.  Palmese e Arzachena si sfidano nello scontro diretto che potrebbe consentire alla vincente di restare aggrappata alla zona play off. Le altre partite riguardano la zona medio-bassa della classifica con Aprilia, Nola e Portici che sferrano l’attacco rispettivamente a Pomezia, Monterotondo e Vis Artena per continuare a sperare.

14ESIMA GIORNATA

I risultati

Arzachena - Aprilia  1-2                  

Atletico Uri - Angri             0-2     

Casertana - Portici   1-0                

Cassino - Sorrento       2-0             

Lupa Frascati - Sarrabus 3-1

Monterotondo - Paganese    0-1       

Pomezia - Ilvamaddalena    1-1           

Tivoli - Nola                     1-0    

Vis Artena – Palmese 0-0

La classifica

Sorrento 29

Lupa Frascati 27

Paganese 25

Cassino 24

Casertana 23

Palmese 22

Arzachena 21

Angri 20

Monterotondo 20

Ilvamaddalena 19

Pomezia 17

Tivoli 15

Vis Artena 15

Sarrabus 14

Atletico Uri 13

Aprilia 12

Portici 12

Nola 11

I marcatori

8 reti Gaetani (Sorrento)

Massella (Pomezia)

Ingretolli (Cassino)

7 reti Sartor (Arzachena)

De Felice (Paganese)

6 reti Baldassi (Monterotondo)

Tilli (Monterotondo)

Nurchi (Sarrabus)

PROSSIMO TURNO

(domenica 11 dicembre)

Angri - Casertana                     

Aprilia - Pomezia                     

Ilvamaddalena - Tivoli                

Nola - Monterotondo             

Paganese - Lupa Frascati              

Palmese - Arzachena                   

Portici - Vis Artena                  

Sarrabus - Cassino          

Sorrento - Atletico Uri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana ci prova, è bagarre in vetta. Ora testa alla Coppa Italia

CasertaNews è in caricamento