Sabato, 23 Ottobre 2021
Calcio

Altro pari per la Casertana, si delineano le posizioni. Il punto della terza giornata

Cerignola e Nocerina prendono il largo. Una coppia al comando della classifica marcatori

Con la terza di campionato cominciano a delinearsi le posizioni delle compagini di Serie D. Se la leadership del Cerignola era tra le preventivate ad inizio campionato, desta un certo scalpore quella della Nocerina che regge il passo degli ofantini. La giornata è costellata da 22 feti messe a segno, due in più rispetto all’ultima giornata ma ben al di sotto dei 29 che formano il bottino del turno d’esordio. Due doppietta (Loiodice del Cerignola ed Esposito della Nocerina) ed un penalty trasformato da Bernardini nel 3-0 del Fasano a Lavello. Le due capoliste ottengono punteggi roboanti, anche se le due vittorie arrivano in maniera diversa: i pugliesi asfaltano letteralmente il Nola con un secco cappotto; il 3-0 della squadra di Cavallaro matura e si consolida solo dopo l’espulsione di Falzetta che ha costretto i brindisini a giocare in 10 negli ultimi 25 minuto. Il Cerignola archivia la pratica nel pomeriggio di sabato e mette pressione alle dirette concorrenti. Perdono infatti terreno Bitonto, Virtus Matino e Casertana costrette tutte al pareggio in casa rispettivamente contro Sorrento, Molfetta e Altamura, con quest’ultima che trova il primo punto di stagione. La sconfitta del San Francesco invece condanna il Brindisi al non invidiabile record dello 0 in classifica dopo tre giornate. Perde ancora il Rotonda costretta ad inseguire tutte le altre in virtù degli 8 punti di penalizzazione con i quali è partito. Nulla di fatto nel derby napoletano tra Mariglianese e San Giorgio mentre il Fasano riscatta il mezzo passo falso interno di domenica scorsa andando a sbancare Lavello.

Alla Casertana non riesce la seconda rimonta dopo quella col Nola. Al Pinto i falchetti vanno ancora sotto nel primo tempo per poi dar vita ad una ripresa più frizzante che porta al pareggio di Liccardi, ma non al sorpasso sull’Altamura. Veramente strana la condotta di gara rossoblù a cui una precaria ed affrettata preparazione potrebbe provocare un netto calo fisico nella seconda parte della gara. Ciò era successo a Fasano, ma la frenata era da attribuire più al vantaggio trovato nel primo tempo ed una accorta gestione del risultato; invece con Nola e Altamura Rainone e compagni hanno sfoderato una prestazione più briosa alla ripresa del gioco, alla ricerca dei gol che potevano portare punti preziosi per la loro classifica. Ancora non al top i meccanismi e l’intesa tra i reparti, comunque, la squadra – a detta dello stesso tecnico Maiuri – è in costante crescita e col tempo potrà adeguarsi alle concorrenti. Intanto però si è visto che alcuni uomini fondamentali sono di caratura decisamente superiore alla media del campionato: parliamo di Vicente con le sue geometrie, di Maresca e dei suoi fulminei guizzi, di Sansone e della sua smisurata esperienza per finire al senso del gol di Liccardi che con un’autentica prodezza ha raddrizzato il risultato del Pinto. Quando anche gli altri avranno assimilato i dettami tattici di Maiuri, la Casertana potrà dire la sua in questo campionato. Per ora basta l’importante dato che dopo tre giornate la Casertana è nel ristretto novero delle squadre (sei su 20) che ancora non hanno assaporato la sconfitta ed è un dato confortante in considerazione del fatto che i falchetti sono entrati in scena dopo appena otto giorni dalla compilazione del grosso della rosa e del lavoro con il tecnico cui son stati affidati. Bisogna attendere ancora un po’ di tempo per la carburazione necessaria e di sicuro non giova il fatto che gli impegni, specie quelli del mese di ottobre si annunciano a scadenze ravvicinate

