rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Calcio

Pinto stregato per la Casertana, il Francavilla porta a casa i 3 punti

Blitz lucano propiziato dall’espulsione di Di Somma. A Sorrento mancheranno anche Feola e Mansour

Altri 90’ di avvicinamento al gran finale di stagione con la Casertana impegnata a dare un senso al suo cammino in campionato. Si torna al Pinto dopo la delusione con la Mariglianese che ha tarpato le ali ai falchetti impegnati in una rincorsa ai play off che, comunque utili a ben poco, purtuttavia rappresentano il parziale riscatto di un campionato deludente. Le aspiranti alla post season – è dimostrato – sono alla portata dei falchetti e l’ultima ‘grande’ è proprio l’ospite odierno a Viale Medaglie d’Oro, ma la storia del torneo insegna che la Casertana ha faticato molto con le piccole e c’è da impegnarsi a fondo da oggi fino alla fine per tagliare l’effimero traguardo. Né tanto meno Favetta e compagni possono mettere sulla bilancia la carica dell’impianto di casa, con gli spalti che continuano a presentare larghi vuoti nei due settori di pertinenza.

LE SCELTE. Feola è privo di capitan Rainone, uscito anzitempo nell’ultima gara casalinga ed al suo posto è chiamato in campo Di Somma; confermato Feola al fianco del rientrante Vicente, mentre Mansour, Kosovan e D’Ottavi sono confermati nel trio alle spalle di Favetta. Partono ancora dalla panchina - dove torna dopo 5 mesi Tufano - Felleca, Diaz e Salto. Ragno apporta qualche modifica al 3-5-2 che ha affrontato il Francavilla: in difesa Nicolao soppianta Navarro, a centrocampo Petruccetti dà il cambio a Langone mentre in avanti De Marco è la spalla del confermato Gentile. Parte dalla panchina Antonio Croce mentre è indisponibile Raffaele Nolé.

PRIMO TEMPO. Si parte con ritmi bassi sia per il caldo, sia perché la posta in palio è di quelle succulenti. Il Francavilla si fa preferire con qualche affondo e la Casertana preferisce agire di rimessa. Al 12’ il primo squillo per i padroni di casa con un cross di Munoz che trova D’Ottavi la cui conclusione si perde al fi fuori dello specchio della porta di Prisco. Particolarmente attivo è Kosovan che cerca di innescare i compagni di squadra ma la difesa del Francavilla, con le buone o le cattive (ammonito Nicolao all’8’) riesce sempre a disinnescare le velleità rossoblù. Al 18’ i falchetti usufruiscono di un calcio di punizione che Vicente indirizza nel cuore dell’area ospite e Feola si trova sui piedi un buon pallone da mettere dentro, ma il centrocampista spedisce alto con il gioco che però interrotto per posizione di fuorigioco. Su capovolgimento di fronte Colacicchi ricorre al fallo per fermare una iniziativa ospite con conseguente punizione che non sortisce effetto. Al 21’ Cristallo fa partire un cross teso intercettato dall’uscita di Carotenuto al suo primo vero intervento della partita. Attorno al 25’ il Francavilla assume decisamente le operazioni e mantiene costantemente il possesso palla concedendo ai padroni di casa solo lunghi lanci alla ricerca di Favetta, lasciato da solo ad impensierire la retroguardia lucana. Gli ospiti vanno anche alla conclusione con Melillo che impegna Carotenuto in un doppio intervento per fermare la sfera. La Casertana risponde al 29’: Feola anticipa Ganci, provocando anche l’ammonizione al difensore, con conseguente punizione che Vicente indirizza sottoporta, ma Favetta in spaccata fallisce la conclusione spedendo a lato. Al 34’ dopo un’azione avvolgente viene chiusa da un cross di Munoz ancora per D’Ottavi che spedisce nuovamente a lato. Al 35’ il gioco viene interrotto per un infortunio a Nicolao che resta per qualche minuto a terra e poi si rialza e finisce per restare in campo e rimandare magari all’intervallo la decisione di una eventuale sostituzione. Al 41’ la Casertana batte un calcio di punizione e Favetta si sostituisce a Vicente ma manda alto. Passano però solo pochi minuti Nicolao deve arrendersi e lasciare il suo posto a Navarro. Nonostante qualche pausa di troppo l’arbitro concede un solo minuto di recupero e poi manda tutti negli spogliatoi per un primo tempo abbastanza equilibrato e in perfetta parità anche per le occasioni da rete tra le due contendenti.  

