rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Calcio

Sussulto rossoblù, la Casertana sbanca anche Brindisi

Costretti ad inseguire per due volte, Favetta (doppietta) consegna i tre punti ai falchetti

La settimana di passione – iniziata con la sconfitta interna con la Mariglianese – prosegue per la Casertana con la trasferta di Brindisi contro i biancazzurri di Nello Di Costanzo lanciatissimi sulla strada della salvezza dopo un inizio di torneo a dir poco catastrofico. I falchetti devono assolutamente trovare al Fanuzzi tre punti, non tanto per rincorrere inutili play off, quanto per dare un segnale di vitalità e di orgoglio che possa rendere meno pesante una stagione fallimentare sotto tutti i punti di vista.

LE SCELTE. Di Costanzo opta per la stessa squadra che ha sbancato Bisceglie con un’unica variante, nella zona nevralgica del campo dove Silvestre sostituisce Zappacosta. Confermati i quattro di difesa e la coppia d’attacco composta da Badje e Meneses, con quest’ultimo che sta dando nelle ultime partite un contributo prezioso in fatto di gol. Feola è privo di Rainone (oltre a Tufano e Addessi) infortunato e lo squalificato Vicente. Al centro della difesa torna dopo tempo immemore Di Somma, in mediana tocca a Feola sostituire il brasiliano e in avanti rientra dal 1’ Kosovan; alle spalle di Favetta è D’Ottavi a vincere il ballottaggio con Nicolau nel ruolo di Under. Parte dalla panchina Augusto Diaz.

PRIMO TEMPO. La Casertana parte subito in avanti, come nelle recenti partite disputate: al 3’ Mansour va in pressione sulla difesa avversaria e recuperata palla al limite scocca un tiro che finisce non lontano dai pali di Cavalli. Il Brindisi risponde dopo 10’ con un tiro da lontano di Moi che Carotenuto controlla agevolmente. I falchetti sembrano padroni delle operazioni, esercitando un continuo possesso, mentre i locali cercano di sfruttare qualche ripartenza, come al 18’ quando un invitante traversone dalla destra non trova pronto alla deviazione Meneses. Al 21’ ci prova Silvestre ma la sua conclusione è deviata in angolo da Carotenuto. E proprio sugli sviluppi dal tiro dalla bandierina il Brindisi si porta in vantaggio: il cross è preciso per la testa di Menese che insacca alle spalle di Carotenuto. La reazione rossoblù arriva dopo 5’ ma il gran tiro di Favetta è sventato in angolo da un altrettanto pregevole intervento di Cavalli. Lo stesso Favetta alla mezz’ora ruba palla sulla linea di fondo e si accentra, ma la difesa biancazzurra lo anticipa al momento del tiro. Intanto quasi in concomitanza il Sorrento si porta in vantaggio sul Gravina e la corsa verso i play off per la Casertana si complica ancor di più. L’attaccante si ripete al 37’ con una girata che però non centra lo specchio della porta. La pressione rossoblù dà i suoi frutti al 39’ quando Feola trova il guizzo giusto per superare Cavalli. Trovato il pari la Casertana insiste in avanti e prima Kosovan (41’) impegna su punizione il portiere locale che si rifugia in angolo e poi Favetta (45’) che viene chiuso sempre in corner dal ritorno di Spinelli. Al 3’ ddi recupero la Casertana trova il vantaggio dopo una mischia in area brindisina, ma il direttore di gara annulla il gol per una posizione di fuorigioco. I falchetti protestano vivacemente, chiedendo ance un tocco di mano di un difensore brindisino e ne fa le spese Vacca che finisce nell’elenco degli ammoniti. La frazione si chiude sul risultato di parità, ma è la Casertana ad aver creato maggiori e più nitide azioni da gol. Intanto anche a Sorrento il Gravina ha raggiunto il pareggio e la situazione di parità in classifica tra rossoblù e rossoneri resta torna ad essere invariata.

SECONDO TEMPO. Si riparte con gli stessi protagonisti del finale della prima frazione, con Alfano che è subentrato a Spinelli tra i locali nei minuti di recupero. E si riprende ancora con la Casertana a dettare i ritmi e cercare la conclusione a rete: al 4’ ci prova Vacca ma il suo tiro si rivela debole e centrale per la facile parata di Cavalli. Ma l’equilibrio si spezza di nuovo all’8 quando Silvestro trova il guizzo giusto per superare Carotenuto; ora la Casertana è costretta ancora ad inseguire. La partita scade di tono e cominciano a latitare le occasioni manovrate; il Brindisi si rende pericoloso al 19’ quando un errato retro passaggio di Monti mette in movimento Silvestro sul quale interviene alla disperata Carotenuto sventando il pericolo. Al 20’ Meneses cerca la doppietta personale con una girata di testa che termina alta. Al 23’ Feola corre ai ripari ed inserisce Felleca e Carannante in luogo di Vacca e Kosovan che qualche minuto prima ha rimediato il cartellino giallo. Sull’altro fronte Di Costanzo cerca di addormentare la partita inserendo Zappacosta al posto di Silvestro. Al 29’ nuova occasione biancazzurra con Badje che salta di testa ma conclude a lato. Passa un minuto e la Casertana conquista un calcio di rigore: Felleca sguscia ai difensori locali e viene atterrato in area, sul dischetto si porta Favetta che non fallisce l’occasione. L’ingresso di Felleca risulta ancora una volta determinante e l’ex Mondragone al 32’ si produce in un tiro dal limite che finisce di poco alto. Al 35’ il Brindisi resta in 10 per la doppia ammonizione comminata a Meneses. A questo punto Feola si gioca il tutto per tutto alzando ancora il baricentro inserendo Diaz al posto di Mansour. La mossa produce i frutti sperati e la Casertana sfrutta la verve realizzativa del suo capocannoniere Favetta che al 42’ trova la sua doppietta personale. Trovato il vantaggio il tecnico rossoblù non vuole più sprecare la situazione privilegiata e si copre, inserendo il difensore Salto in luogo del mattatore di giornata. Il direttore di gara concede 6’ di recupero con la Casertana tutta intenta a difendere il meritato vantaggio acquisito al 90’. Nell’extra time non succede più nulla e dopo aver sbancato Bitonto la Casertana concede il bis a Brindisi e regalando ai propri tifosi una vittoria che rende più dolce le feste di Pasqua.

BRINDISI – CASERTANA          2-3

BRINDISI (4-4-2): Cavalli; Spinelli (47’ pt Alfano), Esposito, Moi, Majore; Morleo, Silvestro (70’ Zappacosta), Galdean, Triarico; Badje, Meneses. A disp. Cervellera, Romano, De Luca, Zappavosta, Trové, Lopez, Di Giulio, Colaci. All. Nello Di Costanzo

CASERTANA (4-2-3-1): Carotenuto; Munoz, Colacicchi, Di Somma, Monti; Feola, Vacca; Mansour, Kosovan, D’Ottavi (59’ Cusumano); Favetta. A disp. Bovenzi, Salto, Felleca, Rossi, Nicolau, Maresca, Carannante, Diaz. All. Vincenzo Feola

ARBITRO: Davide Matina di Palermo (Leandro Claps di Potenza e Francesco Rinaldi di Policoro
RETI: 22’ Meneses; 39’ Feola; 53’ Silvestro; 76’ Favetta (rig.); 87’ Favetta

NOTE: giornata primaverile, terreno in buone condizioni; ammoniti Colacicchi, Esposito, Vacca, Meneses, Monti, Kosovan; recupero 4’ e

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sussulto rossoblù, la Casertana sbanca anche Brindisi

CasertaNews è in caricamento