rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Calcio

Casertana, funziona la testa: Ferrari e Vacca demoliscono l’Ilvamaddalena

Seconda vittoria consecutiva dei falchetti che continuano la rincorsa alla vetta

Dopo la vittoria allo Sporting Club di Nola la Casertana cerca continuità col ritorno al Pinto dopo circa un mese: ad affrontare i faalchetti c’è la mina vagante Ilvamaddalena, formazione sarda che naviga nelle zone medio basse della classifica ma con un curriculum esterno di tutto rispetto. La mancanza di pressione dell’ambiente consente alla squadra di Gardini, comunque composta da validi elementi, di perseguire il progetto permanenza in Serie D con relativa tranquillità, andando a giocare dappertutto con la spensieratezza del nulla da perdere. Non dello stesso avviso la Casertana che deve fare sempre punteggio pieno per annullare il gravoso handicap con le prime della classe. Il pareggio di ieri tra Monterotondo e Lupa Frascati permette ai falchetti – in caso di vittoria - di sorpassare entrambe e magari operare lo scatto che metterebbe alle spalle anche Palmese e Cassino. Ancora troppo lontane Paganese e Sorrento, che potranno essere messe nel mirino in tempi migliori, nel caso dovessero compiere passi falsi.

LE SCELTE. Cangelosi è privo di Rainone – infortunato – e Liurni squalificato: il capitano è sostituito da Soprano che recupera dall’infortunio ed in appoggio a Ferrari torna titolare Bollino. Rientra tra gli undici anche Sena che aveva sostituiti Cugnata uscito anzitempo dallo Sporting Club. Partono dalla panchina Matese e Turchetta che avevano dato il loro apporto nella vittoriosa trasferta di Nola. Gardini rivoluziona la difesa che con l’Uri ha ssofferto non poco, ma conferma l’Ilvamaddalenaa dalla cintola in su, puntando sulla verve di Altolaguirre e Cacheiro, mentre l’altro marcatore del derby, il difensore Dombrovoski parte dalla panchina.

PRIMO TEMPO. Dopo le scaramucce iniziali la Casertana assume decisamente il comando delle operazioni imprimendo alla gara ritmi intensi, pressing continuo nella metà campo avversaria e un prolungato possesso palla che porta a diversi tentativi verso la porta di Sordini. Il primo arriva al 6’ su punizione che Bollino spedisce a lambire il palo alla destra del portiere ospite. Al 9’ Sena crossa per il centro area dove Ferrari è anticipato di un soffio dall’estremo difensore biancazzurro. Al 13’ un veloce contropiede rossoblù è finalizzato su Sena che al momento dell’ingresso in area è anticipato da Cavaiola, forse anche con un tocco di mano che l’arbitro non vede e non sanziona. Al 19’ un dialogo Bollino-Ferrari porta al tiro Casoli la cui mira però non è delle migliori. Passano 2’ e Bollino – in giornata di grazia tenta un’acrobatica rovesciata che però non è pericolosa per Sordini. Al 24’ L’Ilvamaddalena esce dal guscio con un colpo di testa di Altolaguirre che risulta centrale e facile preda di Prisco. Al 25’ riprende il passo della Casertana che va al tiro con Tringali, deviato da un difensore in angolo. Dopo un ulteriore tentativo di Bollino (42’) bloccato a terra da Sordini, la frazione si chiude con una punizione di Taurino che crea la più ghiotta delle occasioni: il portiere respinge proprio sui piedi di Casoli che da ottima posizione spara a lato.

SECONDO TEMPO. Si riparte con gli stessi protagonisti del primo tempo e con lo stesso canovaccio con la Casertana ad impostare la gara e l’Ilvamaddalena a contenere e cercare di ripartire. Ma i falchetti sono più determinati a forzare i tempi e sfiorano il vantaggio al 10’ quando un tiro di Bollino viene respinto sulla linea di porta dallo stinco di Ferrari che malauguratamente si era frapposto sulla traiettoria. Ma l’ex Giugliano si fa perdonare 5’ dopo: Bollino batte un angolo e raccoglie la respinta della difesa biancoceleste, parte un nuovo cross per la testa di Ferrari che in abile torsione manda il pallone nell’angolino alto alla destra di Sordini. Passano 3’ ed il bomber concede il bis, sempre di testa, su cross di Paglino, sempre alla destra del portiere ospite. Partono i cambi da ambo i lati con Gardini proteso a sovvertire il risultato e Cangelosi a spegnere le velleità avversarie. Ma la veemenza sarda si esaurisce con un tentativo di Mastromarino bloccato a terra da Prisco. Al 25’ Taurino dalla sinistra cerca il secondo palo e solo la smanacciata di Sordini evita che la palla finisse a Ferrari per il tris. Tris che arriva al 36’ col cross che Turchetta penna per Vacca che ancora di testa trafigge l’estremo difensore sardo. In pratica la partita finisce qui con la Casertana che controlla agevolmente qualsiasi tentativo isolano di riaprire la partita. Finisce col secondo successo consecutivo, circostanza che nell’arco del campionato era già capitato alla quinta e alla sesta giornata. Con gli ultimi minuti da giocare sugli altri campi, la Casertana si libera della compagnia di Monterotondo e Frascati e rosicchia due punti al Sorrento lasciando inalterate le distanze da Paganese, Cassino e Palmese. E domenica si profila all’orizzonte l’assalto alla capolista Paganese…

CASERTANA – ILVAMADDALENA      3-0

CASERTANA (4-3-3): Prisco; Paglino, Soprano, Sabatino, Sena; Tringali (72’ Atteo), Manzo (72’ Vacca), Casoli; Bollino (64’ Turchetta), Ferrari (88’ Guida), Taurino (80’ Matese). A disp. Romano, Galletta V., Cugnata, Del Prete.  All. Vincenzo Cangelosi

ILVAMADDALENA (4-3-3): Sordini, Cavaiola (79’ Roszak), Di Pietro, Contucci, Gentile; Sidoti (75’ Ferlicca), Escobar (75’ Galvanio), Chiappetta (64’ Mastromarino); Cacheiro, Altolaguirre, Ansini (64’ Dongala). A disp. Iannone, Lena, Dombrovoski, Aiana. All. Aldo Gardini

ARBITRO: Duccio Mancini di Pistoia (Alessandro Ceci di Frosinone e Michele Nappi di Latina)

RETI: 60’ e 63’ Ferrari; 81’ Vacca

NOTE: pomeriggio sereno e tiepido, temperatura intorno ai 13 gradi; terreno in perfette condizioni; angoli 5-3 per la Casertana; ammoniti Chiappetta, Manzo, Escobar, Di Pietro, Gentile; recupero 1’ e 3’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana, funziona la testa: Ferrari e Vacca demoliscono l’Ilvamaddalena

CasertaNews è in caricamento