IN CAMPO MERCOLEDI’. Infatti tra meno di 72 ore è di nuovo campionato. La Casertana affronterà il Bisceglie – sul neutro di Bitonto – che ha conosciuto il primo stop del campionato ieri a Gravina, per mano del senegalese Diop che ha concesso il bis dopo aver spento le velleità dell’Altamura otto giorni prima. Maiuri – ieri restio a qualsiasi forma di turn over dal 1’ – dovrà giocoforza dosare le energie dei suoi per mantenere gli equilibri giusti per proseguire a smuovere la classifica in attesa di tempi migliori. Il Cerignola è atteso dalla non agevole trasferta di Casarano mentre la Nocerina è attesa dal Rotonda, più che mai affamata dei punti necessari per ridurre il gap dal Brindisi. Che è rimasto in Campania in quanto è ospite del Sorrento. Impegni non semplici per le squadre appaiate con la Casertana: il Matino si reca a Nola che cerca il riscatto dopo la debacle e il Bitonto si sposta a Molfetta contro una formazione che sembra conoscere solo pareggi. Trasferta pugliese – a Fasano – per la Mariglianese mentre il San Giorgio attende il Francavilla. Completa il quadro Gravina-Nardò, squadre dal trend diametralmente opposto con i locali che hanno ottenuto due vittorie dopo l’iniziale sconfitte, mentre gli ospito, dopo l’esordio vincente, sono incappati in due stop consecutivi.

I BOMBER. Comincia a delinearsi anche la classifica marcatori. Giancarlo Malcore ha tutta l’intenzione di ripetere le gesta della scorsa stagione quando ha realizzato ben 21 gol nelle 25 partite disputate col Cerignola ma per bissare l’impresa di vincere la classifica deve fare attenzione a Demiro Pozzebon del Molfetta che a furia di mettere la palla dentro a volte sbaglia pure porta. I due sono in testa con tre gol ed alle loro spalle si sono già segnalati altri nove calciatori, tra cui Esposito della Nocerina e Loiodice, ancora del Cerignola, come detto, autori delle due doppiette di giornata. Nel gruppone anche vecchie conoscenze della Lega Pro come Nolé (ex Potenza) e Diop (ex Paganese), nonché Vincenzo Liccardi che coi suoi due gol è decisivo nei 5 punti raccolti fnora dalla Casertana.

I RISULTATI

Bitonto - Sorrento 1-1
Casertana - Altamura 1-1
Cerignola - Nola 6-0
Francavilla - Rotonda 2-0
Gravina - Bisceglie 1-0
Lavello - Città di Fasano 0-3
Mariglianese - San Giorgio 0-0
Nardò - Casarano 0-1
Nocerina - Brindisi 3-0
Virtus Matino – Molfetta 1-1

LA CLASSIFICA

Cerignola 7
Nocerina 7

Casarano 6
Gravina 6
Francavilla 6
V. Matino 5
Bitonto 5
Casertana 5
Lavello 4
Fasano 4
Mariglianese 4
Bisceglie 4
Sorrento 3
Nola 3
Nardò 3
Molfetta 3
San Giorgio 2
Altamura 1
Brindisi 0
Rotonda -7

PROSSIMO TURNO
(mercoledì 6 ottobre ore 15)

Altamura - Lavello
Bisceglie - Casertana
Casarano - Cerignola
Città di Fasano - Mariglianese
Gravina - Nardo
Molfetta - Bitonto
Nola - Virtus Matino
Rotonda - Nocerina
San Giorgio - Francavilla
Sorrento – Brindisi

I MARCATORI

3 reti Malcore (Cerignola)
Pozzebon (Molfetta)

2 reti Liccardi (Casertana, 1 rig)
Loiodice (Cerignola)
Corvino (Fasano)
Gomes (Fasano)
Nolé (Francavilla, 1 rig.)
Diop (Gravina)
Cristaldi (Nardò)
Talamo (Nocerina)
Gambuzzi (V. Matino, 1 rig.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro pari per la Casertana, si delineano le posizioni. Il punto della terza giornata

CasertaNews è in caricamento