rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Calcio

La Casertana si presenta tra cori ed un clamoroso annuncio del presidente

Calciatori e staff al proscenio del Belvedere. Domenica al Pinto il nuovo acquisto

Nello splendido scenario del Belvedere di San Leucio calciatori e staff tecnico della nuova Casertana sono stati presentati ai tifosi ed alla stampa. Anticipati come di consueto dal video predisposto, sono saliti sul palco per primi i collaboratori della società, ivi compreso lo staff medico con in testa il dottore Camillo Agnano. Poi uno alla volta, chiamati dall’addetto stampa Giuseppe Frondella e dal co-conduttore della serata Paolo Carli, sono stati chiamati i calciatori, in ordine di ruolo. Con i più rappresentativi – o i più inclini all’intervento – sono state scambiate delle battute, più o meno amene che, tra l’altro, hanno evidenziato lo spirito che pervade questo gruppo. In ultimo è toccato allo staff tecnico con l’allenatore Parlato che ha messo l’accento sulle motivazioni che l’hanno portato a Caserta e sull’obiettivo da raggiungere.

"Abbiamo visto come il nostro presidente lavora 24 ore al giorno – ha detto – e questo deve essere per noi da stimolo per fare altrettanto. Sappiamo che dobbiamo portare questa squadra nel calcio che la città merita e faremo di tutto per centrare lo scopo. Anche se siamo coscienti di incontrare notevoli difficoltà". Sulla stessa lunghezza d’onda il direttore sportivo Alessandro Degli Esposti: “Il nostro obiettivo è stato quello di non lasciare nulla al caso nella costruzione della squadra. E devo dire che sono stato facilitato nel mio compito dal fascino che questa società e questa dirigenza ha esercitato sulla volontà dei calciatori prescelti”.

Infine è salito al proscenio il presidente Giuseppe D’Agostino. “Mi dispiace di quanto accaduto l’anno scorso – ha esordito rivolgendosi ai tifosi - sono dispiaciuto quanto voi per l’enorme delusione patita. Questa volta abbiamo avuto più tempo per predisporre il lavoro in vista del campionato e mi sento di promettere che non falliremo. Abbiamo centrati tutti gli obiettivi che c’eravamo prefissati e non abbiamo alibi. Se dalla Serie C siamo usciti dalla porta di servizio, ci ritorneremo attraverso la porta principale: vincendo cioè il campionato”.

In precedenti simili occasioni era quasi sempre arrivata la ciliegina sulla torta in chiave di calcio mercato. Domenica prende il via la stagione con il primo impego ufficiale col match di Coppa Italia contro la Mariglianese. “Per domenica – annuncia il presidente – la consuetudine sarà rispettata: rivolteremo Caserta ed arriverà qualcuno che di sicuro ci faciliterà il compito di essere i protagonisti assoluti del prossimo campionato. Consentitemi di ringraziare la mia famiglia che mi supporta in questa avventura e che al pari di me ci tiene tanto alle sorti della Casertana”. Infine è stato chiamato in causa anche il sindaco di Caserta che ha ricordato il cronoprogramma per il progetto della ristrutturazione dello Stadio Pinto. “Entro il prossimo mese di settembre – ha dichiarato il primo cittadino – sarà affidato il bando; per fine anno è previsto la firma del contratto e penso che per primavera è possibile cantierare l’opera. Purtroppo ci sono dei tempi tecnici che non consentono di accelerare talune operazioni, ma conto che tra tre anni – alla fine del mio mandato - ci saranno tutti i presupposti per vedere la Casertana In Serie B”. La serata si è conclusa col classico inno della Casertana. Questa volta il maestro Maurizio Affuso ha coinvolto nell’esecuzione anche i falchetti, opportunamente forniti del testo della canzone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana si presenta tra cori ed un clamoroso annuncio del presidente

CasertaNews è in caricamento