rotate-mobile
Calcio

Casertana bella a metà, bel gioco nel primo tempo meno nella ripresa

Si chiude col 4-2 sull’Itri il lavoro precampionato dei falchetti

Quarto ed ultimo test amichevole per la Casertana in questa fase del precampionato. I falchetti affrontano al Pinto l’Itri, formazione del campionato di Eccellenza laziale. La gara si svolge a porte chiuse in quanto l’impianto di Viale Medaglie d’Oro è tuttora un cantiere aperto poiché è in via di ultimazione l’installazione dei sediolini nel settore distinti. Col passare dei giorni e degli impegni, ancora connotati quali allenamenti congiunti, prendono quota sempre più le gerarchie nei vari reparti che Carmine Parlato sta attribuendo ai suoi calciatori a disposizione.

PRIMO TEMPO. Sull’abbrivio del calcio di inizio la Casertana ssi porta subito in area avversaria e conquista il primo angolo della partita, dal quale scaturisce l’immediato vantaggio: dalla bandierina Turchetta pesca la testa di Sabatino che deposita alle spalle del portiere avversario. I falchetti sciorinano un bel calcio, con combinazioni veloci che portano gli attaccanti in posizione di tiro ed è Tringali particolarmente ispirato a cercare le conclusioni dei vari Ferrari e Turchetta. Al 16’ c’è il raddoppio: Favetta rincorre un pallone che sembrava perso e dopo uno scambio con Turchetta si porta davanti a Pandelas e lo trafigge. Gli avversari cercano di allentare la morsa ma la reazione è affidata ad una punizione di Di Costanzo che si perde a lato. Ma è ovviamente la Casertana a fare la partita ed il divario si dilata al 24. Un lungo fraseggio tra Galletta e Favetta porta Casoli a tu per tu col portiere Pandelas che lo atterra in area e per il direttore di gara ci sono gli estremi del penalty. Che Turchetta trasforma con freddezza. Passano solo 3’ ed arriva il secondo rigore per la Casertana. E’ Galletta a spingersi in area e mette al centro dove un braccio di un difensore laziale per il rigore affidato ai piedi di Favetta che non sbaglia. Gli ultimi 10’ della frazione vedono Ferrari salire in cattedra alla ricerca del gol che lo appaierebbe ai suoi compagni di reparto ma l’attaccante non è fortunato. Come pure non è fortunato Sabatino che al 39’ in un contrasto con Malandruccolo viene pescato in azione fallosa dall’arbitro che assegna il tiro dal dischetto all’Itri. Prisco indovina l’angolo scelto da Di Costanzo ma non riesce ad intercettare la sfera. In chiusura prima Favetta e poi Ferrari non centrano lo specchio e quest’ultimo non fa di meglio che colpire il palo.

SECONDO TEMPO. La ripresa mostra un calo di intensità, anche se i cambi sull’uno e sull’altro fronte cercano di tenere vivo il gioco e le occasioni da gol. Queste ultime ancora nei piedi e nelle intenzioni di Ferrari che cerca il gol con insistenza. Come al 12’ quando un suo tiro sfiora i legni di Pandelas. Ma col passare dei minuti la precisione diventa sempre più approssimativa e diversi tentativi si perdono lontani dalla porta laziale. Al 70 l’Itri dimezza lo svantaggio con un’azione di contropiede di Evariste al quale si oppone Prisco che respinge sui piedi di Pantano che sottomisura batte il portiere rossoblù. L’ultimo brivido della gara è opera di una punizione di Casatus che manda la sfera a lambire il palo alla destra di Prisco

CASERTANA – ITRI        4-2

CASERTANA (4-3-1-2); Prisco; Galletta (46’ Paglino), Rainone, Sabatino (46’ Dionisi), Sena (55’ Donose); Tringali (46’ Vacca), Nunes (67’ Valtulini), Casoli (67’ Esposito; Turchetta (46’ Guida), Favetta (67’ Marin), Ferrari (84’ Ferraiuolo). A disp. Viola, Romano, Da Silva, Gazerro, Shpendi All. Carmine Parlato

ITRI: Pandelas (74’ Selva), Costanzo, Fidaleo (59’ Brizzi), Cesarini, Salas, Casaccio (65’ D’Agnese), Evariste (74’ Ialongo), Galasso (80 Berissha), Di Costanzo (46’ Pantano), Valencia (4’ Casatus), Malandruccolo (82’ Falco). A disp. Ruggieri, Falcon. All. Ardone

RETI: 1’ Sabatino; 16’ Favetta; 24’ Turchetta (rig.); 28’ Favetta (rig.); 39’ Di Costanzo (rig.); 69’ Pantano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana bella a metà, bel gioco nel primo tempo meno nella ripresa

CasertaNews è in caricamento