rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

La Casertana risorge con Favetta: il bomber mette nel mirino Malcore

Il punto sul girone H. Il Cerignola prova la fuga decisiva per la vittoria

Il campionato di Serie C consuma i primi due terzi e si avvia verso la volata finale. Il 25° turno fa registrare 22 reti, due in meno rispetto alle ultime due giornate, con le due doppiette (Favetta della Casertana e Sammacco della Nocerina), un rigore (Strambelli del Cerignola) e la solita autorete con Cannizzaro del Bitonto che da il via libera alla vittoria del Nola a Bitonto. Delle dieci partite sono solo due le vittorie in trasferta, un pareggio per 0-0 ed anche in fatto di gol le squadre viaggianti raccolgono solo briciole con 6 gol a fronte dei 16 realizzati dalle formazioni di casa.

CERIGNOLA VERSO LA FUGA BUONA. Dopo tanti strappi e tentativi di fuga, il Cerignola sembra aver imbroccato la pista giusta per liberarsi della fastidiosa compagnia del Bitonto. Regolato a fatica il Gravina che si è arreso solo su un calcio di rigore, la squadra di Pazienza ringrazia il Nola che compie l’impresa di giornata andando a sbancare Bitonto. Gioca a favore del Cerignola il trend delle recenti giornate nelle quali il Bitonto ha accusato due battute a vuoto nelle ultime quattro uscite. La capolista invece è in striscia positiva da 20 giornate, con l’ultimo stop subito alla quinta di campionato (stop interno imposto dall’Altamura). Ed anche il prossimo turno parla, sulla carta, a favore del Cerignola che riceve il Bisceglie, mentre i diretti avversari devono sbrigare la pratica.  Fasano. Si divide anche la coppia che inseguiva il duo di testa: mentre il Francavilla fa il proprio dovere battendo il Fasano, il Gravina contro la capolista segna il passo ed ora pone una serie candidatura alla conquista del podio. Approfitta degli scontri diretti al vertice la Nocerina che supera nel derby il Sorrento e si porta a -4 dai play off. Manca l’opportunità di andare a punti anche il Molfetta che ora sente sul collo il fiato del Lavello. Torna alla vittoria dopo sette partite (con le ultime tre tutte segnate da sconfitte) la Mariglianese che resta comunque nel mirino del Nola, come detto corsaro a Bitonto. Buon passo in avanti del Brindisi che batte allo scadere il Molfetta, distanzia vistosamente il Matino in ottica ultimo posto e soprattutto si porta ad un solo punto dal Nardò, per portarsi a breve fuori dal pericolo di retrocessione diretta.

OSSIGENO ROSSOBLU’. La Casertana torna finalmente alla vittoria, dopo tempo immemorabile. E’ il primo successo per Vincenzo Feola che ha chiesto ai suoi maggiore raziocinio, specialmente nella fase iniziale della gara. Niente assedio nelle prime battute per far sì che il Nardò prendesse coraggio e si portasse nella metà campo rossoblù, per sfruttare veloci ripartenze che, grazie specialmente alla fascia destra, potesse favorire risultati efficaci. E così tra il 19’ e il 35’ prima Favetta e poi Vacca hanno usato proprio la testa per trafiggere Petrarca che soprattutto nella prima occasione non è esente da colpe per una valutazione errata del traversone di Kosovan. Il divario tecnico tra le due squadre ha consentito ai falchetti di gestire al top il risultato anche se nella ripresa si poteva arrotondare ulteriormente il punteggio. Lo stesso Favetta nel secondo tempo metteva in ghiaccio la partita per dare una boccata d’ossigeno ai falchetti e riaprire il ciclo che Feola si aspetta d’ora in avanti. Il tecnico di Somma Vesuviana ha detto sin dal suo arrivo che questa squadra aveva bisogno solo di una vittoria per acquisire l’autostima giusta per tornare a far risultati anche importanti. Ora all’orizzonte si prospettano due match che possono tastare il polso alla tenuta di Rainone e compagni: Gravina e Cerignola sono di ben altra caratura rispetto agli ultimi avversari e dalle due trasferte l’allenatore rossoblù potrà trarre utili indicazioni in vista della fase finale.

BOMBER, FAVETTA VICE LEADER. Dopo il periodo di appannamento dovuto ad una condizione fisica non ottimale Favetta torna al golo, lo fa con la doppietta che gli consente di superare Santoro e Diop e lanciarsi all’inseguimento di Malcore del Cerignola. Più indietro avanzano il nolano Figliolia e Croce del Francavilla e poi ancora Dambros del Casarno e Dammacco che con la sua doppietta si porta a 7 gol.

COSI’ DOMENICA. Settimana standard per il girone H, dal momento che non sono programmati recuperi degli incontri non disputati causa Covid. Si torna in campo per la 26esima giornata e come detto il confronto a distanza tra Cerignola e Bitonto prosegue con due trasferte, con qualche rischio in più per i secondi. Trasferta anche per il Francavilla che si porta a Molfetta, mentre il Gravina attende la Casertana e la sua voglia di dare continuità alla vittoria sul Nardò. Quest’ultimo ospita la Nocerina ed in via del Seminario c’è il derby tra Nola e Mariglianese. Il Sorrento attende il Rotonda ed il San Giorgio è alle prese col Brindisi. In chiave salvezza l’Altamura gioca il jolly col Matino e il Casarano spera di far punti pesanti contro il Lavello.

24^ GIORNATA

I RISULTATI

Bitonto - Nola        0-2               

Brindisi - Molfetta       1-0           

Casertana - Nardò      3-0          

Cerignola - Gravina  2-1             

Francavilla - Fasano   3-1   

Lavello - Bisceglie          2-0        

Mariglianese - Altamura     1-0     

Nocerina - Sorrento         3-0       

Rotonda - San Giorgio     0-0        

V. Matino - Casarano 1-2

LA CLASSIFICA

Cerignola 55

Bitonto 52

Francavilla 47

Fasano 44

Gravina 42

Nocerina 38

Casertana 36

Molfetta 35

Sorrento 34

Lavello 33

Mariglianese 29

San Giorgio 27

Casarano 27

Nola 26

Altamura 26

Bisceglie 24

Nola 26

Rotonda (-8) 23

Nardò 22

Brindisi 21

V. Matino 16

I CANNONIERI

17 reti Malcore (Cerignola, 3 rig.)

12 reti Favetta (Casertana, 4 rig.)

11 reti Santoro (Bitonto)

Diop (Gravina (2 rig.)

9 reti Ferreira (Rotonda)

Tedesco (Altamura, 1 rig.)

8 reti Burzio (Lavello, 1 rig.)

Capomaggio (Fasano, 1 rig.)

Figliolia (Nola)

Croce (Francavilla, 2 rig.)

7 reti Esposito (Mariglianese 1 rig.)

D’Angelo (Nola)

Lattanzio (Bitonto)

Dambros (Casarano)

Dammacco (Nocerina)

IL PROSSIMO TURNO

(domenica 27 febbraio 2022)

Altamura - Virtus Matino              

Bisceglie - Cerignola                 

Casarano - Lavello                    

Fasano - Bitonto            

Gravina - Casertana                   

Molfetta - Francavilla                

Nardò - Nocerina                     

Nola - Mariglianese                   

San Giorgio - Brindisi                

Sorrento - Rotonda    

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana risorge con Favetta: il bomber mette nel mirino Malcore

CasertaNews è in caricamento