Calcio

Pugno ad un calciatore avversario: stangata per la Casertana

Multa e diffida per la società del presidente Giuseppe D'Agostino

Il nervosismo scatenato al triplice fischio di Casertana-Casarano ha avuto i suoi effetti nel referto del giudice sportivo: la società rossoblù è stata punita con una multa da 2000 euro e la diffida che alla prossima spiacevole occasione farà scattare la squalifica del Pinto.

Nel comunicato ufficiale si parla di un pugno di una persona non identificata, indebitamente presente a bordo campo, ma riconducibile alla società di casa che avrebbe colpito un calciatore ospite. Testimoni oculari della vicenda parlano di un accenno di aggressione, per di più tentato con il pallone tra le mani, che il tesserato rossoazzurro avrebbe ingigantito.

La sanzione è stata motivata dal rapporto del direttore di gara e del suo assistente operante sotto la tribuna centrale. Ben più grave la diffida che ha colpito la Casertana, provocata dal tentato ingresso sul terreno di gioco d alcuni tifosi, col cancelletto che separava il settore destinato al pubblico e il campo per destinazione, lasciato aperto. La tensione della gara – chiusa con la vittoria dei padroni di casa – ha giocato un brutto scherzo ai protagonisti e agli addetti ai lavori che hanno provocato la pesante punizione per la Casertana.

Passando alla squadra che sta preparando la sfida al Nardò di domenica prossima, 17 ottobre, c’è da registrare che anche l’ultima gara ha fatto registrare qualche inconveniente di natura muscolare per i falchetti, ma secondo le stime dello staff sanitario non c’è preoccupazione in quanto i calciatori tenuti precauzionalmente a riposo in questi giorni non dovrebbero disertare la prossima trasferta pugliese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno ad un calciatore avversario: stangata per la Casertana

CasertaNews è in caricamento