Domenica, 24 Ottobre 2021
Calcio

Casertana raggiunta a Fasano in pieno recupero

Apre Vacca di testa, Corvino chiude i conti in mezza rovesciata

Prima trasferta per la Casertana nella nuova realtà di Serie D. Si scende in Puglia dove il calendario oppone ai falchetti i biancazzurri di Fasano, che per i lavori che interessano il Vito Curlo, sono costretti a trasferirsi nella vicina Locorotondo. Nelle due squadre sono chiamate ad un duplice, differenziato, appello: i padroni di casa vogliono vendicare la sconfitta a Cerignola, da tanti definita troppo punitiva per le occasioni create da D’Addabbo e compagni; i falchetti invece hanno subito rotto il ghiaccio battendo in rimonta il Nola. La giornata è limpida e consente un discreto accesso di pubblico, quasi al limite della capienza consentita di 500 unità e nel settore opposto alla tribuna centrale sono assiepati i non pochi tifosi provenienti da Caserta.

LE SCELTE. Ampie variazioni sull’uno e sull’altro fronte per i due tecnici Mosca e Maiuri. Il tecnico biancazzurro recupera Del Col sulla fascia sinistra e propone Calemme in luogo di Bianco sul fronte opposto; affidate a Lucchese le redini del gioco mentre capitan Bernardini, Losavio e D’Addabbo finiscono in panchina; il terminale offensivo diventa Trové. Maiuri invece non ha potuto portare in Puglia Mansour e Pambianchi; il difensore centrale è sostituito da Di Somma mentre al posto dell’attaccante è schierato il giovane Cusumano; questa mossa dà la possibilità di cambiare il play con l’ingresso dal 1’ di Feola al posto di Maresca, in panchina con Vicente; esordio dal 1’ per l’ultimo arrivato Carannante; Liccardi – in attesa di Sansone - è la punta centrale.

PRIMO TEMPO. Si parte a ritmi bassi, ovviamente, sia per l’avvio di campionato, ssia per la temperatura e l’afa che inducono i calciatori in campo a dosare le proprie energie. La prima occasione è confezionata dalla Casertana al 10’ con Liccardi liberato a centro area dopo una prolungata percussione sulla destra di Vacca, ma il tentativo del centravanti risulta sbilenco e finisce alto. Il Fasano risponde qualche minuto dopo con Corvino, gasato dalla fascia di capitano, che prima raccoglie una corta respinta della difesa per sparare alto e poi concludere da fuori di poco a lato della porta di Trapani. Alla mezz’ora Liccardi conquista due corner consecutivi sugli sviluppi del secondo dei quali Feola da buona posizione spara alto. Ci prova anche Monti al 36’ ma la sua conclusione non impensierisce più di tanto Suma. La frazione si chiude coi locali alla ricerca del vantaggio, ma prima Calemme e poi l’onnipresente Corvino pur impegnando Trapani non riescono a sorprenderlo.

SECONDO TEMPO. Si ricomincia con gli stessi protagonisti della prima frazione e per una decina di minuti le occasioni da gol sono del tutto latitanti. La Casertana fa le prove generali al 12’ quando su calcio d’angolo battuto da monti Di Somma schiaccia troppo e la palla sorvola la traversa. Ben altra sorte tocca al colpo di testa di Vacca un minuto dopo: sempre dalla bandierina Monti mette al centro dove l’incornata dell’ex Ebolitana trafigge senza appello Suma. Il Fasano cerca di reagire con Corvino che su punizione chiama alla deviazione Trapani in angolo. Mister Mosca ricorre ai carichi pesanti e butta nella mischia Gomes e capitan Bernardini, ma il potenziale offensivo biancazzurro non si alza di un millimetro. La Casertana contiene agevolmente i velleitari tentativi degli avversari e grazie anche all’ingresso di Chinappi e Vicente sulla mediana riesce a congelare la partita. Al 26’ Rainone ricorre alle maniere maschie per fermare Calemme e mentre dagli spalti si invoca il giallo (sarebbe il secondo) il direttore di gara comanda solo una punizione, affidata a Corvino che non sortisce effetti. La partita scivola via senza sussulti fino alla sua conclusione regolare quando l’arbitro assegna 7’ di recupero. Nel corso del terzo dei quali il Fasano raggiunge il pareggio: Corvino fa proseguire sulla sinistra Richella, il quale riesce in qualche modo a rimettere la palla al centro dove lo stesso Corvino che aveva seguito l’azione in mezza rovesciata di sinistro riesce a centrare lo specchio della porta rimasta sguarnita. Finisce con un pareggio che punisce la Casertana che esce dal campo non esente da pecche: trovato il gol la squadra si è adagiata e ha puntato tutto sulla scarsa incisività avversaria. Ed il danno potrebbe tramutarsi in beffa perché proprio allo scadere Capomaggio trova il tiro finale che sfiora la traversa rossoblù e che avrebbe potuto di rovinare del tutto la trasferta pugliese. Un monito per il futuro.

FASANO – CASERTANA 1-1

FASANO (4-2-3-1): Suma; Del Col, Gorzelewsky, Camara, Taddeo (81’ Calabria); Capomaggio, Lucchese (66’ Bernardini); Battista (66’ Gomes Forbes), Corvino Calemme (76’ Richella); Trové (82’ D’Addabbo). A disp. Leone, Mucedere, Bianco, Losavio. All. Giuseppe Mosca

CASERTANA (4-3-3): Trapani; Tufano, Rainone, Di Somma, Monti; Vacca (92’ Maresca), Feola (74’ Vicente), Carannante (60’ Chinappi); Sambou (55’ Nicolau), Liccardi, Cusumano (79’ Felleca). A disp. Sarracino, Roscini, Capitano. All. Vincenzo Maiuri

ARBITRO: Gabriele Sacchi di Macerata (Niroy Emilio Gookooluk di Civitavecchia e Alessandro Rastelli di Ostia Lido

RETI: 58’ Vacca; 93’ Corvino

NOTE: pomeriggio luminoso, terreno in discrete condizioni; spettatori 500 circa con una cinquantina di tifosi provenienti da Caserta; angoli 5-4 per la Casertana; ammoniti Gorzelewsky, Rainone, Tufano, Trové; recupero 1’ e 7’

2^ GIORNATA

Le gare in programma

Altamura - Gravina                       ore 19            

Brindisi - Bitonto                           1-3      

Casarano - Bisceglie                     0-1    

Città di Fasano - Casertana          1-1     

Molfetta - Cerignola                      1-1         

Nocerina - Francavilla                   2-1          

Nola - Nardò                                             2-1                

Rotonda - Mariglianese                 0-1          

San Giorgio - Lavello                     0-1   

Sorrento - Virtus Matino         0-2

LA CLASSIFICA.

Casertana              4

Cerignola                4

Francavilla              4

Casarano               4

Bisceglie                 4

Nocerina                4

Lavello                   4

V. Matino                4

Sorrento                 3

Nola                       3

Nardò                     3

Mariglianese           3

Molfetta                  2

Bitonto                   1

San Giorgio            1

Fasano                   1

Brindisi                   0

Gravina                  0

Altamura                0

Rotonda (-8)                     -7

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casertana raggiunta a Fasano in pieno recupero

CasertaNews è in caricamento