rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Calcio

La Casertana sfata il tabù, abbattuta la Mariglianese in Coppa

Match congelato nel primo tempo, è di Paglino il primo gol ufficiale della stagione

Torna a rotolare il pallone sul prato del Pinto, fresco di omologazione che consente la presenza dei tifosi sugli spalti. La Casertana debutta ufficialmente nella nuva stagione affrontando la Mariglianese per la partita valida quale primo turno della Coppa Italia di Serie D e l’attesa è alta per la nuova squadra allestita dal direttore Degli Esposti e plasmata dal tecnico Parlato. La serata è piacevole dato anche la frescura provocata da un temporale pomeridiano, ma non si apprezza il pubblico delle grandi occasioni ed i tifosi dei distinti espongono un caloroso striscione per ricordare l’ex portiere e presidente Giovanni Pascarella deceduto nella giornata di ieri con le squadre che lo omaggiano con un minuto di raccoglimento.

LE SCELTE. Insolito 3-4-1-2 per Parlato che parte con Paglino e Sena impiegati in mediana per le loro indubbie capacità propositive; Casoli e Nugnes la cerniera di centrocampo con Guida, preferito a Favetta, a far da spalla a Ferrari con Turchetta a supporto. Anche Senigagliesi apporta qualche modifica al suo undici, inserendo dal 1’ Davide Monteleone, appena prelevato dall’Aurora Alto Casertano, in difesa dove agisce anche l’ex falchetto Petruccelli. In panchina Umberto Esposito mentre non figura tra i convocati Murilo Gomes.   

PRIMO TEMPO. La Casertana parte bene e dopo un tentativo di Casoli che raccogliendo una corta respinta spedisce a lato, passa subito in vantaggio con una bella percussione di Paglino che conferma le sue qualità e supera Mariano anche grazie ad una poco influente deviazione di un difensore ospite. Trovato il subitaneo vantaggio la Casertana la Casertana comincia a fraseggiare sulla tre quarti per stanare la Mariglianese; il gioco riesce a metà per cui i falchetti sono chiamati a variare la strategia. E così un lancio dalla propria metà campo trova Guida pronto a fiondarsi in area, dove viene abbattuto dal portiere Mariano e il signor Acquafredda decreta il rigore che Turchetta trasforma con freddezza. La reazione ospite si materializza 3’ dopo con un tiro velleitario di Costa che si perde lontano dai pali di Prisco. Trascorre solo un giro di lancette e la Casertana confeziona una specialità della casa con un angolo di Turchetta che trova la testa di Sabatino che non centra lo specchio. Poco dopo è Casoli a cercare la rete con un tiro da 25 metri che si spegne di poco a lato. Alla mezz’ora altra opportunità con una punizione di sabatino che si alza di poco oltre la traversa. Al 32’ un errore di Angeletti innesca Ferrari che con un tacco mette in moto Turchetta fermato di piede da Mariano. Prima della chiusura su angolo di Sabatino c’è l’inzuccata di Rainone che si stampa sulla traversa. Ma nell’azione successiva la testa di Ferrari non sbaglia e la Casertana si porta al riposo sul triplo vantaggio, tutto meritato, per la mole di gioco espressa dai falchetti.

SECONDO TEMPO. Si riparte con un cambio tra le fila dei falchetti con Parlato che alterna tra i pali Romano con Prisco. La Casertana è sempre padrona del campo e Mariano deve subito sventare una doppia azione di Casoli e Ferrari che avevano portato altrettanto minacce alla sua porta. Falchetti sempre aggressivi ed una insistita azione di Paglino favorisce prima una conclusione di Guida respinta dalla difesa ospite e quindi un tiro di Casoli che finisce alto. E’ spettacolo allo stato puro quello che offre la Casertana che nonostante il largo vantaggio cerca sempre di affondare i colpi ed una girata di testa di Ferrari su lancio di Dionisi non ha miglior sorte di quella di finire oltre la traversa di Mariano. La Casertana forte del vantaggio acquisito punta maggiormente a gestire la gara, magari cercando di migliorare l’intesa tra i reparti ed affondando il colpo anche se non trova le battute vincenti. Una Casertana convincente, a tratti travolgente, comincia la stagione col piede giusto con determinazione e meccanismi già oliati e con una forma fisica smagliante in vista del debutto in campionato di domenica prossimo, sempre al Pinto contro Il Nola.

CASERTANA-MARIGLIANESE 3-0

CASERTANA (3-4-1-2): Prisco (46’ Romano); Dionisi, Rainone, Sabatino; Paglino (84’ Galletta), Casoli, Nunes, Sena (76’ Cugnata); Turchetta (64’ Tringali); Ferrari, Guida (64’ Favetta). A disp. Vacca, Bollino, Darini, Giaquinto. All. Carmine Parlato

MARIGLIANESE (4-4-2): Mariano; Angeletti (83’ Mosca), Tosolini, Petruccelli, Monteleone; Fiorillo, Russo, Massaro, Sorrentino (72’ Esposito U.); Costa, Di Dato (64’ Rimoli). A disp. Lesta, Dinacci, Matrisciano, Esposito V., Maydana, Mercurio. All. Stefano Senigagliesi

ARBITRO: Dario Acquafredda di Molfetta (Angelo Di Curzio di Civitavecchia e Jacopo Vagnetti di Perugia)

RETI: 6’ Paglino; 17’ Turchetta (rig.); 45’ Ferrari

NOTE: serata fresca, temperatura intorno ai 20°; osservato 1’ di raccoglimento per ricordare Giovanni Pascarella ex portiere ed ex presidente della Casertana scomparso alla vigilia della partita; angoli 8-0 per la Casertana; ammoniti Sabatino, Paglino, Casoli, Massaro; recupero 0’ e 0’

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casertana sfata il tabù, abbattuta la Mariglianese in Coppa

CasertaNews è in caricamento