SECONDO TEMPO. Al rientro in campo Feola inserisce Felleca e la Casertana, come spesso avviene quando è impiegato l’ex Mondragone, sembra cambiare pelle. Dopo un passaggio filtrante di D’Ottavi per Favetta che non trova la conclusione finale. E su una iniziativa del neo entrato Mansour per poco non trova la deviazione decisiva sotto la porta di Prisco. All’ora di gioco Mansour viene strattonato e messo giù da Russo all’ingresso dell’area di rigore e lo spiovente di Felleca per la testa di Di Somma non sortisce effetti positivi per l’azione dei rossoblù di casa. Lo stesso difensore casertano in fase di ripiegamento tocca di braccio il pallone e viene espulso, bissando il giallo rimediato al 12’ del secondo tempo. Il successivo calcio di punizione porta al gol del Francavilla: Gentile sfrutta il fatto che Carotenuto fosse coperto dalla nutrita doppia barriera e spedisce la palla nell’angolino dove il portiere non può arrivare. Feola boccia clamorosamente Cusumano, entro al 58’ e sostituito da Tufano dieci minuti dopo. Mansour rimedia il giallo che gli impedirà di prendere parte – al pari di Feola e Di Domma – alla trasferta di Sorrento e Feola lo sostituisce con Diaz per recuperare il recuperabile. Il neoentrato va subito in gol, su cross di Favetta, ma l’assistente segnala al direttore di gara segnala la posizione di fuorigioco. L’assalto finale locale è sterile e la Casertana – in inferiorità numerica - non riesce a trasformare in gol il gioco prodotto dalla cintola in su. Favetta chiede un rigore, ma l’arbitro non abbocca alle avances dell’attaccante casertano ed il Francavilla gestisce il possesso palla con notevole disinvoltura e sufficiente esperienza nel far trascorrere i minuti. Al 90’ la Casertana è salvata dalla traversa sul tiro di Melillo, con gli ospiti che chiedono il gol non avendo credenziali sufficienti per convincere l’arbitro. Non succede più nulla fino al termine ed il Francavilla consolida la sua seconda posizione in classifica; la Casertana si arrende ancora al Pinto ed ora si dirige verso Sorrento con una formazione decimata dalle squalifiche.

CASERTANA – FRANCAVILLA           0-1

CASERTANA (4-2-3-1): Carotenuto; Munoz, Colacicchi, Di Somma, Monti; Vicente (54’ Vacca), Feola; Kosovan (46’ Felleca), Mansour (78’ Diaz), D’Ottavi (58’ Cusumano, 68’ Tufano); Favetta. A disp. Bovenzi, Salto, Nicolau, Carannante. All. Vincenzo Feola.

FRANCAVILLA (3-5-2): Prisco; Nicolao (42’ Navarra), Ferrante, Russo; Polichetti (69’ Antonacci), Melillo, Ganci, Petruccetti (90’ Cabella), Cristallo (79’ Vaughin); De Marco, Gentile (88’ Langone). A disp. Daniele, Di Ronza, Tribuno, Croce. All. Nicola Ragno.

ARBITRO: Alessandro Silvestri di Roma (Mario Campanella di Agrigento e Francesco Davide Bonaccorso di Catania)

RETI: 67’ Gentile

NOTE: pomeriggio soleggiato e leggermente ventilato con temperatura attorno ai 18°; terreno in perfette condizioni; spettatori 150 circa; ammoniti Nicolao, Ganci, Feola, Vicente, Di Somma, Cristallo, Mansour; espulso al 61’ Di Somma per doppia ammonizione; recupero 1’ e 5’

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinto stregato per la Casertana, il Francavilla porta a casa i 3 punti

CasertaNews è in caricamento