rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Calcio

La Casertana si condanna da sola: addio playoff

Il San Giorgio vince al Pinto, alla post season va la Nocerina

Tre punti per non chiudere una stagione a tratti noiosa, decisamente deludente per la Casertana. Il calendario impone all’ultima giornata il derby col San Giorgio ed i falchetti sono in piena corsa – anzi in pole – per la conquista dei play off. Che se non danno garanzie certe di promozione in serie superiore, tuttavia rappresentano un obiettivo importante per dare un senso alla fallimentare annata. Di contro il San Giorgio è alle prese con la zona bassa della classifica ed una sconfitta al Pinto potrebbe comportare la retrocessione diretta in Eccellenza. Una partita quindi da disputare al top dalle due contendenti che non voglio fermare qui il loro tormentato cammino. La posta in palio è altissima ma non richiama al Pinto il pubblico delle grandi occasioni; in altri posti una partita tra squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato fa registrare un afflusso decisamente maggiore rispetto a quella del Pinto.  Sono i postumi di una disaffezione che parte da lontano con la tifoseria rossoblù che si è sentita tradita da promesse non mantenute e programmi ben lontani da una storia ultracentenaria.

LE SCELTE. Feola è aiutato dal giudice sportivo e dall’infermeria nel comporre la lista degli undici da mandare in campo: Di Somma è stato appiedato dopo il doppio giallo rimediato a Molfetta, mentre restano ai box – oltre a Maresca e Addessi – anche Colacicchi e Vacca; rientra dalla squalifica Kosovan ma per lui c’è solo la panchina. Confermato il tridente di trequartisti alle spalle di Favetta. Ambrosino apporta qualcche modifica alla squadra che si è arresa forse troppo facilmente alla capolista Cerignola nell’ultima partita: resta fuori, ma vanno regolarmente in panchina Guarino, Di Pietro e l’autore del gol della bandiera Raiola, sostituiti da Raucci, Caprioli e Bazzaotre con quest’ultimo che va a completare il tridente d’attacco formato anche da Varela e Mancini.

PRIMO TEMPO. Casertana subito in avanti a testa bassa: al 4’ un preciso cross di Tufano pesca Favetta in iena area e la girata del bomber finisce alta. Il San Giorgio cerca di uscire dal guscio ma presta il fianco alle ripartenze rossoblù e all’8’ Nicolau si vede strozzare il tiro da buona posizione dopo una lunga sgroppata. All’11’ Felleca, solo davanti al portiere non riesce a concretizzare un bel servizio di Vicente; risponde Mancini che chiama alla respinta Carotenuto e su capovolgimento di fronte una bella azione rossoblù con cross dalla sinistra di Favetta non trova pronto Mansour alla deviazione vincente. Al 15’ ancora Vicente trova il corridoio giusto per mettere Favetta a tu per tu con Bellarosa ma la prodezza viene annullata per posizione di fuorigioco. Si gioca costantemente nella metà campo granata e quando gli uomini di Ambrosino riescoo a superarla l’attenta retroguardia rossoblù è pronta a sventare qualsiasi minaccia. Al 19’ Favetta in version assist man pesca sulla sinistra Felleca che si accentra e va al tiro senza però creare problemi a Bellarosa. Intorno al 20’ arriva la notizia che la Nocerina è in vantaggio a Bitonto per cui la Casertana deve stringere i tempi per trovare a sua volta la via del gol. Ed al 25’ arriva la più ghiotta palla gol per gli ospiti con Caprioli che con un tiro a giro chiama Carotenuto ad un severo intervento per deviare in angolo. Alla mezz’ora Favetta si produce in un’azione solitaria con la quale supera tre-quattro avversari ma al momento della conclusione colpisce male e spedisce a lato. Al 34’ altra azione degna di nota per i padroni di casa, protagonisti Vicente, Felleca e Favetta cui è affidata la conclusione che però non centra lo specchio della porta. Passa qualche istante e alla conclusione va Felleca con deviazione in angolo di un difensore avversario. Al 42’ Bozzaotre se ne va sulla destra e mette in mezzo un cross che Landolfo da buona posizione spreca maldestramente. Al 45’ una veloce ripartenza ospite porta alla conclusione Bozzaotre cui si oppone Caroenuto in una respinta bassa, irrompe sulla sfera Mancini che non fallisce la facile occasione e porta i granata in vantaggio. Nei minuti di extratime altra ripartenza ospite questa volta con Navas che la difesa casertana riesce a contenere in angolo.

SECONDO TEMPO. Si riparte con gli stessi protagonisti dei primi 45’. La Casertana, complici le notizie provenienti da Bitonto cerca di pervenire almeno al pareggio: al 3’ cross di Monti preciso per la testa di Mansour che però spedisce a lato.  Al 6’ ancora Mansour è messo in condizione di battere a rete ma Bellarosa gli devia il tiro in angolo. Sugli sviluppi Vicente fa partire uno spiovente verso il centro dell’area dove Felleca e Favetta sono finiti in offsie e la rete viene giustamente annullata. Feola sostituisce un evanescente Felleca con Diaz ma è il San Giorgio a sfiorare il raddoppio su azione d’angolo con Landolfo cche spara sull’esterno della rete. Gli attacchi rossoblù sono sempre più sterili e sempre più cconfusi e la difesa ospite è brava a sbrogliare qualsiasi matassa, per cui grossi pericoli per Bellarosa non ce ne sono. Nei sei minuti di recupero arriva il punteggio finale di Bitonto dove la Nocerina ha sbancato il Degli Ulivi per cui alla Casertana restano poche possibilità a disposizione per sovvertire la classifica. Non succede più nulla fino al triplice fischio e la Casertana ssaluta – indegnamente – una stagione fallimentare.

CASERTANA – SA N GIORGIO 0-1

CASERTANA (4-2-3-1): Carotenuto; Tufano (73’ Cusumano), Munoz, Rainone, Monti; Vicente 67’ Kosovan), Feola; Mansour (79’ Carannante), Felleca (57’ Diaz), Nicolau (67’ D’Ottavi); Favetta. A disp. Bovenzi, Salto, Rossi, Criscuolo. All. Vincenzo Feola

SAN GIORGIO (4-3-3): Bellarosa, Landolfo, Sepe, Raucci, Cassese; Caprioli (91’ Greco), Ruggiero, Navas; Varela, Bazzaotre (63’ Argento), Mancini (83’ Raiola). A disp. Barbato, Guarino, Luongo, De Siena, Di Pietro, Greco, Onesto. All. Salvatore Ambrosino.

ARBITRO: Davide Galiffi di Alghero (Vickraj Andrea Gookooluk di Civitavecchia e Francesco Raccanello di Viterbo)

RETI: 45’ Mancini

NOTE: pomeriggio nuvoloso, temperatura attorno ai 22 gradi; terreno in perfette condizioni; spettatori 500 circa di cui una dozzina provenienti da San Giorgio a Cremano; angoli 7-5 per la Casertana; ammoniti Monti, Vicente, Argento, Landolfo; recupero 2’ + 6’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana si condanna da sola: addio playoff

CasertaNews è in caricamento